FAIL Atene.

Continuo a fallire cari amici. Dopo la bottiglietta di chinotto da 5 euro (al concerto di Dente), questa sera sono riuscita a farmi fregare di nuovo.
Io e la mia amica siamo andate al bar e invece di prendere un sano bicchierino di amaro o un superalcolico qualunque, o un cappuccino con le crocchette, o una birra rossa con cassata gelato o chessò io... abbiamo ordinato 2 tè.
Solo che... insomma... non so come dirvelo, alla fine altro non era che una tazza di acqua calda, accompagnata da una bustina di tè. La prossima volta mi porto la bustina da casa e ordino una tazza di acqua (del rubinetto) calda. Quanto me la potranno mai far pagare dell'acqua calda?
Morale della favola, arriviamo alla cassa, la cameriera mi guarda perplessa. Le dico "Due tè".
Sapete cosa mi ha risposto?
4 euro.
Cioè vuol dire che: tazza di acqua calda + bustina di tè aromatizzato ai 4 frutti rossi di sta cippa della Twinings (che al supermercato con 4 euro, mi porto a casa due scatole di bustine) costa 2 euro.
Non ho scoperto l'acqua calda, ma l'ho pagata cara.
E come si dice in questi casi, la mia generazione ha perso.

Commenti

kizissou ha detto…
ma luci..come fai ad uscire per ordinare un tè????
mi vergogno di te...
non sei l'alcoolica che credevo...ti venderei a tranci!
Anonimo ha detto…
A milano, di sera, costa più del doppio
Luci ha detto…
Kia, non sono uscita apposta per bere un tè: ero in giro, poi ci siamo fermate al bar, faceva freddo...e ho fatto 'sta cacchiata. :-|

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Si fa presto a dire "catena"...