Insettini.

Stamattina mi sono svegliata appena in tempo da uno strano incubo in cui io e un gruppo di altre persone ci dovevamo difendere dall'attacco mortale di alcuni misconosciuti insettini rossi. Inutile scappare, chiudersi a chiave, tappare le finestre o schiacciarli: questi trovavano sempre il modo di raggiungerti o di sopravvivere ricomponendosi. Poi ok, non erano molto veloci quindi uno aveva tutto il tempo di scappare, ma prima o poi quei maledetti insettini ci trovavano di nuovo. Ora che ci penso bene mi ricorda molto gli attacchi dei Cyloni, ogni 33 minuti. O qualsiasi altro film coi mostri indistruttibili.
Sfido che ora sono rintronata. Ho sprecato tutta la mia intelligenza, astuzia e prontezza di riflessi per sopravvivere agli insettini del sogno.
Pensate se la vita vera fosse quello che sognamo e i sogni veri fosse la vita di tutti i giorni: altro che Matrix! Magari ora sto dormendo e sto sognando di essere in ufficio che aspetto arrivi l'ora di andare a casa. Poi stanotte mi sveglierò e chissà cosa mi capiterà. Spero che nel frattempo qualcuno si sia preso la briga di debellare quelle bestioline killer.

Commenti

Anonimo ha detto…
dannate formiche staliniste!

fu
Luci ha detto…
Non erano formiche :PPP

Post popolari in questo blog

Si fa presto a dire "catena"...

Ho una mezza idea.