Cinema con parcheggio pruriginoso poco pruriginoso.

Ieri sera sono andata a vedere The Lady, di Luc Besson. Il film mi è piaciuto molto, mi sono quasi commossa, devo ammetterlo.
Certo, l'avrei guardato con più calma se non avessi avuto il pensiero della mia macchina, fuori nel parcheggio. O meglio, se e come l'avrei ritrovata.
Siccome c'era pochi posti, appena ne ho individuato uno l'ho infilata lì, in retro, perfettamente dentro gli spazi. Peccato che l'auto alla mia sinistra fosse terribilmente vicina alla mia. Io sono riuscita a scendere senza tanti problemi, ma al giorno d'oggi, metti che torna il tizio dell'altra auto, si arrabbia perchè non riesce ad aprire completamente la portiera e come ringraziamento mi sfascia il parabrezza. Sì, ho molta fiducia nel prossimo, ok, forse esagero, però non si sa mai. Mica sono tutti miti e gentili come me.
Comunque non è successo niente, l'auto l'ho ritrovata com'era, il parabrezza pure e tutto e bene quel che finisce bene.
Altra cosa particolare è che non sono andata al solito multisala. Il film l'ho visto al cinema Martinovich, (assieme al Da Ponte sono gli ultimi cinema monosala di Bassano del Grappa, dice il gruppo fb dedicato). E visto quanto poco ho pagato il biglietto penso proprio che ci tornerò! (La solita taccagna).

Commenti

Anonimo ha detto…
QUASI...

fu
Luci ha detto…
Quasi cosa? :-o

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!

Si fa presto a dire "catena"...