E' per di qua che si va di là?

Milano, domenica tardo pomeriggio.
Dopo uno sfiancante pomeriggio, sto tornando a casa con le mie amiche. Sale in autobus un tizio sulla cinquantina, maglia a righe, zainetto nero. Si siede e mi accorgo che parla da solo. Con chi ce l'ha? Boh, forse sta parlando al cellulare usando l'auricolare.
Arrivata alla mia fermata mi alzo e mi accorgo che il tizio non parlava al cellulare, ma ad una bottiglia di vino semivuota.
Ora, quante possibilità ci sono di incontrare 2 volte in 2 giorni, lo stesso ubriacone in 2 zone diverse della città? Penso pochissime, ma a me riesce questo ed altro.
Infatti lunedì mattina, alle 9.00 circa, mentre con armi e bagagli sto andando in stazione, chi ti rivedo salire sull'autobus?
Stesso tizio, stessa maglietta a righe, stesso zainetto.
Ma stavolta non parla da solo.
E al posto della bottiglia, ha in mano una confezione di vino in cartone.
...

Commenti

Anonimo ha detto…
e sono cose belle

FU
Luci ha detto…
Già...:-/
Anonimo ha detto…
Adoro questo blog!

Patty.

Post popolari in questo blog

Si fa presto a dire "catena"...

Ho una mezza idea.