Sbracciate.

Continua la mia progressione lineare nel mondo del nuoto (a dorso).
Certo, quando faccio bene la bracciata muovo male le gambe. Quando muovo bene le gambe mi dimentico di essere dotata di braccia. Quando coordino braccia e gambe mi si infossa il bacino o mi dimentico di respirare.
Insomma, è una strada (d'acqua) in salita e meno male che l'istruttore è un brav'uomo pieno di pazienza.
Mi rimane un dubbio: quando imparerò ad usare le braccia pure per nuotare a stile? Siamo infatti a metà del secondo corso e io ho già l'ansia (che strano!). Babbo Natale, per quest'anno non ti chiedo molto: solo di farmi imparare a nuotare!
Giovedì c'è la pizza! Stesso posto dell'altra volta, quindi niente "big event".
Scusate la brevità ma 1- fa freddo, 2- ho sonno :D

Commenti

Giovy ha detto…
Io so nuotare ma a stile proprio no!
Mi piace tanto la rana.
Ciao Lucy... mi stavo preoccupando a non leggerti!
Conte di Montenegro ha detto…
Almeno dicci il tipo di pizza!
Luci ha detto…
Giovy, al momento gli unici due stili che pratico sono il libero e a dorso. Tutti gli altri per me sono ancora tabù :D

Conte, questa volta vedrò di ordinare una pizza che poi non dia adito a strani doppi sensi :P :D

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!

Si fa presto a dire "catena"...