Tutti giù per terra.

Ecco una cosa che mi sono scordata di dire nel post di ieri.
Mentre ci dirigevamo verso il duomo, vedo un capannello di gente che guarda verso il basso.
Io intravedo solo un tizio seduto per terra intento a tagliare non so cosa con un coltello. La mia amica guarda meglio e mi dice:"Oh guarda, sta intagliando delle carote! Fa delle sculture con le carote, che bravo!". Che bravo? Se mi mettessi io a fare la stessa cosa vi chiedereste se son scema o cosa.
Al che le dico:"Ecco, vedi com'è la gente? Si ferma in mezzo alla strada per guardare il nulla."
Ma dico io, uno seduto per terra su un marciapiede (e già qua) con davanti vari resti di carota e piccole sculture che non mi sono manco presa la briga di guardare (altrimenti sarei stata come tutti gli altri babbei) cosa rappresenta di così interessante? E' come se io mi mettessi per terra e svuotassi davanti a me il bidoncino per la raccolta differenziata dell'umido. Non ci trovo proprio nessun buon motivo per fermarmi e starlo a guardare. Tanto valeva allora fermarsi davanti alla zingara che, seduta anch'ella per terra, si stava depilando le sopracciglia dall'altro lato della strada.

Commenti

Anonimo ha detto…
non capisci l'artigianato :-P

Fu

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Si fa presto a dire "catena"...