Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2013

Il nuoto come volontà e rappresentazione.

Con oggi si chiude la stagione 2012/2013 del corso di nuoto. Già due anni di nuoto in saccoccia. Ma sarò stata brava?
Da frignona che aveva paura di affogare in 10 cm d'acqua, sono diventata una frignona che si ritrova sempre e puntualmente con l'acqua nelle orecchie una volta uscita dalla vasca.
Inoltre, rispetto a l'anno scorso ho più fiato, riesco a nuotare a rana, nel senso che vado avanti, non come qualche mese fa che per quanto mi muovessi, non mi spostavo di un cm, e ho scoperto di essere brava con lo stile al delfino (senza la bracciata però, quella non l'abbiamo provata tanto).
In piscina mi sento a casa, mi sento bene perchè mi conoscono quasi tutti e mi salutano cordialmente anche dopo avermi vista per mesi e mesi in costume e con una cuffia color melanzana in testa.
In compenso non ho ancora vinto la mia inibizione: continuo a cambiarmi nelle cabine chiuse, alla faccia di tutte le altre che invece si spogliano e si rivestono come se fossero al chiuso della …

Avere il pollice opponibile non mi fa più sentire così speciale.

Immagine
L'avete visto il video di quel grosso serpentone (sarà un boa?) che apre da solo la porta di uno sgabuzzino? Ok, poi finisce a terra in un modo quasi buffo, però il mio primo pensiero è stato "Nessuno è più al sicuro". Santo cielo, ora pure le porte aprono? Se qualsiasi essere serpiforme è in grado di aprire una porta, dove andremo a finire? Che diventeranno abili scassinatori di serrature? Riusciranno a mandare in tilt pure gli allarmi? Ci saboteranno i sistemi informatici? Ma che uffa! E io che pensavo di essere speciale, col mio pollice opponibile e con il mio status di bipede!
Comunque guardate pure voi il video, rendetevi conto, fatevi delle domande come me le son fatte io.



Ma mica finisce qui, con 'ste faine fatte rettili.
Non solo un serpente può aprire una porta con la stessa facilità con cui io mi chiudo i capelli fuori dalla portiera dell'auto (storia era, mi è successo pure l'altro ieri, mamma mia...).
Può anche volare.
Altro che uomo re del Creato.…

Profumo di pulito.

Ho avuto un'idea geniale ieri sera e mi stupisco che non sia venuta in mente a nessun mastro profumiere. Pensateci bene: qual è il profumo più buono di tutto? Il profumo di pulito! Quello del sapone o del bucato appena fatto. Quindi ho pensato: perchè nessuno ha ancora pensato di creare un eau di toilette che sappia di bucato? Perchè spaccarsi la testa su essenze complicate e strane, quando stringi stringi, non c'è niente di meglio di profumare come se fossimo appena usciti da una lavatrice? Dovrebbe esistere un profumo al Dash, o al Bio Presto. Il mondo sarebbe un posto migliore. E i tizi che hanno inventato il profumo al muschio bianco dovrebbero inventarsi qualcos'altro per campare. (Ma cos'è il muschio bianco? :-o )

Oddio sono incinta!

Immagine
Penso che un sogno così non ritorni mai più... solito sogno fatto poco prima di svegliarmi.
Sono incinta. L'ho appena scoperto. E qual è la mia prima preoccupazione? Fare dei bonifici a delle tizie, prima che sia troppo tardi, perchè poi sarò ancora più incinta e non li potrò più fare (?)
C'è stato un periodo, qualche mese fa, in cui sognavo spesso di avere un bambino, ma sogni relativi alle prime fasi di una gravidanza mai. Che ansia ragasssi :D
Soprattutto non capisco che c'azzecchino i bonifici :D


Comodamente.

Quando andavo a scuola, ogni mattina facevo 2 km in bici fino alla fermata dell'autobus, con più o meno qualsiasi condizione meteo (mia madre mi accompagnava in macchina solo in caso di pioggia battente o neve).
La corriera passava di solito verso le 7.30, quindi io partivo da casa alle 7-7.15, in modo da arrivare un pochino in anticipo e beccarmi il posto bici migliore (non c'era nessun porta bici, le lasciavamo appoggiate al muro di una chiesetta).
Una volta arrivata non dovevo far altro che aspettare.
Dal condominio di fronte alla fermata, ogni mattina usciva un tizio, entrava in garage dal quale usciva in auto. La particolarità di costui è che possedeva solo pantaloni "acqua alta". Temo non fosse un effetto voluto, una particolare scelta stilistica o chessò io. Non credo di averlo mai visto recarsi al lavoro con dei pantaloni della lunghezza giusta. Ma d'altra parte, neanche io all'epoca vestivo tanto bene, quindi soprassediamo e passiamo al vero motivo d…

Non parlo di esseri umani.

Quando succede qualcosa di brutto mi metto sempre pensare a quell'attimo in cui ancora non sai quel che è successo, e stai bene, sei felice, o tranquillo quanto meno. Poi ti dicono che è successa una cosa e il registro cambia completamente. Non lo so perchè ma mi fisso sempre a pensare a questa cosa, come se individuando quel dato punto temporale poi non ci volesse niente per riportare indietro le cose e far sì che non accada niente di male.
Ho il costume da lavare ed è l'una e mezza, ma ho un'angoscia che non mi fa dormire.

Avrei voluto parlarvi di domenica pomeriggio, del fatto che ho visto Zerocalcare, comprato un suo libro e portato a casa un suo disegnino. Ma sarà per un'altra volta.