L'annosa questione del compleanno.

Sono anni che dopo ogni compleanno dico:"Basta! L'hanno prossimo non faccio niente!".
Che fatica le feste di compleanno. Stare al centro dell'attenzione, portare la torta, dire ai camerieri quand'è ora di servirla, stappare le bottiglie (non sono capace). Per qualche anno ho festeggiato assieme ad un mio amico che compie gli anni qualche giorno prima di me. E allora era più semplice, i riflettori ce li dividevamo equamente.
Anche quest'anno invece si festeggia. Ma ho cercato di limitare al massimo i motivi di ansia.
Ho scelto il ristorante che mi piace di più, facilmente raggiungibile, con un comodo parcheggio, i cui gestori sono amici di una mia amica (ho fatto chiamare lei, per prenotare). Niente dolce. Non ho tempo per farlo io e comprarlo costa troppo.
Ho invitato solo gli amici stretti. Per fortuna che ho pochi amici stretti:  saremo solo in 16. Quindi dovrò pagare da bere SOLO a 15 (+1) persone. Forse dovrei ripensare alla questione "niente dolce"...

Commenti

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!

Si fa presto a dire "catena"...