Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

BattlePunto Galactica

Immagine
Sarà che è il 29 febbraio, un giorno che l'anno prossimo non ci sarà, o forse sarà l'avvicinarsi della primavera dell'amore, o forse mi sono trasformata in un vecchio col cappello che tutti sentono di dover sorpassare a costo della vita, fattostà che oggi in ben 2 casi ho temuto il peggio per me (ma soprattutto per le fiancate della mia auto).
La palma d'oro dell'insipienza va alla tizia che in una rotonda, nonostante io avessi messo la mia bella freccia a destra, ha pensato bene di sorpassarmi A DESTRA. E mentre mi passava mi ha pure guardata, ma con lo sguardo vacuo di chi vuol far finta di niente e fischietta mentalmente.
Poi c'è il brav'uomo  che oggi pomeriggio, mentre mi immettevo sulla provinciale (sempre con la mia bella freccia, stavolta a sinistra), cosa fa? Accelera a tutta (guidava una vecchia Alfa schifo deluxe), tipo come fanno quelli che ci sentono poco, e mi sorpassa facendo il contropelo alla Punto.
E poi? Poi ha trovato traffico e mi è rim…

Nessuno ha mai notato la clamorosa somiglianza tra Rutger Hauer e Amedeo Minghi?

Immagine
Possibile che di certe cose mi accorga solo io? Prendete due foto a caso dei due che vi ho citato nel titolo e ditemi che non si somigliano. Sono sicuramente parenti, o separati alla nascita. Oppure sono la stessa persona! Fateci caso: li avete mai visti assieme nello stesso posto?
Non avete il coraggio di chiedervelo perchè in fondo in fondo sapete già la risposta: no. Quindi, la prossima volta che dileggerete "Vattene amore", ricordatevi che prendete in giro colui che ha visto cose che voi umani ecc. ecc... (si legge chiaramente tra le righe che intendeva metterci in guardia sui suoi futuri duetti con Mietta, anche se io personalmente non ho nulla da ridire su "Vattene amore", anzi, mi sbilancio dicendo che è una canzone che mi piace, non vedo perchè dovrei mentire, non c'è niente di male, "it's ok to cry" come si suol dire, no?)

Mentre vi scrivo, fuori è tutto un frantumar di vetri.

Torniamo un po' a parlare di piscina, sennò magari pensate che ho mollato.
Invece no, il corso continua e posso dire che quasi quasi mi sto abituando al nuovo istruttore.
Certo mi ha soprannominata "artrite";
ok, mi prende in giro quando faccio qualche esercizio in modo poco corretto;
mi fa il verso quando dico che ho paura;
mi fa ridere mentre nuoto causandomi bevute impreviste di acqua clorata;
mi ha spinta in acqua mentre stavo trovando il coraggio di tuffarmi (sperando che nel frattempo cambiasse idea e ci mandasse negli spogliatoi - visto che la lezione era praticamente finita da 5 minuti);
ma per il resto direi che sto imparando molto da lui e ho fatto buoni progressi. Gli do atto di essere un bravo istruttore e quindi lo perdono. :D
Unica nota negativa: il mio compagno di corso aka Jerry Calà dei poveri.
Speravo che, viste le ripetute assenze, si fosse ritirato; o avesse cambiato orario.
Invece no. C'è ancora. Lui e i suoi capelli lunghi sciolti. Che mi chiedo cosa se l…

Decennale del palindromo.

Immagine
Una mattina di dieci anni fa sono arrivata in classe (facevo la quinta superiore), ho poggiato lo zaino al mio posto, sono andata alla lavagna e ho scritto:

20/02/2002

Poi ho chiesto ai miei compagni (che mi guardavano come dire:"Embè?"):
"Sapete cos'è oggi? Un giorno palindromo, ossia si legge allo stesso modo sia da sinistra verso destra, che viceversa".
Me la vedo ancora la lavagna con la data scritta da me, come se ce l'avessi davanti.
Chissà dove l'avevo sentita dire questa faccenda dei palindromi, chissà quanto ci avevo pensato a questa entrata d'effetto.
Non mi ricordo le reazioni dei miei amici, ma mi ricordo che mi sentii molto fiera delle mie adenoidi sul momento.
Santo cielo, sono passati 10 anni :-o




Lo scaldanaso esiste!

Qualche tempo fa io e una mia amica discutevamo sul vecchio detto "Mangia al caldo e dormi al freddo". Secondo lei dormire al freddo non era questa gran cosa. Ti si gela il naso e se tiri su le coperte per proteggerti dal freddo...ti soffochi!
Come la capisco! A casa mia, dove vigono delle abitudini un po' spartane e il riscaldamento è considerato uno spreco, la camera da letto d'inverno ricorda più una caverna che un'accogliente alcova.
Così la mia amica diceva che "... è meglio dormire al caldo! Anche perchè, che io sappia, non esiste uno scaldanaso.".
E invece... eccolo!
Nel titolo del post che vi ho linkato ci si chiede "Sicuri che serva proprio per il naso?". Ah ah.
E' evidente che chi ha redatto il post non ha mai rischiato che il naso gli si stacchi per il freddo, e quindi può permettersi di porsi licenziosi dubbi.
:D

Il sole negli occhi.

Immagine
Ma ho veramente voglia di andare a lezione di nuoto stasera, col nuovo (sergente) istruttore che ci fa fare vasche anche DOPO che è suonata la campanella? (Sì, alla fine dei 40 minuti suona una campanella, come a scuola)
Non lo so.
Ho dimenticato i miei occhiali da sole in macchina di un mio amico, quindi son quasi 2 settimane che guido senza occhiali. Tutti voi attenti lettori sapete bene quanto io sia sensibile alla guida senza occhiali da sole. Il riflesso mi infastidisce, e poi sono allergica al sole, mi viene da starnutire come se non ci fosse un domani.
Ieri c'era questo bel sole e io stavo affrontando una rotonda quando gli occhi hanno iniziato a laGRImare, non riuscivo più a tenerli aperti! Allora immaginatevi: io che faccio la curva della rotonda, con un occhio chiuso e un altro semichiuso. Chissà quelli delle altre macchine che avranno pensato vedendomi (devo aver assunto un'espressione davvero impagabile).
In sottofondo:

Una volta sbrogliata la rotonda e riacquistato il …

Ne avevo una bellissima da dire, se solo mi venisse in mente.../16

"Per me l'amore è un puro concetto dotato di un corpo inadeguato, che passando attraverso cavi sotterranei, linee telefoniche ecc., riesce faticosamente a trovare il contatto. Una cosa terribilmente imperfetta. A volte ci sono errori di trasmissione. A volte non si conosce il numero. A volte ti chiamano, ma hanno sbagliato numero. Non c'è niente da fare. Finchè vivremo in questo corpo, sarà così."

Murakami Haruki, DANCE DANCE DANCE

Ma no! Povera Whitney!

Immagine
Povera Whitney Houston. Ora tutti a postare su fb il video di I will always love you, che a me non è mai piaciuta perchè io preferivo di gran lunga "I'm your baby tonight", contenuta in una mitica cassettina che avrò consumato negli anni d'oro tra elementari e medie.
Povera, povera Whitney.
Sì, in gioventù ascoltavo un po' di tutto, pure la cassettina di Whitney Houston (Ne ho anche una di Giorgia, e Paola e Chiara, finanche una di quei due vecchi che cantavano la Macarena ecc...).
Una lunga strada verso Stoccolma per arrivare ai miei attuali gusti raffinati.
Cara Whitney, non ascoltavo una tua canzone da lustri, ma la tua musicassetta, con la scritta "Arista Records" stampata, ce l'ho ancora.
(Che poi, che nome buffo per una casa discografica. Arista. Come l'arista di maiale O_o)

Col sole che c'è oggi sembra impossibile che da domani arrivi il finimondo.

Ciao amici dell'Atene. Stavo rimandando un po' troppo l'aggiornamento del blog. E' colpa del freddo. Calano le temperature e io preferisco abitare le stanze riscaldate della casa, piuttosto che congelare al pc.
Ho visto una miriade di scene nevose in tv.
Ma oggi qui nel vicentino c'è il sole, è una bella giornata.
E' difficile immaginare che nel week end lo scenario cambierà radicalmente. Pazienza, prenderemo quel che verrà.
Ma ora basta parlare del tempo, come mi ha fatto notare una mia amica, sembra che siamo tutti chiusi in un ascensore gigante e che per vincere l'imbarazzo di che parliamo? Del meteo.
A proposito di ascensori, qualche sera fa, facendo zapping, ho intravisto un film horror con protagonista un ascensore assassino! Quando la finzione supera la realtà!
Motivo in più per fare più volentieri le scale.
A proposito di realtà e finzione: ieri sera stavo guidando quando all'improvviso, in mezzo alla strada, sulle strisce pedonali, è apparsa una ragaz…

Io non sono Amelia Pond, sono un'interfaccia vocale.

Sto guardando il Dottore.
Ma non potevo non dirvi come è andata stasera a nuoto. E' andata bene dai, meglio di lunedì!
L'istruttore non mi ha sgridata più di tanto e io ho fatto il mio dovere di schiappa del corso di nuoto.
Ce la posso fare!
Bastoncini di pesce e crema!!!

Perchè non vi ho ancora raccontato del cambio di istruttore e dell'inizio del nuovo corso?

Ve lo spiego subito. Perchè è stato un mezzo disastro.
Innanzitutto sono arrivata in piscina in ritardo. La doccia sotto cui bisogna passare prima di entrare in vasca non funzionava. Vedo che in prima corsia ci sono delle facce nuove.
C'è un tizio che non ha spiaccicato parola per tutta la lezione e un papà con il figlio. Del ragazzino non ho nulla da dire (per ora), sul padre invece... oltre a sembrare una specie di Jerry Calà, ha continuato ad incitare il figlio con frasi tipo:"Vai campione!!!" o "Grande chitarrista!!!".
Grande chitarrista? Ma che...?!
Altra cosa che mi ha indisposto: anche questi nuovi sanno già nuotare.
Ma allora io mi chiedo: sono l'unica pellegrina che ha iniziato un corso di nuoto non sapendo fare nulla?
Discorso nuovo istruttore, non prima di avervi detto che ogni volta che vedevo passare quello che avevo prima (che ora segue un'altra corsia) mi veniva il magone.
Dopo le presentazioni di rito iniziano i guai. Ci dice di fare una prima …