Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2012

Anche Justin Bieber ormai è diventato un ometto.

Immagine
Mentre vi scrivo ascolto questa bella canzone di Justin Bieber, ascoltata anche ieri mentre ero in un negozio a scegliere una borsa e l'odore della plastica e di chissà quale solvente ottenebrava i miei sensi.
In un primo momento l'avevo scambiato per Justin Timberlake. Invece era quell'altro, Justin. Il pischello così famoso, ma così famoso che non ero mai stata in grado di ascoltare una sua canzone neanche per sbaglio.

Sabato pomeriggio la vostra beniamina, incurante delle conseguenze, ha preso il coraggio a due mani e...perchè diavolo sto parlando in terza persona?
Ok, ricominciamo. Sabato pomeriggio con la scusa dell'amicizia, ho accompagnato una mia amica da una cartomante. In realtà quando me l'aveva chiesto avevo intuito subito l'alto valore didattico di una tale esperienza. E poi avevo pensato a voi cari amici e lettori.
I fatti. Arriviamo in questa normalissima casetta. Piove e dunque ho con me l'ombrello. Suoniamo il campanello e un'anziana co…

Che pathos!

Mentre vi scrivo sto tenendo d'occhio la puntata di stasera di Pechino Express. Il primo che dice qualcosa tipo: "Ma cosa guardi" o "Spegni la tv, apri il cervello", lo fulmino! :D
Stamattina stavo poco bene tanto che pensavo di saltare la lezione di nuoto di stasera.
Invece sono andata lo stesso. Niente febbre, sono un po' di imbambolamento dovuto al raffreddore. Tra l'altro non sono l'unica malaticcia. Siamo tutti un po' raffreddati in vasca 2.
Però stasera ci siamo divertiti molto. A riderci addosso mentre nuotavamo al contrario. Sì, non so come spiegarvi, sembrava come nuotare col rewind. (Ovviamente a metà io mollavo, temendo di affogare... )
Santo cielo, inaspettati colpi di scena a Pechino Express! Vi lascio!

Leggo il tuo nome anche dove non c'è. (No, non il tuo.)

Immagine
Stasera ho mangiato da sola. Mi capita così raramente che è veramente un piacere quelle poche volte che accade. Mangio quel che voglio, guardo quel che voglio io alla tv. Ah!
L'altro giorno riflettevo sul fatto che a volte mi rattristo per cose che non mi riguardano. Metto insieme varie tessere di un puzzle e d'improvviso mi accorgo che son successe del cose, che qualcosa è cambiato e mi dispiace per gli interessati. O no, neanche per gli interessati, mi dispiace per come evolvono certe situazioni. Non che queste evoluzioni siano sempre negative, magari no, insomma, è la vita. Ma sul momento mi rattristano.
Sono adombramenti che durano una giornata, poi non ci penso più.
Ad esempio perchè vado in mezzo ai monti a vedere un film muto. Sì, al cinema a vedere un film muto. Ed è pure divertente.
Oppure perchè sono in fissa con "Le cronache del ghiaccio e del fuoco", continuo a leggere in ogni momento libero o quando non sono al pc :D



Macchine con pezzi di carrozzeria di diverso colore.

Scrivo, che se aspetto di avere l'ispirazione per parlarvi del tema strappalacrime che vi avevo promesso, facciamo Natale.
Il tema strappalacrime, per i più curiosi, non è altro che il bollettino di guerra dei miei gatti. Tra grandi (ci ha lasciati il mitico Pierpaolo) e piccoli (Oriettaberti e Fedelissimo) morti in circostanze misteriose, mia madre è arrivata addirittura ad ipotizzare che non si tratti di morti accidentali e/o naturali, bensì di gatticidio.
Ne parlerò più lungamente in un prossimo post, corredato anche da foto e aneddoti vari, soprattutto riguardanti il caro Pier.
Nel frattempo, potete ingannare l'attesa guardando qualche micio su Catroulette.

Playlist di settembre.

Un post lieto e di buon gusto prima di un post strappalacrime, ahimè doveroso.
Ma non pensiamo al diman, cliccate sui link, chiudete gli occhi, dimenticatevi chi siete e sentitevi come umili servi nella vigna dell'Atene:

1. The Korgis - Everybody's got to learn something
2. Blondie - Atomic
3. The Jam - Town called Malice
4. Il Triangolo - Le forbici
5. The Shins - Turn on me
6. Doves - Caught by the river
7. Nirvana - All apologies
8. Doves - There goes the fear
9. Scisma - Tungsteno
10. The Dandy Wharols - We used to be friends
11. Mike Doughty - I hear the bells
12. Oasis - Supersonic
13. Fiction Factory - (Feel like) Heaven

Ottobre mese delle cavallette.

- Oggi ero in cortile e ad un tratto persa nei miei pensieri guardo la facciata della casa. C'erano almeno 3-4 cavallette marroni, lontane parenti di quelle che son state protagoniste di altri innumerevoli post di questo blog. Alcune le ho anche affrontate, il più delle volte uscendone vincitrice. (Checchè ne dicano gli animalisti, provate voi a dormire in una stanza al buio con una cavalletta che zompetta in giro, poi avrete titoli per giudicarmi).
- Quest'estate ho partecipato ad una serata a cui era presente Paola Maugeri. Si parlava di vita ad impatto zero e via dicendo. Ad un certo punto la Maugeri disse: "Fate shopping nel vostro armadio". Penso fosse un modo per dire: non compratevi un capo ogni due per tre, che poi lo portate un mese e poi basta e accumulate un sacco di roba per niente. Io ci provo pure a fare shopping nel mio armadio. In particolare vorrei quella maglietta bianca con le maniche corte a simil palloncino, peccato sia scomparsa. Forse qualcun a…

Di nuovo a mollo!

Cari amici e fanS, so che state aspettando con impazienza il resoconto della prima lezione di nuoto. Tutto bene, a parte il fatto che, per dirla in gergo tecnico, "so sensa fià" (=sono senza fiato, per i profani). Vale la pena annotare una importante novità: sono stati montati dei normali phon nello spogliatoio, al posto dei vetusti "spara-aria" a muro. Giubilo? Il responso della frangia è stato: meglio lo spara-aria che il nuovo phon. (Per ora.)
Altra cosa da ricordare: non sono più in prima corsia!  Sono in seconda. E mi trovo un po' disorientata senza l'approdo sicuro del muretto. Per non parlare del fatto che devo prestare massima attenzione sia alla mia destra che alla mia sinistra per non fare invasione di corsia, o per non speronare altra gente.
Spero di ritrovare il ritmo giusto, sennò anche quest'anno la medaglia di cartone dell'ultima della compagnia mi spetta di diritto.
Certo però, se mi avessero lasciata in prima, ora la sarei la prima del…