Venerdì 13 al ristorante cinese (senza delitti).

Premesso che questo è l'ultimo anno che festeggio perchè, come temevo, è stato alquanto imbarazzante sentire cantare da una intera tavolata "Tanti auguri a te" e "E chi si chiama Cia si alzi si alzi!", davanti ad una sala piena di altri avventori sconosciuti, la serata è stata piacevole nonostante il raffreddore misto al mal di testa.
Per non parlare dei regali: avrei dovuto avere un carrettino per portarmeli tutti a casa agevolmente!
Tra i regali più sontuosi non posso non citare: uno scatolone contenente 2 ceppi di legno, una borsa/tela cerata, un pacco di sfogliatine e uno di canestrelli, e una confezione con ben 2 cartoni di vino (trebbiano e sangiovese): praticamente il kit del punkabbestia (o dello studente fuorisede, come insegna Accento Svedese).
Non temete, non metterò i pantaloni a quadrettoni, continuerò ad aver cura dei miei capelli, starò alla larga dalla musica popolare e berrò responsabilmente il vino in cartone (va bene per cucinare la carne, vero?).
E ora scusate ma ho appena finito di scaricare Google Hertz e sono proprio curiosa di provarlo.

Commenti

Anonimo ha detto…
ma i ceppi???

fu
Luci ha detto…
I regali me li hanno dati al ristorante, pensa la scena di me che apro questo scatolone e tiro fuori...della legna :D
Emix ha detto…
Il tale che ti ha regalato della legna è un dannato genio.
Non vedo l'ora di festeggiare il compleanno di qualcuno per emularlo :)

Post popolari in questo blog

Si fa presto a dire "catena"...

Ho una mezza idea.