Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2012

Il giardino secreto.

Immagine
C'è questo mio vecchio post, che ho scritto un bel po' di anni fa e in cui parlavo di blasfemia, o presunta tale perchè, a posteriori, posso dire che non lo era affatto. Erano solo specchietti per le allodole (o per le pollastre, scegliete voi), mascherate da storielle divertenti. Comunque non so come mai, ma quel post è preso di mira dallo spam. Ogni giorno mi arriva uno notifica via mail di un nuovo commento. Solitamente sono link per il poker online (sempre roba per polli, direi che restiamo in tema).
Che siano questi spammer ad aver fatto crescere il numero delle visite segnate dal mio contatore? Inizio a temerlo :D. Vabbè, pazienza.
Oggi in piscina c'era il deserto. Perfino l'istruttore ha fatto ponte, c'era una supplente. Per fortuna una tipa gentile, che però ci ha fatto fare un sacco di esercizi atti suppongo a farci entrare quanta più acqua possibile nel naso e in bocca. Ad un certo punto pensavo che avrei vomitato, ma non è andata così, mi spiace deluder…

Morning routine.

- Ho fatto colazione con un Actimel e basta, perchè nel caffelatte c'era poco caffè e non avevo voglia di farne dell'altro (o meglio, non ne avevo il tempo).
- Mia mamma ha perso le chiavi della macchina. L'ho trovata che rovistava per casa cercandole. Le ho suggerito vari posti in cui può averle messe, abbiamo cercato insieme di ricordare le azioni che ha fatto stanotte quand'è rincasata dopo la festa di laurea di mio cugino. Niente da fare. Salteranno fuori prima o poi, succede sempre. Anche io una volta ho perso le chiavi. Avrò girato 2 mesi con quelle di riserva. Un bel giorno apro il cassetto del mobile del telefono e cosa trovo? Le chiavi.
-Durante il tragitto verso il lavoro ho sempre avuto davanti a me un camion che a prima vista pareva trasportasse calcinacci ma dal cassone ogni tot cadeva qualcosa. Subito pensavo fossero sassi, ghiaia,... In realtà era qualcosa di liquido. Per quel che ne so poteva essere pure qualche acido, così a scanso di ogni pericolo, ho…

"Di tutti gli eroici fratelli..."

Pregevole iniziativa oggi, su twitter, di @BaroneBarra.
Copio e incollo:
"Oggi si festeggia la Liberazione dell’Italia dal regime nazifascista.
Ai protagonisti di quella impresa noi dobbiamo – appunto – la possibilità di essere liberi.
C‘è questo libro, Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana (a cura di Piero Malvezzi e Giovanni Pirelli, Einaudi).
All’interno si trovano le testimonianze di circa 200 tra coloro che presero parte alle lotte partigiane. Molti sono ragazzi poco più che maggiorenni, tanti si rivolgono ai genitori chiedendo perdono per il dolore che hanno causato loro.
Quasi tutti si mostrano tranquilli di fronte alla morte che li attende. C‘è chi chiede alla moglie di andare a ritirare il suo paltò, chi perdona i suoi carnefici e chi chiede ai compagni a casa di essere vendicato. Tutte storie straordinarie di uomini e donne straordinari, che non devono e non possono essere dimenticate.
Ecco perché ho pensato di condividere con voi 15 di …

Certezze svanite in un(a) lampo.

Guardate che carina la home di Google di oggi. (Attenzione spoiler! :P) Un'enorme zip per ricordare il 132° anniversario della nascita di Gideon Sundback, l'inventore (meglio, il perfezionatore) del meccanismo della cerniera lampo. Bene, anche oggi ho imparato qualcosa.
Quello che già sapevo però, era che c'è una società giapponese che spadroneggia nella produzione delle zip. La mitica YKK. Ho cercato conferma di questa mia certezza guardando la lampo dei mie jeans, e cosa leggo? YCC! Ma chi sono 'sti copioni?

(Avevo scritto quanto sopra come status di facebook. Ho cliccato "pubblica" in attesa che arrivassero tanti "like" ad appagare il mio ego. E invece? Non si è pubblicato un bel niente. E così, siccome mi sono stancata di provare, ciao ciao facebook. Meno male che ho un blog, va...)

L'orrido risotto.

Ieri non ho avuto l'occasione di parlarvi di come abbia preparato un orrido risotto, di come abbia cercato di dimenticarlo bevendo un buon espresso e di come poi, per pagare pegno, abbia dovuto lavare i piatti. Rimedio oggi.
Cucino risotti da...boh, credo come minimo da quando avevo 13-14 anni. Ho introdotto io in casa mia l'uso del riso ribe parboiled (il riso che non scuoce), dopo il predominio del vialone nano. Lo so che quest'ultimo è il più adatto per il risotto, ma siccome a casa mia si cucina...ehm...così così, meglio deviare un po' dalla regola. Ok, il riso non sarà a regola d'arte, ma almeno non dobbiamo mangiarlo scotto (dei risotti della mia infanzia io ho solo brutti ricordi).
Ultimamente il risotto viene da schifo. O è sciapo, oppure sa solo di glutammato.
Voi come lo fate? Cosa usate? Brodo vero? Brodo di dado? Acqua calda? Solo sale, niente dado?
A parte che non è neanche un problema di preparazione perchè ripeto, cucino risotti da una vita e quindi …

Cuffia melanzana ai ferri.

Oh, è andata bene ieri sera. Un po' di fiato corto ma tutto sommato direi che dopo essere stata ferma 10 giorni non me la sono cavata male!
In più sono diventata la beniamina delle mie compagne di spogliatoio portando i cioccolatini (li avevo presi per portarli il giorno del mio compleanno, ma all'ultimo ho preferito stare a casa a festeggiare soffiandomi il naso anzichè andare a farmi quattro bracciate in compagnia).
Ho sfoggiato la mia nuova cuffia.
Color melanzana.
Domenica pomeriggio, da Decathlon, guardo per prendermi una cuffia nuova che quella che ho s'è sbragata e quando nuoto si gonfia tutta perchè entra l'acqua e sembro idrocefala.
Guardo i vari tipi di cuffiette. Quella che voglio io, in taglia M (ho una testa di taglia M, chi l'avrebbe mai detto), c'è in un solo colore. Melanzana. Non ce ne sono altre. Una sola cuffia ed è color melanzana.
La mostro al mio amico che per tutta risposta non trova di meglio da dire che "E allora? Le melanzane ai f…

Balene camminatrici.

Immagine
Stasera torno in piscina dopo 2 lezioni saltate causa raffreddore.
Porto i cioccolatini alle mie compagne di spogliatoio, anche se ormai ho compiuto gli anni una settimana fa, ma son dettagli.
La cosa che mi preoccupa, oltre alla paura che l'accappatoio nuovo, rosso, stinga o mi lasci addosso pelucchi rossi (come fece a suo tempo quello blu), è il ritorno in vasca.
Ho paura di essermi dimenticata come si nuota. Mi sento una mollacciona, e ho saltato solo 2 lezioni!
Poi se penso che dovrò riaffrontare lo stile a rana, mi passa la voglia di andare in piscina.
Insomma, le mie solite paranoie inutili pre-qualsiasi cosa.
Domani o già stasera vi dirò com'è andata.

Pasticche e cartoni.

Immagine
Ho appena preso il secondo Moment della mia vita. Ancora mal di denti. Ma solo di sera, da dopo cena in poi.
Non prendo mai pastiglie, ho iniziato solo di recente, stupendomi io stessa del mio coraggio. Ho paura che mi vadano di traverso e di soffocare. Comunque anche per stavolta mi è andata bene, non mi sono soffocata.
Ho letto un'avvertenza sul flacone del docciaschiuma. O meglio, è un disegnino che intima di non bere il contenuto del flacone. Mi ha fatto riflettere sui casi della vita, ossia sulla possibilità che qualcuno possa bere del bagnoschiuma, se sulla confezione non fosse scritto che non è da bere.
Mi stupisco sempre per cose che in realtà possono accadere, non sono così strane. Mi ricordo di uno che una volta bevve (o bevette) del detersivo per piatti che aveva trovato in frigo O_o.
Oppure un mio amico che una volta scambio dell'olio per friggere per del tè. Si accorse dell'errore troppo tardi.
Ah, a proposito di ingerire cose strane: il vino in cartone che mi…

Venerdì 13 al ristorante cinese (senza delitti).

Immagine
Premesso che questo è l'ultimo anno che festeggio perchè, come temevo, è stato alquanto imbarazzante sentire cantare da una intera tavolata "Tanti auguri a te" e "E chi si chiama Cia si alzi si alzi!", davanti ad una sala piena di altri avventori sconosciuti, la serata è stata piacevole nonostante il raffreddore misto al mal di testa.
Per non parlare dei regali: avrei dovuto avere un carrettino per portarmeli tutti a casa agevolmente!
Tra i regali più sontuosi non posso non citare: uno scatolone contenente 2 ceppi di legno, una borsa/tela cerata, un pacco di sfogliatine e uno di canestrelli, e una confezione con ben 2 cartoni di vino (trebbiano e sangiovese): praticamente il kit del punkabbestia (o dello studente fuorisede, come insegna Accento Svedese).
Non temete, non metterò i pantaloni a quadrettoni, continuerò ad aver cura dei miei capelli, starò alla larga dalla musica popolare e berrò responsabilmente il vino in cartone (va bene per cucinare la carne, ve…

Che gioia invecchiare!

Immagine
Niente lagne nè piagnistei. E' da quando ho compiuto 25 anni che ad ogni compleanno scrivo un post in cui dico che son diventata vecchia, e che brutto che gli anni passano, e che qua e che là (è vero, ho controllato negli archivi).
Mi sono stufata. Faccio mio il pensiero di Chinaski77, al secolo Mauro Zucconi, che quando compì gli anni, rispose ai miei auguri dicendo: "...che gioia invecchiare!".
Forse era solo una celia, magari era ironico. Non importa.
Quest'anno voglio andare in controtendenza e dire anche io: che gioia invecchiare!
...perchè, seguitemi, se invecchiamo vuol dire che siamo ancora vivi, che non siamo morti, quindi insomma, a meno che uno non c'abbia un brutto esaurimento nervoso e/o indossi una di quelle magliette con scritto "no future", è una cosa positiva, no? C'è di che essere contenti. Cosa mi interessa  del  "forever young" se mi comporta il dover indossare un cappotto di legno?
Quindi tanti auguri a me, nonostate i…

"Quel tipo lì non è mica tanto bravo"

Ieri pomeriggio, prima di rincasare dopo il lavoro, mi sono fermata in un negozio chè dovevo comprare un paio di cose.
Il negozio era praticamente vuoto fatta eccezione per la commessa e un tizio che quando sono entrata stava guardando dei collant (?!).
Ad un certo punto sento una voce maschile che chiede alla commessa quale delle due casse sia aperta. Mi giro e vedo che nel negozio c'era anche un terzo cliente, un tizio molto basso che non avevo visto perchè nascosto dagli scaffali, tutto vestito in jeans.
La commessa non era alla cassa, stava sistemando un espositore vicino alla vetrina. Il tizio in jeans, invece di posare i suoi acquisti alla cassa, le si avvicina facendo finta di guardare uno scaffale e le dice, a mezza voce, senza guardarla: "Attenta, quel tipo lì non è mica tanto bravo...". La commessa si gira, guarda il tipo in jeans, poi cerca con lo sguardo l'altro tizio che proprio in quel momento guadagna l'uscita e se ne va, senza aver comprato nient…

L'annosa questione del compleanno.

Sono anni che dopo ogni compleanno dico:"Basta! L'hanno prossimo non faccio niente!".
Che fatica le feste di compleanno. Stare al centro dell'attenzione, portare la torta, dire ai camerieri quand'è ora di servirla, stappare le bottiglie (non sono capace). Per qualche anno ho festeggiato assieme ad un mio amico che compie gli anni qualche giorno prima di me. E allora era più semplice, i riflettori ce li dividevamo equamente.
Anche quest'anno invece si festeggia. Ma ho cercato di limitare al massimo i motivi di ansia.
Ho scelto il ristorante che mi piace di più, facilmente raggiungibile, con un comodo parcheggio, i cui gestori sono amici di una mia amica (ho fatto chiamare lei, per prenotare). Niente dolce. Non ho tempo per farlo io e comprarlo costa troppo.
Ho invitato solo gli amici stretti. Per fortuna che ho pochi amici stretti:  saremo solo in 16. Quindi dovrò pagare da bere SOLO a 15 (+1) persone. Forse dovrei ripensare alla questione "niente dolce&q…

Buona Pasqua! (aka Io credo, risorgerò!)

Immagine
Ho riflettuto a lungo. Cosa la auguro a fare buona Pasqua che SULLA blogosfera son tutti atei/agnostici paragnosti/aragoste?
Poi però ho capito che solo oggi avrei potuto andare su Youtube e scovare un video che parlasse di Pasqua per poi pubblicarlo qui senza sembrare anacronistica. Quindi ho fatto il compitino e ho trovato questo :D
Quindi ancora tanti auguri e magnate poco, alla faccia di Studio Aperto che ha detto che nei prossimo due giorni ingrasseremo anche di 5 kg! Ma dove?! Ma con chi crede di avere a che fare?! Robe da matti...

Dalla prima alla terza.

Ieri sera ultima lezione di nuoto prima di Pasqua.
Lezione con sorpresa: dopo le prime vasche di riscaldamento, l'istruttore ci informa che dobbiamo gentilmente passare in terza corsia. Eh? Il primo di aprile è passato, perchè 'sto scherzo?
Perchè non è uno scherzo.
Proveremo l'ebbrezza della terza corsia.
Che prima di tutto vuol dire arrivarci. Prendi un bel respiro e passa sotto i galleggianti che delimitano le corsie. E già qua ho rischiato di affogare.
Ma poi, che senso di straniamento a stare così, in mezzo al nulla, senza il conforto della vicinanza del muretto!
Non bastasse questo disorientamento, ci son state date anche le pinne. Ricordate come mi piaceva nuotare con le pinne quando ero ancora una super principiante? Ora invece sto bene pure senza. Almeno non mi vengono i crampi!
Per non parlare dei calci e delle manate che ci siam dati tra noi (forse è un'impressione ma a me la corsia sembrava più stretta dell'altra), di tutte le volte che ho picchiato il…

Ideona! Le playlist!

Che trovata geniale, perchè non ci ho pensato prima?!?!? Inizio una nuova rubrica dell'Atene: le playlist!
Vi chiederete, perchè condividere con voi cari lettori (se ancora ne ho :-o) i brani più ascoltati del mese appena trascorso, le canzoni che hanno accompagnato la sottoscritta giorno per giorno?

Semplicemente perchè quando si è a corto di idee, le liste sono l'ancora di salvataggio per eccellenza...e perchè non me la sento di dirvi dove ho male dopo la lezione di nuoto di ieri sera, malnato stile a rana! x-(((.
Ecco a voi la playlist di marzo! 

1. Arthur Russell - A little lost
2. Paletti - Raccontami
3. Snaporaz - Cello song (Nick Drake cover)
4. The Motorhomes - For whom it may concern
5. Palpitation - New Mexico
6. Stars - Midnight coward
7. Noah and the Whales - 5 years time
8. The pain of being pure at heart - Say no to love
9. Kasabian feat. LL Cool J - Days are forgotten
10. Gotye feat. Kimbra - Somebody I used to know
11. Young the Giant - Cough Syrup
12. Lava L…