Infanzia felice/1: i mangiatori di ciabatte.

Inauguro una nuova serie di post dedicati alla mia infanzia, in particolare alla fervente immaginazione che avevo quand'ero bambina, alla faccia di chi diceva che passare ore e ore davanti alla tv facesse male e ti ammazzasse la fantasia.
Inizio dunque raccontandovi dei "Mangiatori di ciabatte".
Quand'ero piccola credevo che la nostra casa non fosse abitata solo dalla mia famiglia, ma anche da altre persone/esseri. Solo che loro vivevano di notte, quando noi dormivamo, e viceversa, di giorno dormivano nel sottotetto.
Ok, che il sottotetto di casa mia sia popolato lo credo tutt'ora, tipo ieri sera sentivo dei rumori strani e per un po' ho tenuto la luce accesa in camera, guardandomi attorno e ascoltando con attenzione.
Questi esseri avevano una particolarità: si cibavano di ciabatte. Delle suole in particolare.
Questa cosa delle ciabatte non so come mi fosse venuta. Spero tuttavia che con gli anni siano riusciti a variare/migliorare la loro dieta.

Commenti

fracatz ha detto…
anch'io sentivo questi strani rumoretti, poi, approfittando di un condono edilizio ho trasformato il sottotetto in mansarda abitabile ed ora continuo ancora a dormirci, nonostante il caldo estivo ed il freddo invernale, perchè sono un gran romantico e mi piace dormire sotto i travi
Luci ha detto…
Come ti scopro che gli abitatori del sottotetto in fondo in fondo non son altro che dei romanticoni :D

Post popolari in questo blog

Si fa presto a dire "catena"...

Ho una mezza idea.