Anarchy in the streets of London.

Sei anni fa, il 4 ottobre 2001, prendevo la patente. Che giornata gloriosa, il classico giorno in cui dici "Ho vinto!" o, a scelta, "I'm a heroooooo!!!".
Era una giornata buia e tempestosa...ehm...no, a dire il vero era nuvoloso e umido, fino alle 8.30 era scesa una leggere pioggerellina.
Sono già passati 6 anni, dovrei dire:"Ahhhh com'ero giovane, appena diciottenne"... tuttavia non lo dico perchè sono ancora giovane, mwhahahaha!
Solo che adesso so guidare meglio e non ho più il terrore, guidando su strade strette, di speronare le auto che arrivano dal senso opposto.
Insomma ho vinto tutta una serie di paure e di ciò vado molto fiera.
Tornata da Milano non ho visto l'ora di riprendere in mano un volante. Insomma questa è libertà! Altro che metro, tram tram e autobus! Non sono fatta per spostarmi in cotal guisa!
Da lunedì sera sono perseguitata da un fastidioso raffreddore. La grande città non solo ti costringe a viaggiare scomoda, ma ti fa pure ammalare! Aveva ragione Dostoevskij, Huxley, e pure il mio commercialista! Le città sono l'alfa e l'omega del male!
E' tempo di fatture e di poca ispirazione, mi ributto sul lavoro.

Commenti

Swat ha detto…
Ciao, hai superato anche il terrore dell'incrocio di Costabissara?

ahahah

ciao
Manuel ha detto…
eri a Milano e non ti sei neanche fatta vedere... monella.!!!!
Manu
Mark ha detto…
ciao, mi piacerebbe fare uno scambio link,questo è il mio:

http://mark-be.blogspot.com/
IL BLOG DELLA SIMPATIA
fammi sapere

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!