Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2007

Luci è fuori per il week end.

La stretta allo stomaco che ho da stamattina alle 7 (quando mio fratello è entrato in camera mia per chiedermi se poteva andare a lavorare con la mia macchina), è il chiaro segno che ci siamo. Oggi è la vigilia della mia partenza. Destinazione segreta! :P
Ricapitolando:
- vestito: c'è
- scarpe: pure
- biglietti: quelli per l'andata sì, per il ritorno sto ancora lavorando per incastrare decentemente le varie coincidenze
Queste sono le 3 cose essenziali, tutto il resto me lo studio stasera, o al limite domani mattina.
Riecco la pelle d'oca...
Ora io mi chiedo, se per stare via un week end divento schiava della mia ansia...cosa mi succederà in agosto quando me ne andrò per ben 2 settimane?
Non pensiamoci.
Comunque, spero di tornare a casa...prima cosa, poi spero di tornare con un sacco di interessanti aneddoti stile "Luci va in città e capisce che casa sua è meglio - anche se già lo sapeva".
Accidenti, ho un blocco degli script...
Sarà l'ora, prima delle 10 il mondo non es…

Noi giovani ci divertiamo con poco.

Ho la pelle d'oca...non per qualche strana emozione, ma perchè pur facendo caldo, fuori c'è vento, che entra anche qui, nel cubo infernale che è il mio ufficio...ci sono più finestre che superficie calpestabile!
Insomma dicevo questo sbalzo caldo fresco mi fa venire la pelle d'oca...
Vi aggiorno sulla situazione "vestizione per lo sposalizio": non sono più virtualmente in mutande!
Solo che ora mi mancano le scarpe. E i biglietti del treno. E altre corbellerie solo all'apparenza inutili.
Comunque sono soddisfatta, anche stavolta mi sono ritrovata a fare tutto all'ultimo minuto, come nella migliore tradizione.
Ah, sapete che nel post precendente dicevo che mi sarei ubriacata dalla felicità in caso di esito positivo del mio shopping pro-matrimonio.
Ebbene sabato sera sono uscita ma non c'è stata sbornia. A parte che mi ero dimenticata la solenne promessa che avevo fatto qui nel blog...non c'erano neanche i mezzi per una sana ubriacatura.
Dopo il solito giro…

Zelena Laguna.

La situazione, rispetto a lunedì non è migliorata. Sono ancora virtualmente in mutande, per quanto riguarda la mia participazione all'imminente sposalizio.
Se durante il week end riesco a trovare ciò che cerco, giuro che sabato sera prendo una ciuca colossale e canterò Sunday Bloody Sunday davanti ad un pubblico ostile.
Come se non bastasse l'ansia per la vestizione, ci si mette pure il normale caldo, tipico di giugno.
Lo chiamo normale caldo perchè non posso aspettarmi che ci siano 10 gradi fuori. Insomma, il calendario dice giugno e c'è poco da fare.
Fatemi gli auguri...

Una volta avevo più fantasia per i titoli.

Buongiorno cari lettori dell'Atene.
E' lunedì, e incredibile ma vero stamattina mi sono alzata di buon umore. Sono pure andata dal benzinaio prima di venire in ufficio, di solito non lo faccio perchè sono così triste che sia mattina che non sopporterei di dover dire al benzinaio "10 euro abbondanti, grazie".
Invece no, stamattina ero proprio ok!
Fino ad un attimo fa. Poi è arrivata. La stretta allo stomaco. L'ansia. Anzi, L'Ansia. Con la "a" maiuscola.
Il week end è stato infruttuoso. Si sposa un mio amico fra 2 settimane e io non ho ancora un vestito per andare allo sposalizio. Ecco. L'ho detto.
Disperazione. Ma scriverlo e rendervi partecipi del mio dramma mi aiuta.
...

Ah!!!! Ma chi voglio prendere in giro? Non mi aiuta per niente! :-(

Sono impressionabile.

Facilmente impressionabile. E sì che vivo in campagna. Di immonde schifezze ne ho viste una marea. Ma leggere certe cose...o sentir parlare di ORGANI INTERNI mi fa venire il voltastomaco...
Come sentir parlare o vedere la danza del ventre. A dirla tutta pure la parola "ventre" ha un che di abbastaza schifido..
Leggo una cosa e mi impressiono. Robe da matti. Come adesso, stavo leggendo un libro, ma ho letto di una specie di sacrificio umano...e non sono più riuscita ad andare avanti.
Meglio cambiare argomento, anche perchè sennò mi si rovina l'appetito..
Non so cosa stia succedendo ma un'alta percentuale di 24enni vicentini è all'estero.
Per lavoro, per studio, per che cacchio ne so io.
Siamo rimasti in 4 gatti: io, i miei amici e qualche altro omino di marzapane.
Ecco perchè quando esco nei week end non vedo mai gente della mia età!
Sono tutti all'estero.
Ma dove andremo a finire di questo passo???!!!
La risposta scontata e pseudo-gag sarebbe...all'estero!
Ma ve la …

La blasfemia paga.

Eccome se paga! Oltre a rivestirmi di un'aurea di mistero, grazie al post precedente sono stata pubblicamente ringraziata nel blog di Davide (Lario3)!
Ah che meraviglia!
Ah l'autoreferenzialità!
Ah l'Amur, l'Amur!*
Scusatemi, ma ora vado a bullarmi con gli amici!!!



(*Amur: famoso fiume che segna il confine tra Cina e Siberia...o tra Siberia e Cina...a seconda)

Essere blasfemi oggi.

Finalmente sono entrata in possesso del geniale libro di Davide La Rosa, "Dio".
E' andata a prenderlo per me una mia amica e me l'ha portato sabato sera. Ovviamente non ho resistito e mi sono messa a leggere subito, dando ottimi spunti ai miei amici per burlarsi di me che ridevo come una matta. Hehehe già rido sempre, figuratevi vedermi ridere senza motivo mentre me ne sto per i fatti miei a leggere un libro. ^_^
Comunque poco importa, so che devo essere paziente con i miei amici.
Ho continuato a rileggermelo pure a casa, a letto...
La mattina mi sono recata al tempio (in Chiesa) coi miei genitori, sempre col libro appresso, lo leggevo durante il tragitto, incurante del rischio "nausea da lettura in macchina" (sì dai, quando leggi in macchina ti viene la nausea...non capita solo a me, è un fatto provato, credo c'entrino le orecchie o il fatto che sei fermo ma in movimento e leggi allo stesso tempo...ok, non lo so, avete capito).
Mia madre ha notato il libro.…