Pasticche e cartoni.

Ho appena preso il secondo Moment della mia vita. Ancora mal di denti. Ma solo di sera, da dopo cena in poi.
Non prendo mai pastiglie, ho iniziato solo di recente, stupendomi io stessa del mio coraggio. Ho paura che mi vadano di traverso e di soffocare. Comunque anche per stavolta mi è andata bene, non mi sono soffocata.
Ho letto un'avvertenza sul flacone del docciaschiuma. O meglio, è un disegnino che intima di non bere il contenuto del flacone. Mi ha fatto riflettere sui casi della vita, ossia sulla possibilità che qualcuno possa bere del bagnoschiuma, se sulla confezione non fosse scritto che non è da bere.
Mi stupisco sempre per cose che in realtà possono accadere, non sono così strane. Mi ricordo di uno che una volta bevve (o bevette) del detersivo per piatti che aveva trovato in frigo O_o.
Oppure un mio amico che una volta scambio dell'olio per friggere per del tè. Si accorse dell'errore troppo tardi.
Ah, a proposito di ingerire cose strane: il vino in cartone che mi ha regalato un mio amico per il compleanno (sì, lo stesso che mi ha regalato i ceppi di legno) non è poi così male. Forse quel Sangiovese non ha mai visto un grappolo d'uva, però era buono... Oddio, non è che mi si stanno abbassando gli standard? :-o


Commenti

Giovy ha detto…
Io evito le medicine quando posso ma c'è una cosa alla quale non vale la pena di resistere: il mal di testa
Luci ha detto…
Idem: ma ieri e ieri l'altro avevo proprio male male. Ho dovuto soccombere al fascino degli antidolorifici :D
Desdemona ha detto…
Io prendo pastiglie per qualsiasi cosa.
E ho paura di soffocare, tutte le volte. Da quando avevo 6 anni.

Mi sa che ho dei problemi! :)
Luci ha detto…
Mi sa che siamo in due :D

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!

Si fa presto a dire "catena"...