Ne avevo una bellissima da dire, se solo mi venisse in mente.../14

"La mosca stava ancora camminando sulla scrivania. Arrotolai il "Racing Form", le diedi un colpo e la mancai. Non era la mia giornata. Nè la mia settimana. Nè il mio mese. Nè il mio anno. Nè la mia vita. Accidenti.
Mi appoggia allo schienale. Nato per morire. Nato per vivere come uno scoiattolo maltrattato. Dov'erano le ballerine di fila? Perchè mi sentivo come se stessi assistendo al mio funerale?"

Charles Bukowski - PULP

Commenti

Anonimo ha detto…
GENIO!!!

Fu
Ladymar ha detto…
L'ho riconosciuto dalle prime righe :)
Finora ho letto "Factotum" e "Panino al prosciutto" e mi é piaciuto decisamente più il secondo.

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!

Si fa presto a dire "catena"...