Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

La soddisfazione piramidale.

Il weekend era iniziato malissimo, degno coronamento di una settimana da dimenticare.
Tuttavia, una volta ristabilita la pace coniugale, ho passato un allegro pomeriggio ad una festa organizzata da una di quelle società di vendita piramidale (Ahimè ho portato a casa meno ricchi premi di quanto previsto ma alla fine c'era un ricco buffet, quindi bene così).
E stasera, ciliegina sulla torta, ho letto per caso uno scambio di commenti in un blog e mi si è stampato un sorriso in faccia.
Ora posso andare a dormire. Se avrò l'estro, della festa vi racconterò un'altra volta.

La cosa positiva è che ho vinto una macchinetta per fare il caffè.

Domenica pomeriggio mia cognata doveva ricevere un premio (in quanto laureata nel 2013) da parte di un comitato femminile, nell'ambito della festa della donna. C'è da dire che io pensavo che fosse una premiazione promossa dal comune dove abita: premiazione, rinfresco, e poi tutti a casa.
Invece.
Mi sono ritrovata ad assistere ad uno spettacolo di ...uhm...come definirlo? Avete presente quei tizi che fanno i comici/cantanti? Di quelli che fanno 2 battute tristi in croce e poi fanno partire una base musicale e incitano il pubblico a cantare o a ballare con loro?
Ecco. Il mio misuratore interno di "Devo essere morta e finita all'inferno" ha iniziato a lampeggiare furiosamente. Il problema è che non potevo fuggire: dovevo aspettare la premiazione di mia cognata. Penso che se fossero venuti da me per farmi cantare o per portarmi sul palco per partecipare a qualche gag avrei simulato un malore.
La cosa incredibile è che tutto questo non è successo. I due "showmen&…