Ansia ansiosa.

Il matrimonio è andato. Tutto molto bello, e caldo.
Ora però io sono tesa e preoccupata per un colloquio che devo fare stasera. No, non è un colloquio di selezione per un posto di lavoro. E' un'altra scocciatura. Morirò, io penso. Morirò d'ansia.
Poi andrà tutto bene e "di che mi preoccupo?!".
Però sono stanca di fattori ansiogeni, sono stanca del caldo, che non so più se ho caldo perchè fa caldo o se ho caldo perchè mi sto autocombustendo.
L'altra sera ho detto a mia madre che vorrei andare via 10 giorni, lontano da tutto e da tutti.
Sapete che ha detto?
"Ma cosa ti ho fatto?".
Beh, direi che non ha la coda di paglia no?
Che poi in effetti non mi ha fatto niente, nessuno mi ha fatto niente. Per la maggior parte il problema sta proprio nella mera esistenza di alcune persone (no, non sto parlando di mia madre).
Tranquilli, appena inizieranno le ferie non mi lamenterò più di nulla. Mai come quest'anno, in cui temo ogni santo giorno mi dicano "da domani stai a casa", ho agognato le ferie.
Ma poi, ad essere sincera, mi andrebbe bene anche solo non essere in cig, lavorare normalmente.
Ok, basta con questa lamentite, direi che per questo mese ho dato.

Commenti

kzissou ha detto…
ti abbraccio fortissimo...
meno mal che almeno tu hai le ferie...
Anonimo ha detto…
La solita ah ah! eh, sta cosa della CIG è la vera scocciatura, spero in autunno andrà meglio!

Fu

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Si fa presto a dire "catena"...