Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

A luglio, l'incoscienza.

Un anno fa a luglio prendevo il mio primo aereo. Incosciente, poteva cadere e io morire. Non è caduto, sono andata e tornata sana e salva. Ma ho avuto paura lo stesso.
Quest'anno, sempre preda dell'incoscienza, ho fatto le 52 gallerie del Pasubio. Neanche stavolta sono morta, nè precipitata in un dirupo, nè mi sono spaccata qualche arto. Però vi confesso che ad un certo punto della salita - circa a metà- ho pensato: ok, ma se io ora tipo fossi stanca o mi facessi male e non potessi proseguire, che farei? Ok, sono già stanca, ma non posso fermarmi e dire "Torno a casa, ciao!", perchè anche tornare indietro non è mica una passeggiatina. E se mi faccio male? Se mi rompo una gamba? Mi dovranno venire a prendere con l'elisoccorso, sempre amesso che la nebbia si diradi.
Insomma ero in un trappolone ad alta quota e l'unica cosa che potevo fare era andare avanti con attenzione. Ero così presa dalla stanchezza che manco mi sono accorta che alcune parti del percorso no…

Alla cena dei coscritti.

Venerdì ho partecipato alla festa dei coscritti del mio paese. Di una novantina nati nel 1983 saremo stati in 30. Che emozione però. Tralasciando l'ansia che mi ha accompagnata per i giorni precedenti l'evento. Come mi vesto? Con chi parlerò? Mi troverò da sola in disparte, con al massimo la compagnia dell'uomo talpa dei Simpson? Al netto delle mie solite figuracce, ho passato una bellissima serata. Funestata dall'afa, che ha reso i miei splendidi capelli, un parruccone informe.  Spero che i miei coetanei non ci abbiamo fatto caso.  Certo, alcuni sono cambiati radicalmente, eppure in un certo modo sono gli stessi che ho lasciato 16 anni fa, quando finite le scuole medie è iniziata l'estate e poi a settembre ho iniziato le superiori in un'altra città. Com'è che sono passati tutti questi anni e abbiamo già 30 anni? Quand'è successo? Dov'ero? Perchè nessuno mi ha avvertita?