The man in the gabardine suit was a spy.

Le mie vicissitudini legate al corso di nuoto stanno regalando nuova vitalità (che in soldoni significa più commenti) al mio blog. Un po' come il video osè con protagonista la Belen Rodriguez ha portato un po' di frizzante scompiglio (!) nella rete.
Che bizzarro parallelismo... in realtà è tutto studiato, in queste ore il nome della nostra beniamina sarà cliccatissimo e magari niente niente qualcuno per sbaglio capita qui da me e rimpolpa il mio atrofico contatore delle visite.
Comunque mi pare di capire che il lettore ama leggere le mie vicissitudini da novizia del nuoto. Si immedesima, empatizza, capisce che non sono solo un nome dietro un header color sanguinella Guizza, non sono solo delle dita che battono rapidamente sulla tastiera grazie a Pc Scrivo*.
Sono anche una persona normale che nel tempo libero pratica normalmente attività normali con tutti i suoi pro e i suoi contro.
Come ho scritto più volte la paura di annegare, sebbene tutti mi abbiate scritto che no, è impossibile, al massimo bevi tanta acqua, c'è ancora. Ma alla sesta lezione posso dire che un po' la sta scemando. Per dire, stiamo provando il dorso. E ho abbandonato il galleggiante. Mi pare che mi dia più fastidio che altro. Direi che è un piccolo progresso, no?
Quasi quasi creo un tag apposito.

*In prima e seconda superiore, durante le lezioni di Trattamento testi e dati (l'ex dattilografia, immagino), ho imparato a scrivere senza guardare la tastiera, utilizzando tutte e dieci le dita grazie ad un programmino all'uopo, appunto Pc Scrivo. PuLtroppo nell'internet non ho trovato alcun riscontro, nè uno screenshot con Diana, dea della caccia che scoccava la sua freccia malefica ogni volta che si sbagliava a digitare una lettera, facendo così scoppiare un palloncino. Cavoli, si vede che son passati un sacco di anni, ho dei vuoti che rendono questa mia spiegazione del programma lacunosa e deviante. Insomma, fidatevi, quando sbagliavi a digitare, Diana si arrabbiava e iniziava a crivellarti di frecciate 'sto palloncino con le lettere dentro e quindi tu, un po' per quieto vivere, un po' per quell'istinto di vincere a tutti i costi che chiunque giochi un pochetto ai videogiochi conosce, cercavi di fare bene, di concentrarti e di non fare errori. Oh, com'è come non è, il Pc Scrivo ha fatto il suo dovere e ho imparato a scrivere senza guardare la tastiera e senza fare errori (avrei voluto scrivere "senza fare errori" con qualche errore, per ridere -ah ah ah-, ma cavoli, sono troppo brava, non son riuscita a sbagliare neanche volendo).

Commenti

Giovy ha detto…
Io ci passo sempre qui a rimpolpare il contatore di visite! :-)
Luci ha detto…
Grazie Giovy!!! Voglio tanto bene ai miei sparuti lettori e commentatori!!!

Post popolari in questo blog

Si fa presto a dire "catena"...

Ho una mezza idea.