Mi sono distratta un attimo ed è arrivato agosto.

Tutto perchè luglio, causa matrimonio di mia cugina, è passato ad una velocità spaventosa, mandando in tilt l'autovelox della mia vita.
Inutile che mi mandino una multa comunque, non la pagherò certo io per lui.
Ora come ora mi devo concentrare sul lavoro che manca poco alle ferie e c'è tanto da fare e da finire. Che vorrei terminare tutto in tempo per non andare in vacanza con l'ansia.
L'altopiano di Asiago è un posto stupendo, da stare lì a guardarsi attorno o a guardare giù in pianura con un binocolo per una giornata intera. (Ci sono stata ieri sera, causa festa di compleanno di un'amica).
Piccolo brivido post-weekend: stamattina mi ritrovo con la macchina in riserva spinta. Al primo distributore ho fatto 20 euro di benzina. Una fortuna, roba da ricchi, da paese del bengodi; ultimamente il massimo che faccio sono 15 euro quando butta bene, 10 quando butta e basta.
Ma mi sono arrabbiata con lo status "in riserva" e ho fatto la splendida, spendendo i miei ultimi 20 euro.
E pensare che, agli inizi della mia carriera lavorativa, la sottoscritta sbarbatella faceva 30 euro ogni volta. E dire che prendevo pure uno stipendio più basso di ora. Bah.

Commenti

SCIUSCIA ha detto…
Passa a metano, va'.
Luci ha detto…
Sì, così, con la fortuna che mi ritrovo, alla prima occasione utile faccio un incidente e la macchina esplode. :-/
io ho un capello bianco per ogni volta che vedo un aumento del prezzo del carburante, maledetti infami vigliacchi... 20 euro? stralusso!

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Si fa presto a dire "catena"...