Brasato su una storia vera.

Ehilà! Buon 2011!
Se fra un anno saremo ancora qui a leggere questo blog, vorrà dire che abbiamo vinto, che abbiamo gabbato la sorte e sgraffignato un altro anno. O solamente che alla Corea del Nord non sono saltati i nervi e non siamo tutti morti per un disastro nucleare.
Come vedete la vostra beneamata inizia l'anno con il positivometro a mille. Veramente sono carichissima.
Non foss'altro per il fatto che sono finalmente in vacanza e che ho una macchinetta per il caffè che ho imparato ad usare da subito senza manco leggere il libretto delle istruzioni (mi vanto del fatto che al primo tentativo sono riuscita pure a farmi un cappuccino) e quindi prova che ti riprova sto bevendo un sacco di caffè, tipo che l'altra notte mi sono addormentata alle 3, dopo aver ascoltato tutta la mia playlist di mp3 (13 ore e qualche minuto), ma non ascoltando le canzoni per intero, solo l'inizio, perchè ero così agitata che dopo un po' mi scocciavo e passavo alla successiva.
Uhm...guardate come ritorna prepotentemente il numero 3 nel paragrafo precedente.
Ora che mi sono bullata di riuscire ad usare gli aggeggi di cucina senza leggere le istruzioni posso andare a dormire contenta.
Buon inizio cari amici dell'Atene!




Commenti

Anonimo ha detto…
E brava Lucilla! quello che non sai è che nelle istruzioni è contenuto un mantra protettivo, ma ormai...

Fu
Desdemona ha detto…
Il video della canzone è molto ottimista! Brava!

Buon anno carissima.

P.S. L'ottimismo è sopravvalutato: non ti fa vivere di più e a volte neanche meglio perciò buon cinismo a tutti. YEAH!

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!

Si fa presto a dire "catena"...