Stazione in retromarcia.

Appresa la notizia che nella mia agenzia viaggi di fiducia non fanno più i biglietti del treno (impagabile scena: entro in agenzia e nella postazione dove di solito si trovava la tizia dei biglietti ora ci sono le ragnatele; la collega mi guarda sorridentissima, io le dico:"Per i biglietti del treno?" lei mi risponde sempre più sorridente:"Non li facciamo più"... Ah grazie...), non dico che mi è crollato il mondo addosso, ma quanto meno un controsoffitto sì.
Alternative: vado a fare i biglietti in stazione a Thiene (VI). Se la biglietteria non è aperta di pomeriggio, li farò alla macchinetta. Oppure li farò direttamente a Vicenza, sabato mattina.
Ora vi spiego: Thiene=vicino, quindi ci posso andare agevolmente dopo le 18, quando esco dal lavoro.
Vicenza= lontana, stazione sprovvista di un parcheggio adeguato, col cavolo che io alle 18 parto e vado a Vicenza (non so manco bene come destreggiarmi in centro), tra traffico e inadeguatezza della sottoscritta.
Allore ieri cosa ho fatto? Sono andata in stazione e ovviamente la biglietteria era sbarrata, non c'era nessuno. Allora mi son messa ad armeggiare alla macchinetta. Risultato? Un biglietto che non ho capito se sia un biglietto vero o una tessera della biblioteca, scritto in italiano/tedesco, valido (forse) per la tratta Thiene-Vicenza. Ossia per un terzo del tragitto che dovrò compiere.
Perchè c'è una macchinetta che mi fornisce biglietti in mezzo tedesco ma che non mi permette di scegliere il treno che voglio io? E perchè mentre io sono alle prese con la suddetta macchinetta, un tizio all'entrata mi fissa e davvero non ho capito se stesse aspettando il suo turno, se mi guardasse mentre pensava ad altro o se fosse solo un pazzo che si mette in piedi, appoggiato alla porta d'ingresso a fissare la gente che passa?
Morale della favola: farò i biglietti sabato mattina in stazione a Vicenza.
Ah, nel parcheggio della stazione sono entrata in contromano, così poi per parcheggiare (parcheggio a spina di pesce) ho dovuto fare la retro. Non mi è venuta molto bene ma neanche molto male. Me ne sono fregata e ho lasciato la macchina così com'era, senza tanto crucciarmi del fatto che fosse parcheggiata da cani (ossia male, ma non malissimo).
Se non mi vedete arrivare sapete perchè.

Commenti

AntonellaMu ha detto…
E RICORDA L'ORA SOLARE PER LA DOMENICA
Ladymar ha detto…
Infatti é noto che ci sia il parcheggio a spina di pesce e quello a "ca**o di cane" :)
Ladymar ha detto…
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Si fa presto a dire "catena"...