Oh?!

"Quando stamattina alle 4 mi sono svegliata sentendo il letto che si muoveva, il primo pensiero è stato "Ma chi è che mi sposta il letto?" e ho detto ad alta voce uno sdegnato "Oh?!" rivolto ad invisibili disturbatori notturni. Solo dopo ho pensato: "Cacchio, il terremoto!" O_O. La mia sfiducia nel prossimo è più forte della paura delle forze della natura :D"

Mi autocito, dal mio ultimo status di facebook.
L'hanno detto in molti, lo dico anche io: è stata la scossa più forte che abbia sentito in vita mia.
Sto dormendo. Mi sveglio all'improvviso col letto che balla. Non ho pensato nè oddio muoio, nè oddio il terremoto, nè oddio devo uscire all'aperto.
Niente. Il primo pensiero è stato che qualcuno mi stava muovendo il letto. Poi ho cercato l'interruttore della luce, l'ho accesa, mi sono resa conto che non c'era nessuno in camera a parte la sottoscritta, mi sono resa conto del boato che c'era in sottofondo, ho guardato la finestra per vedere se la tapparella oscillasse, pensando che fuori ci fosse vento, ma poi ho pensato "alla faccia del vento, il vento mica smuove le case". E solo allora ho preso e mi sono alzata in piedi. Che ormai era già finito tutto. Esco in corridoio dove ci sono anche i miei. Mio fratello apre la porta della sua stanza, dice "E' stato il terremoto!...Ben, ora torno a letto" e richiude la porta dietro di sè.
Io mi sono messa i pantaloni, sono scesa in cucina a vedere se per tv dicevano qualcosa ma tra un filmetto con Gloria Guida, una lezione di estimo stile Consorzio Nettuno e "Vendetta assassina" su rai4 stavo quasi per perdere le speranze quando finalmente sono arrivata su Rainews24 dove ho letto che il sisma era stato di magnitudo 5.9, in Emilia Romagna.
Verso le 5 sono risalita in camera, mi stendo a letto, spengo la luce. Passano 5 minuti e di nuovo il letto si muove.
Poi devo essermi riaddormentata, non prima di aver mandato un sms ad una mia amica che stamattina alle 9.30 mi aspettava a Bassano per una mostra di rose. Ora va bene tutto, ma ero rientrata a casa alle 2 dopo una festa in cui senza accorgermente ho finito da sola una bottiglia di millesimato e avevo dovuto bere anche il limoncello di una mia amica che l'aveva ordinato pur non potendolo bere dicendo "Così lo bevi tu" (?!), dormo due ore, mi sveglio per il terremoto e mi viene pure mal di stomaco, con tutta la buona volontà ma io le ho scritto che mica ce la facevo ad alzarmi presto. Infatti poi ho dormito fino a tardi.
Ultime annotazioni: innanzitutto è pazzesco come sia rimasta paralizzata. L'unica cosa che ho fatto in fretta è stato cercare l'interruttore, ma poi mica mi sono alzata per scappare, sono rimaste ferma immobile come una lepre in mezzo alla strada accecata dai fari di una macchina.
E poi pensavo: se le cose fossero andate male e il terremoto fosse stato più forte, le mie ultime parole sarebbero state "Oh?!". Bel testamento spirituale!
Ve l'immaginate, inciso sulla mia lapide: "Oh?!".

Commenti

Giovy ha detto…
Carissima, io abito a Carpi ora ed è stata una cosa impressionante...
Anonimo ha detto…
OH!

fu

Post popolari in questo blog

Si fa presto a dire "catena"...

Ho una mezza idea.