Estate, sei calda come i baci che ho perduto...

...e fastidiosa come questa tosse insistente che chissà quando mi passerà, forse per l'autunno, sì dai, magari per il prossimo autunno sarò guarita giusto in tempo per ammalarmi di nuovo.
Ora ho capito perchè alcuni mettono in guardia dall'aria condizionata. E' mortalmente mortale.
Ne so qualcosa io che da domenica sono senza voce, con la gola in fiamme, e ora, la tosse.
Ognuno di questi tre malanni ha i suoi lati negativissimi:

- abbassamento di voce: il mio lavoro, per un buono 215% consiste nel rispondere al telefono o nel fare telefonate minatorie (tipo:"Paga ladro" o "Ho fatto un ordine 10 anni fa, c'è stato qualche problema che ancora non ho visto niente?"). Con la scusa che sono senza voce però non posso essere incisiva come al solito (e già di solito non lo sono, immaginate con questa menomazione vocale). Ironia della sorte ha voluto che da lunedì mi siano toccate le telefonate più rognose, questioni improrogabili. E solo in un paio di casi ho potuto ovviare mandando una e-mail.
La cosa simpatica è che la voce andava e veniva e quindi avevo delle fasi stile Amanda Lear che canta "Tomorrow" e altre in cui sembravo Puffetta. Veramente imbarazzante.

- mal di gola: ho provato coi miei vecchi rimedi di automedicazione; quindi bere tanta acqua, mangiare gelato, suggere Benagol come se non ci fosse un domani. Ma niente, malnati rimedi faidate. E così mi son detta che qua l'infiammazione era fuori controllo. Vai di aspirina. Un momento... non c'è l'aspirina. E' finita. Ok, è notte, io sto morendo di gola e non c'è niente che mi possa far stare meglio se non l'eutanasia.
Guardo meglio e trovo una confezione di tachipirina. Pastiglie. Santo cielo, io non prendo pastiglie, ho paura di morire soffoccata. Ok, posso trovare un compromesso tra il morire soffocata da un pastiglione e il morire perchè mi scoppia la gola: fare a tocchetti la pastiglia e prenderne uno alla volta. Devo dire che funziona. E in più la tachipirina non aggredisce lo stomaco. Ottimo. Viva le pastiglie!

- la tosse: se solo mi poteste sentire, chiudendo gli occhi, dimentichereste di avere di fronte a voi la vostra giovane beniamina, e vi sembrerebbe di stare al cospetto di qualche vecchia rantolante, che fuma e fa aereosol di gasolio.

Di secondo nome dovrei fare "Ritratto della salute".

Commenti

Anonimo ha detto…
spero tu l'abbia cotta sul cucchiaio come house coi farmaci sperimentali :-P

Fu
Luci ha detto…
Ah, mò si chiamano "Farmaci sperimentali" eh?
SCIUSCIA ha detto…
Eccheccazzo pare Novembre
Luci ha detto…
Sì, pare pure a me, con la differenza che ora fa caldo e che se mi metto una sciarpa al collo muoio di caldo e che se solo mi avvicino ad un ventilatore peggioro e... si insomma, sempre alla morte vado incontro.

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!

Si fa presto a dire "catena"...