La morte corre sul filo...del ferro da stiro.

Ho iniziato a fare una cosa mai fatta prima: lavo le maglie di sera. Complice il caldo, posso sfruttare il calore tardo pomeridiano-serale. Così il mattino dopo le maglie sono asciutte. La sera le stiro e ne lavo altre.
In questo modo non mi verranno inutili nervosismi alzapressione come quando, povera piccola ingenua, aspettavo che fosse mia madre ad occuparsi del bucato.
Per un problema (momentaneamente) risolto, combino mille guai.
Le ultime due volte che ho stirato ho rischiato a)la morte, b)il corto circuito, c)l'allagamento, d)la fine della società occidentale.
Ho un rapporto problematico col ferro da stiro. Una "relazione complicata", per dirla alla facebook.
Praticamente un giorno riempio la caldaietta del ferro, stiro un paio di cose, stacco la spina, lascio lì il ferro e me ne vado.
Arriva mio padre dopo un po' e trova il pavimento allagato, la ciabatta dove sono collegate le varie spine della tv, lettore dvd, ecc... che quasi galleggia.
Oh oh, che pasticciona. Ho lasciato il ferro con la piastra appoggiata sull'asse, non in piedi come al solito, e chissà come mai, l'acqua è uscita.
Bene, anche un criceto avrebbe imparato la lezione.
Invece no.
Sabato pomeriggio, devo uscire a breve, mi stiro una maglia.
No, che nel bel mezzo dello stiraggio mio padre mi chiama.
Stacco la spina dal ferro e corro fuori.
Al mio rientro, il dramma.
Il panno che ricopre l'asse da stiro è fradicio. Se avessi tardato un altro po' a rientrare, la macchia d'acqua si sarebbe allargata fino a raggiungere la maglia appena stirata che avevo diligentemente (?) lasciato sull'asse da stiro.
Controllo per terra e grazie al cielo è tutto asciutto.
Pazienza per il panno bagnato, penso. Si asciugherà.
Prendo e me ne vado.
Il giorno dopo mia mamma mi racconta di aver trovato il panno completamente umido, il telo tra il panno e l'asse smaciullato dall'acqua e per terra il solito lago d'Aral.
Sicuramente una forza oscura sta tramando alle mie spalle.

Commenti

fabiosirigu ha detto…
un giorno sarai una brava massaia :)
Luci ha detto…
Ma certo, sono già sulla buona strada... piccoli incidenti di percorso a parte :P
Anonimo ha detto…
DONNE, E' ARRIVATA LA 220!

FU

:-pppppp
Ladymar ha detto…
dai che ti sei evitata un classico delle situation comedy: rispondere al telefono portandoti il ferro da stiro all'orecchio invece della cornetta ;)


Fu :PPPPPP

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Si fa presto a dire "catena"...