Lo spartiacque.

Stanotte ho dormito bene, proprio bene. Mi sono svegliata non di pessimo umore come il solito. Mi sono fermata dal benzinaio e l'ho salutato cordialmente. Sono arrivata al lavoro e mi sono accorta che gli unici dipendenti che lavorano siamo io e un operaio.
Siamo agli sgoccioli. La tristezza mi pervade...e anche un po' d'ansia (ma non è una novità, io sono sempre ansiosa).
Quest'anno non sono stanca, non vedo l'ora di stare a casa, non sogno le ferie.
E' già finito luglio? Oggi è il primo di agosto? Pazzesco! Luglio è passato come un lampo.
Ora non so bene quanti giorni ancora dovrò venire in ufficio, l'argomento chiusura estiva è tabù qui in ufficio. Quindi mi adeguo, sapendo che alle 17:30 di un giorno non ben precisato di questa settimana i miei titolari mi diranno:"Bene, da domani puoi stare a casa...tanto hai fatto tutto, vero?".
No, non avrò fatto tutto.
Potrei prendermi avanti ora, e forse lo farò...ma non mi chiamerei Lucia se finissi un lavoro per tempo.
Praticamente un anno fa, il mio caro Femputer tirava le cuoia, e mi ritrovavo senza pc, con 3 settimane di ferie davanti, a casa....senza pc...
Grazie al cielo (mah!), quest'anno non starò sempre a casa, vado 2 settimane in Croazia.
E' il mio ultimo post prima delle ferie? Non lo so, dipende da quanto tempo libero avrò per aggiornare nuovamente prima di abbassare definitivamente la serranda.
C'è un che di triste in questo congedo...
Sarà il periodo, sarà tutta la gente che parte, sarà tutto questo "ci risentiamo a settembre"...o sarà che Agosto, in fin dei conti, è pur sempre il mese più freddo dell'anno. ;-)

Commenti

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!