Basterebbe un temperino per tornare ad un clima temperato?

Ieri sera dando un'occhiata alle chiavi di ricerca che portano al mio blog, ho pensato che, dato il blocco degli script che ultimamente mi contraddistingue, potrei comunque fare del bene al prossimo. Vi spiego subito come.
Nel corrente mese di agosto ben 4 persone (quattro!!!) sono arrivate nel mio blog cercando "pervinca colore". Ora, perchè fare la solita cosa di commentare le chiavi di ricerca sfanculando le persone che in buona fede fanno una ricerca sull'internet e poi, ahiloro, finiscono nel mio blog, dove, diciamoci la verità, non troveranno mai una risposta sensata?
Basta con questa cattiveria gratuita.
Perciò ora scriverò una volta per tutte qualche info sul color pervinca.
Siccome io voglio essere solo un modesto mezzo per la vostra erudizione, mi limito a copia incollare da wikipedia (Che poi è quello che fa la maggior parte della gente, solo che non lo dice):

Pervinca:
"Il pervinca è il colore dell'omonimo fiore.

È una sorta di celeste-violetto vagamente grigiastro.

Viene utilizzato come pigmento per abiti e oggettistica. In pittura per dipingere il cielo e, talora, i fiumi.

Molto utilizzato a Viterbo, Eboli e Castagna."


L'omonimo fiore dice?
Esiste un fiore che si chiama Pervinca?
Non proprio. Si chiama vinca, pervinca per gli amici. Wow.
Quando scrissi il post sul color pervinca (non ho voglia di cercare il link), a mò di esempio pubblicai la foto di un fiore di malva, dato che mammà mi aveva detto che la malva è color pervinca. A sapere che esisteva un fiore omonimo pubblicavo un'altra foto. Malva per il color malva, pervinca per il pervinca.
Ci si colora le cose, prosegue la wiki. E, momento di alta poesia, lo si usa quando si devono dipingere il cielo e, TALORA, i fiumi. Evidentemente non va bene per oceani, mari, torrenti, fossati, canaloni di scolo. Scelte stilistiche immagino, ed io sono la persona meno adatta per discuterle.
Molto utilizzato. Cosa? Il fiore? Il pigmento? Il tubetto di tempera? Non è dato saperlo. Forse un mix di tutti e tre. Per saperne di più dovremmo chiedere a qualcuno di Viterbo, di Eboli (lo chiederò direttamente al buon Gesù, so che lui c'è stato) o di Castagna. Che poi la wiki ne parla come se fosse una celeberrima cittadina ma io non ho mai saputo di una città che si chiama Castagna. L'unico paese che risponde a questo nome è un ex comune della provincia di Catanzaro soppresso nel 1869. Forse gli abitanti di Castagna avrebbero dovuto impegnarsi a fare più bambini invece di perdere tempo a "utilizzare molto" il pervinca. Senza offesa eh.
Sipario.

Commenti

Anonimo ha detto…
la vinca (per) è davvero bellaaaaaa

è il caldo, non mi drogo (ancora)

Fu

Post popolari in questo blog

Si fa presto a dire "catena"...

Ho una mezza idea.