Feste di catechismo in piscina.

- Sapete quando nei vari giornali vi consigliano, per sfuggire alla monotonia, di apportare dei piccoli cambiamente alla vostra routine, tipo di fare un tragitto diverso per andare al lavoro?
Siccome in superstrada stanno rifacendo l'asfalto, e volendo evitare di respirare catramosi fumi che quest'attività comporta, ma anche per limitare il ritardo che l'intasamento che inevitabilmente si crea mi avrebbe fatto accumulare, ho fatto un'altra strada. Wow che bello! Non che questo abbia risollevato il mio pomeriggio, alla fine l'unico cambiamento è che vedi più traffico in zone in cui di solito passi di sera o nel week end. Insomma, noia. E' più divertente il tragitto che faccio di solito. E non ci sono semafori ma un'unica rotonda a spezzare il ritmo.

- Ieri sono uscita a prendere la posta. O meglio, a controllare se ci fosse posta. Infatti non c'era nulla. Allora ho richiuso la cassetta della posta, peccato che la chiave non volesse uscire dalla serratura. E allora mi sono immaginata lì, ferma davanti alla cassetta, per sempre, a fare infiniti tentativi per far uscire la chiave, senza successo. E' stata una sensazione molto strana, quasi di rassegnazione. Poi la chiave s'è tolta e sono rientrata.
Oggi è stata una spedizione più fruttuosa: una fattura più una busta strana, rovinata e piegata in due.
Mossa da indicibile curiosità, ho accontanato la fattura per aprire la busta malconcia.
Come vi ho detto era rovinata, come se fosse stata tenuta sotto l'acqua e poi asciugata al caldo sole dei caraibi.
Dentro c'era un curriculum. Leggo sommariamente ma con fatica, dato che le parole, seppur scritte a computer, sono tutte sbavate. Ahimè, caro amico, (si trattava invero di un giovanotto appena ventenne, ma non al primo impiego, leggo)non la migliore delle presentazioni.

- Domenica ero ad un pranzo di famiglia. Una buona occasione per essere protagonista di scene imbarazzanti ma anche un momento per ritrovare quei cugini che di solito non vedi per mesi e mesi (anche se ora, grazie a Facebook, riesco comunque a seguire i fatti salienti della loro vita - niente traumi alla Christian Bale prima bambino e un minuto dopo splendido trentenne-).
Per la cronaca, fortunatamente non ci sono state scene imbarazzanti, se non quando, prima di andarmene, stavo salutando i parenti rimasti, do la mano ad un anziano cugino di mia madre che invece di salutare brevemente, non mi blocca e comincia a farmi il baciamano chiamandomi col nome di mia zia? :-

- Stanotte ho messo una bottiglietta d'acqua in modo da trovarla bellafresca stamattina.
Arrivo in ufficio, metto la mia bella acquina sulla scrivania pronta all'uso.
Non avevo fatto i conti col fatto che in frigo deve esserci una bella cipolla che oltre a spandere il suo pungente aroma ogni qual volta si apra il frigo, ha contaminato pure la bottiglietta. Così più che acqua, mi è sembrato di bere brodo di cipolla andato a male (piatto che non ho mai assaggiato quindi posso solo ipotizzarne il gusto).

- Alla faccia di "Agosto è il mese più freddo dell'anno", Luglio non ha voluto esser da meno.
Evviva!

Commenti

Anonimo ha detto…
cipollina :-PPPPPPPPPP

Fu

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!

Si fa presto a dire "catena"...