Cena finale e i miei capelli sono un disastro.

Giugno dietro l'angolo: la stagione invernale della piscina sta per finire. Quest'anno invece della solita pizza e fichi, andremo a cena in un agriturismo. E non alla fine della lezione, ma di venerdì sera! Così finalmente mi vedranno pettinata come una cristiana, e non coi capelli sparati in qualche modo.
Tasto dolente, appunto, i capelli.
Saranno 6 mesi che non vado dalla parrucchiera. La frangia me la sono aggiustata io in tutti questi mesi, in modo empirico ma anche un po' scellerato. L'ultima volta che mi sono cimentata nel taglio della frangetta mi sono ridotta come una progressiva anni '90 (che non so cosa sia, ma me l'ha detto mia cugina e dunque riporto): a forza di cercare di tagliarla il più dritta possibile, stavo per ritrovarmi con 2 cm di frangia. Immaginate poi, il mio scintillante declino sociale.
Ora è già ricresciuta, molto irregolare e imprevedibile, ma tant'è.
Altro problema: mia cognata dice che ho le doppie punte. Da un rapido quanto scazzato controllo visivo risulta che boh, a me non pare. Però non importa che sia vero o meno, se ella ha avuto questa impressione, tanto basta. Vuol dire che è ora di dare una spuntatina.
Purtroppo la mia parrucchiera non ha posto prima di settimana prossima (e prima della famosa cena). Quindi niente, dovrò andarci con la mia frangia anarchica e con le mie presunte doppie punte.

Commenti

fracatz ha detto…
senti, ma a te ti telefona ancora la maestra delle elementari per invitarti alla solita pizza annuale con tutta la tua ex 5° classe?
Le maestre delle elementari sono come le mamme

Post popolari in questo blog

Si fa presto a dire "catena"...

Ho una mezza idea.