Post

Visualizzazione dei post da 2007

Non c'è 2 senza 3...anni di Atene a tenuta stagna!

Quasi mi dimenticavo!
Questo blog compie 3 anni! O meglio, li compiva ieri, ma mi sono dimenticata di scriverlo! :D
Bravo Atene, ormai hai 3 anni, sei pronto per andare all'asilo. :D
Tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanti auguri Ateneeeeeeee....
tanti auguri a teeeeee!

Buon NaSale! Oh Oh Oh!

Qui urge buttar giù due righe per il Natale, perchè oggi è l'ultimo giorno utile per aggiornare il blog prima delle feste.
Quanto starò a casa e quindi senza internet?
Non lo so, che me lo chiedete a fare?
Quindi devo sbrigarmi a farvi gli auguri, che fra poco entra il capo e comincia a blaterare di inventari, di fatture, di documenti da mandar via, di "non c'è teeeempo" e di "passaci la liana Milhouse!!" Ah...no scusate, l'ultima frase non la dice...è una gag della sottoscritta copiata spudoratamente dai Simpson.
Ma sto divagando...o diVangando, se mi date una vanga. Oddio no, pure i giochi di parole!

Buon Natale cari amici dell'Atene!


...
Ah, dimenticavo! Molto probabilmente, anzi, lo spero, non sarò qui neanche prima della fine dell'anno.
Ma non è sicuro. Qua nel ricco nord est non è sicuro niente.
Perciò meglio che vi auguri anche Buon Anno Venturo (come diceva Mafalda :-D).
Un anno fa, un mio ex compagnuccio delle scuole medie, mi mandò un sms per f…

Oh cavo!

Sono rimasta isolata per 4 giorni, senza internet in ufficio (quindi SENZA internet) per colpa di non so che cavo rotto.
Ringrazio l'omino Telecom che ieri sera l'ha sistemato. Che Iddio l'abbia in gloria!
Ma non tutto il male vien per nuocere. Infatti ho impiegato fruttuosamente il tempo che, diversamente, avrei impiegato scrivendo ai miei amici, aggiornando codesto blog o curiosando e facendomi i fatti degli altri su Twitter: i giochi di carte di Windows. Che il dio di Abramo e di Giacobbe abbia in gloria pure loro.
Ho scoperto che dopo un po' che non ci giochi, ti rendi conto che sei una schiappa. Poi, dopo un certo tempo tecnico, vinci con facilità. Fino ad arrivare al break even point dei giochi di Windows. Tu stavi giocando, più giocavi e più diventavi bravo. Ma nel frattempo, loro si facevano più cattivi, ti studiavano. Si arriva così ad un punto in cui inizi di nuovo a fare una faticaccia assurda per vincere. Il solitario si è fatto più furbo e non ti fa più vince…

La frase del giorno.

"Sarebbe una cosa tantissimo!!!"
(Anonimo)

Non rivelerò le generalità dell'anonimo, non fosse altro che per salvarlo dai tizi dell'Accademia della Crusca che lo stanno già cercando per linciarlo moralmente e fisicamente!
D'altra parte, come si dice? "Genio e sregolatezza", no?


;-) :-D

Distributori tristi di benzina alla mela.

Ieri sera sono andata in centro e sono passata davanti a diversi distributori di benzina. Scene tristissime. Erano tutti chiusi, a parte uno. Non illuminati, con qualche disperato in macchina che si ostinava a voler far benzina.
L'unico ancora aperto, e aperto pure stamattina, è preso d'assalto. Che scene apocalittiche. Io il pieno l'ho fatto lunedì sera.
L'immagine del distributore chiuso, senza più carburante, si va ad aggiungere ad altre tipiche immagini tristi: i lampioni accesi di giorno; la cintura di sicurezza chiusa fuori dalla portiera; la vista di un pc con la schermata blu dimenticato acceso di venerdì sera; ecc...
Stamattina sono arrabbiata. Perchè mai, direte voi.
Ehhh, sapeste!
Così per farmi passare il nervoso divento professionale e sbrigo alcune telefonate di lavoro.
Chiamo un nostro fornitore e mi risponde un gentilissimo impiegato, con una bella voce. Ah, brav'uomo!
Alla fine, chissà perchè, mi congeda con un "buona serata".
Ho sorriso.
A casa …

Brughiere vicentine.

Un'auto senza fendinebbia è come un cielo senza stelle.
O come una bici senza ruote...inutile.
Stamattina c'è la prima vera nebbia della stagione. Si intravedono i monti però e si nota che lassù ha nevicato.
Mi piace questa nebbia, si intona molto bene col mood stralunato di questo lunedì mattina.
Mi sono svegliata in orario, mi sono prepararata con calma, il caffèlatte era buono e in macchina ho ascoltato buone canzoni.
Eppure...

Che triste fine per un morale '07

Che meraviglioso venerdì!
Scommetto che il week end sarà altrettanto meraviglioso!
Saremo tutti felici e contenti!
Oh sì!
E non importa se il tempo non sarà dei migliori!
Che importa se il cielo sarà nuvoloso?
Siamo giovani e felici! Che ci importa?
Anni fa un mio conoscente andò in coma etilico.
Gli successe un martedì...o un giovedì, non ricordo. Passò tutta la giornata a buttar giù spritz. Non contento, a fine giornata, si scolò una bottiglia di prugna.
Sapete tutti cos'è la prugna no? Quella specie di liquore che, almeno qui in Veneto, si usa come correzione per il caffè. Pensate, sull'etichetta è scritto "liquore spiritoso". Geniale.
Tornando a noi, bevve un'intera bottiglia di prugna da solo. E andò in coma etilico.
Chissà come ci si deve sentire in quella condizione.
Immagino male, molto male.
Già...che brutta cosa stare male.
Fortunatamente non vado matta per i liquori (spiritosi o non).
Il week end dicevo.
Che bello.
...
Ascoltiamoci la canzone del giorno, e del finesett…

Regressione lineare.

Sarà da un mese che non leggo un libro. Sto regredendo. Diventerò una decerebrata. Disimparerò a scrivere. Sarà la fine.
Se stasera o domani riesco ad andare in libreria, cosa non facile dato che qua nei dintorni è più facile trovare una pentola piena di monete d'oro che una libreria, cosa posso prendere? Chi mi consiglia qualcosa?
Vi prego rispondete numerosi, altrimenti dovrò autocommentarmi con nick fittizi per far finta di essere pluricommentata.
Grazie!




Spatola abbassamento guarnizione.

Avevo la tosse. Poi mi è passata.
Sabato sera sono uscita senza cappotto per aspettare in strada 2 miei amici che non sapevano dove fosse la casa di una nostra amica.
Credo di aver ribeccato la tosse proprio lì.
E adesso me la tengo. Prenderò le solite compresse effervescenti che sanno di zolfo.
Uno schifo per il palato.
Avere la tosse qui dove lavoro io è una vera sciagura.
Il mio capo, quando ho la tosse, viene nel mio ufficio e facendo finta di niente si mette una mano in tasca e se ne esce con una o due caramelle alle erbe.
Io lo ringrazio, lui fa un sorriso bonario e se ne va.
A me le caramelle alle erbe fanno schifo.
Quindi quando è nei paraggi cerco di non tossire. Ma è difficilissimo e dopo un po' mi sento male.
A chi possono piacere le caramelle alle erbe???
Tra l'altro non leniscono per niente la tosse, anzi, mi fanno stare ancora peggio perchè oltre a quella mi ritrovo anche con un senso di disgusto.
L'inverno è un inferno.





Pervinca.

Mio fratello non è scemo, checchè se ne dica. Ieri sera se ne esce con "è color pervinca" e io rimango basita.
Forse non è tutto perduto.
Per la cronaca, non avevo ben presente che colore fosse il pervinca, pur sapendo che è un colore (mia madre diceva un azzurro scuro, mio fratello un tipo di viola).
Che bello usare parole strane.
Poi mi desto da questa beatitudine perchè mi viene in mente che stasera mi tocca il terzo party della Just della mia vita.
Sinceramente non se ne può più. Ma servivo per far numero, la mia amica presentatrice sta tartassando l'altra mia amica che ha avuto la pessima idea di ospitarla per la presentazione.Da giorni continua a chiamarla per sapere QUANTE persone ci saranno al "party" (li chiamano così sti incontri del terrore).
Saremo verosimilmente in 4 gatte, io non caccerò un soldo, mi limiterò ad annuire e a non addormentarmi.
Perchè la gente non si trova lavori normali?
Sì sì, ok, me lo chiedevo anche l'altra volta.
Ma è una…

Peccato non avere le casse!

Pc del cavolo!!!
Comunque, ho scoperto un sito fighissimo! A dire il vero non l'ho scoperto, lo segnalava Dietnam sul twitter. In effetti è proprio una figata!




Il raggio interno non corrisponde.

Chissà cosa vorrà dire l'enigmatica frase del titolo. Non lo so neanche io, l'ho appena captata durante una conversazione telefonica (nella quale io non ero coinvolta, tengo a precisare).
La vita d'ufficio mi offre sempre un sacco di spunti, non è fantastico?
No, direi di no. :-D

17.59

17.59. E' la vera ora delle streghe, dove il cancello elettronico continua ad aprirsi e poi chiudersi da solo e dove il Laureato in Guerra (un oscuro personaggio che popola i bassifondi del buonsenso) canta vecchie sigle di canzoni di cartoni animati che andavano in onda quando ancora non ero nata.
Fuori piove sulle tamerici. Ma io ho l'ombrello. E tant'è, sono contenta.
Ma sarò ancora più contenta quando sarò fuori da questo posto.
Buon week end!

Highway to Hell.

Questa mattina mi sono svegliata presto per accompagnare al lavoro mio fratello, che ha l'auto dal meccanico.
Ieri sera gli ho detto che venisse lui a svegliarmi quand'era ora e lui l'ha fatto, alle 6.33 è entrato in camera mia dicendo:"Oh!!"
Un incubo. Prima delle 7.30 il mondo non esiste.
Mi lavo, mi vesto, scendo in cucina e ritrovo mio fratello già pronto che mi saluta con un garrulo:"Buongiorno!! :-D"
Buongiorno?!?! Ma che cacchio! Altro che buongiorno! Questo è l'inferno!!!
Ho sonno. Uffa.

Luci at the concert: Canadians.

Immagine
Neanche per andare a Mestre a vedere i Subsonica avevo trovato così tanti ostacoli sulla mia strada come per andare al concerto dei Canadians.
Per fare una 20ina di km ho girato come una scema per la zona industriale di almeno 3 paesi, imbucandomi in stradoni assurdi da cui non c'è possibilità di tornare indietro se non dopo aver percorso 10km e aver trovato una rotonda dalla quale ritornare da dove sei venuta.
In più vengo pure fermata dai carabinieri: io coi guanti da barbona, alla guida, e la mia amica piegata in 2 dal ridere seduta affianco a me. Grazie al cielo riesco a rimanere serissima e il carabiniere che mi chiede "los documentos por favor" è anche simpatico...mi ridà la patente dicendo:"Ecco Lucia, buona serata!" O_O.
Insomma eravamo in ritardo, disperse chissà dove...
ma...
I'm a herooooo!
E nonostante indicazioni stradali di dubbia utilità, ho trovato il posto del concerto.
Accertato che non era una fabbrica e che la gente fuori non erano gli operai d…

Oh Mandyyyyyyyy!!! (La sagra del link)

Allora, cari adepti della setta dell'Atene, domani sera quasi sicuramente dovrei essere qui . Non qui sul blog, cliccate il link!
A vedere i Canadians.
Ci siete? No perchè questo è un post pieno di link, potreste perdervi.
Devo confessare una cosa. Io dei Canadians non conosco neanche una canzone. Cioè fino a qualche mese fa sapevo, non so come, che esistevano, per sentito dire.
Poi un bel giorno, mi registro su Twitter. Non mi interessava sto Twitter, solo che avevo iniziato a leggere il blog del Coniglione. Poi ho visto che il Coniglione scriveva su Twitter e ho scoperto che sto Twitter era divertente. Così mi sono messa a scriverci pure io. Tra i followers/following o chi per essi, del Coniglione c'era tale Dietnam. Vado sul suo blog e noto che... accidenti è il bassista dei Canadians!
Ho uno strano rapporto con lo showbiz, con la gente "famosa"...ho anche uno strano concetto del termine "famoso"... chi mi conosce lo sa bene.
Per me, nella mia assurda scala di…

Tutto il mondo è paese!

CARATE URIO frana, ma ROMA non è da meno!!!!!

"2007-11-13 13:29
Frana all'improvviso tratto collina via Flaminia, a Roma
Tre feriti lievi, due passanti e un'automobilista
(ANSA) - ROMA, 13 NOV - Un tratto della collina tra via Flaminia e viale Tiziano e' franato all'improvviso. Tre persone sono rimaste ferite in modo lieve. Sono due passanti e un'automobilista che stava per entrare nella sua macchina parcheggiata sotto la collina. Il fronte della frana sarebbe di circa 30-40 metri. Al momento sulla strada non transitavano altri veicoli. La via e' stata transennata. "

(Grazie Fu!! :-))

Post all'arrabbiata.

Sono arrivata in ufficio anche prima del solito stamattina, ho spolverato la stampante, il fax, il monitor del pc, la tastiera, il davanzale della finestra, il centralino.
Ho risposto al telefono, ho messo alcuni documenti al loro posto.
Poi ho aperto gmail, ho aperto Twitter e altri blog/siti che controllo la mattina, appena arrivata in ufficio.
Ho letto una cosa, ne ho dedotta un'altra.
E mi sono arrabbiata. Ma non c'è problema, le mie sono arrabbiature innocue.
Vorrei poter postare qualche foto di quello che vedo fuori dalla mia finestra. Penso che vi piacerebbe. Quando guardi fuori dalla finestra, la finestra guarda te (e in effetti se ci pensi, nel riflesso dei vetri c'è sempre una/o che ti somiglia e si muove come te).
Ve l'ho mai detto che ho paura degli specchi? In camera mia non ho neanche uno specchio. E la sera, quando le tapparelle sono abbassate, tiro anche le tende, per non vedere la camera riflessa.
Gli specchi di notte mi fanno paura. E se ci vedo riflesso qua…

Sisto in the sky with diamonds.

Massì ridiamoci su!
Qui al lavoro è una guerra, e tu hai voglia ad essere positiva e sorridente. Qua sviluppo solo istinti omicidi.
Ecco...ora che ho scritto ciò sono segnata. Se un giorno per disgrazia succede qualcosa tipo un omicidio e io cammino lì per caso e mi fermano, se indagano, se scavano nel mio passato, troveranno queste righe e diranno: "Già all'epoca manifestava istinti omicidi".
Santo cielo scherzavo!

Finito tutto.

Ho finito i libri da leggere.
Ho finito il bagnoschiuma.
Ho finito il balsamo per i capelli.
Il dentifricio è quasi finito.
Il credito nel cellulare è ai minimi storici.
Stamattina si è accesa la spia arancione in macchina: sono ufficialmente in riserva.
Finito tutto. Ma finito dove???

E' da ottobre che non scrivo un post.

Ma oggi sono così in coma che tutte le buone idee che avevo sono sparite. O forse no, le ho ancora in testa ma non riesco a scriverle.
Che ore sono? Non è ancora mezzogiorno??
Alè...O_O

Tanto per cambiare.

Non mi chiamerei Luci se sapessi già se venerdì farò ponte o no.
Ovviamente non lo so, e piuttosto che chiederglielo io, aspetterò fino all'ultimo che qualcuno ai piani alti, me lo dica.
Mi fa male la lingua, come se me la fossi scottata. E ho la tosse. E la testa pesante. E un vuoto dentro.
Incrocio le dita e speriamo bene!

Aggiornamento!

Venerdì sto a casa! Vai col ponteggiooooooooo!

Un week end di successo.

-Venerdì sera esco dal lavoro e vado a fare la spesa.
Arrivata a casa mi viene in mente che è finito il Nesquik...e io non l'ho comprato.
-Sabato sera scopro che i miei amici voglio andare a Vicenza perchè c'è la mezza notte bianca (o qualcosa del genere, non so). Una bella camminata in centro, quindi. E io ho messo le scarpe coi tacchi. Ma bene.
Giriamo tre quarti d'ora, impossibile trovare parcheggio. Niente giro in centro...evvai!!!
Andiamo in una birreria di cui non so il nome, dalle parti dell'Auchan (che io non ho visto, e non so neanche in che zona di Vicenza sia...ma tant'è).
Lungo la strada vedo i miei amici (Fiore e Spugna) che si animano indicando una donna ferma ad un distributore. Ha un lungo cappotto col collo di pelliccia. Io dico:"Ma che avete? E' una distinta signora con un cappotto lungo...". Loro:"Sì certo, vedrai quante distinte signore vedrai, ferme lungo la strada".
Avevano ragione loro, non era una distinta signora. Il lungo…

Sono viva!

Sì sì, è andata, pensavo peggio invece niente di che. Eravamo in 4 gatte (miaooo), mi sono anche divertita.
Però caspita...mi ha appena telefonato mia madre in ufficio...per dirmi di andare a fare la spesa!
Ma porc...
Mi manda a fare la spesa sempre quando piove!!!!
Bon deciso, stasera sto a casa, mollo il pacco agli amici e tanti saluti.
Uff che giornata...

La minaccia cosmetica 2 - Ci risiamo.

Mi hanno fregata un'altra volta.
Come 2 anni fa. Pensavo sarebbe stata la prima e ultima volta che mi coinvolgevano in una cosa del genere. E invece no.
Perchè la gente deve fare dei lavori del genere? Io faccio l'impiegata ma non è che la sera invito un gruppo di donne a casa mia per spiegare quanto è bello usare l'home banking o come fa bene alla pelle inviare ordini ai fornitori.
C'è questa mia amica che non lavora, perchè ha una bambina piccola. Per arrotondare che fa?
Fa questi incontri dimostrativi o a casa sua, o a casa di qualche altra malcapitata. Creme, oli, bagnoschiuma...e via dicendo.
Ora, a parte che è tutta roba che costa un botto... se ho bisogno di qualcosa vado in negozio e me la compro.
Di certo non devo saltare la cena per essere alle 8 dalla mia amica per poi ritrovarmi circondata da sconosciute.
Oltre al disagio (ma è la seconda volta che mi chiede di partecipare, mi ha fregata perchè non avevo una scusa pronta...e son caduta nella trappola), mi son pure…

Prendetevi anche la spesa!

Parte una nuova rubrica cari amici dell'Atene!
Ora non ho tempo perchè fra 10 minuti devo andare a casa, ma per farvi capire, la nuova rubrica parlerà di quei comportamenti assurdi che molte volte l'umanità ha nei miei confronti. Comportamenti inspiegabili, inqualificabili, ecc...ecc...
Insomma quando restate senza parole, tra lo sdegnato e l'interdetto.
Il titolo del post ha tutta una storia. Se ho tempo ve la racconterò. Comunque vi giuro che il titolo ha un senso. Davvero.
Suona il telefono, rispondo.

Luci: Pronto ....
Dall'altro capo, sento un sospiro, poi una risatina...è la commercialista.
Luci:Salve!
Commercialista: altra risatina.
Luci:??? sì?
C.: (in dialetto) la mia collega ha messo giù il telefono invece di passarmi la chiamata.
Luci (continuando a non capire): Sì?
C.: altra risatina
Luci (porc... ???? beh?!?!? ): ...
C.: mi avevate chiamato prima...

Seee tua sorella! Io non ho chiamato nessuno! Cosa ridi? Non so...!!!

Luci:"Io no, un momento, provo a sentire se l'…

Ah che bello!

Ho gli avambracci congelati! Bello sto freddo, mi piace, era ora!
Perchè freddo uguale dolcevita, maglioni a collo alto. Mettetevi quelli e un paio di occhiali e sembrerete tutti intelligenti!
Io mi concio così apposta, per darmi un tono! Per tutta l'estate sembro scema, poi arrivano i primi freddi e zac! Mi "esistenzializzo" (mmm sentite che bella parola!!!).
Ora voi dovete sapere che io vivo in una grotta.
Cioè, casa mia è grande. E non riscaldiamo tutte le stanze. Perchè? Perchè siamo tirchi. Ma anche perchè non avrebbe senso riscaldare tutte 'ste stanze: siamo in 4 in famiglia, ma io e mio fratello siamo fuori per lavoro minimo 8 ore al giorno e di notte dormiamo e siamo coperti, quindi che ce frega.
Quindi fino a quando non farà veramente ma veramente freddo, le uniche stanze riscaldate della casa saranno la cucina e uno dei 2 bagni (quest'ultimo è caldo perchè è nello stesso locale della caldaia, quindi è caldo).
Al freddo insomma ci sono abituata. A vestirmi tan…

Tanto per...

"You'll say, we've got nothing in common,
No common ground to start from,
And we're falling apart,
You'll say, the world has come between us,
Our lives have come between us,
Still I know you just don't care.

And I said, "What about 'Breakfast at Tiffany's?'"
She said, "I think I remember the film,
And as I recall, I think, we both kind of liked it."
And I said, "Well that's, the one thing we've got."

I see you, the only one who knew me,
And now your eyes see through me,
I guess I was wrong,
So what now? It's plain to see we're over,
And I hate when things are over,
When so much is left undone.

And I said, "What about 'Breakfast at Tiffany's?'"
She said, "I think I, remember that film,
And, as I recall, I think, we both kind of liked it,"
And I said, "Well that's, the one thing we got."

You'll say, that we've got nothing in common,
No common ground to start from,
And we…

Ghiere di bloccaggio.

Quando non so che titolo dare ad un post, trovo sempre utili spunti dalla realtà che mi circonda.
Grazie Realtà Che Mi Circondi! :-D
Devo dire che apprezzo moltissimo questo periodo dell'anno, questo ottobre. Alla mattina mi reco al lavoro, sempre arrabbiata perchè volevo dormire, però, grazie alle belle giornate, riesco ad apprezzare il paesaggio che mi circonda. Grazie anche a te, Paesaggio Che Mi Circondi!
Insomma certi giorni mi pare di vivere nella valle dell'Eden (solo con meno gente che gira nuda), o in California (intesa come le zone belle della California)
La valle dell'Eden, sì. Datemi della stupida. Ma io percorro questa lunga superstrada diritta e mi sento che non c'è posto più bello di questo in cui vivo.
Lo pensavo proprio ieri mattina cari amici...e l'avrei pensato anche oggi, mentre tornavo a casa per la pausa pranzo...se una pattuglia dei Carabinieri non mi avesse fermata.
Tutto ok, anche se ho temuto il peggio quando è arrivato il momento di presentare…

Giovedì! Giovedì!!

Chissà perchè i tifosi coreani incitavano così la loro squadra, durante i Mondiali del 2002...
Boh, comunque non è di questo che volevo parlare. In questi gioni noto un sacco di cose. Ieri su Gmail, oggi più in generale noto che c'è un po' di deserto in giro. Non c'è nessuno...online.
In compenso c'è un sacco di gente che mi telefona in ufficio, e chissà perchè poi. La gente è strana. Io per esempio non telefono mai. E' proprio l'ultima cosa che mi viene in mente di fare, figuriamoci, telefonare, io!
Peccato che dovrò telefonare alla società dell'acqua potabile (che bello, sembra il Monopoli! Live the Monopoli!, altrochè!) perchè sbagliano, sbagliano e mi inviano bollettini. Sinceramente io non so che farmene dei vostri bollettini, non vanno bene neanche per farci coriandoli.

Noto che...

...i blogger famosi hanno sempre il pallino rosso, sulla chat di Gmail.
Probabilmente servirà per tenere alla larga gli scocciatori.
Strano perchè quando metto io il pallino rosso mi scrive chiunque. Ma non il contrario (cioè quando il pallino è verde).

Anarchy in the streets of London.

Sei anni fa, il 4 ottobre 2001, prendevo la patente. Che giornata gloriosa, il classico giorno in cui dici "Ho vinto!" o, a scelta, "I'm a heroooooo!!!".
Era una giornata buia e tempestosa...ehm...no, a dire il vero era nuvoloso e umido, fino alle 8.30 era scesa una leggere pioggerellina.
Sono già passati 6 anni, dovrei dire:"Ahhhh com'ero giovane, appena diciottenne"... tuttavia non lo dico perchè sono ancora giovane, mwhahahaha!
Solo che adesso so guidare meglio e non ho più il terrore, guidando su strade strette, di speronare le auto che arrivano dal senso opposto.
Insomma ho vinto tutta una serie di paure e di ciò vado molto fiera.
Tornata da Milano non ho visto l'ora di riprendere in mano un volante. Insomma questa è libertà! Altro che metro, tram tram e autobus! Non sono fatta per spostarmi in cotal guisa!
Da lunedì sera sono perseguitata da un fastidioso raffreddore. La grande città non solo ti costringe a viaggiare scomoda, ma ti fa pure amm…

Parla piano e porta un bracchetto.

Volevo scrivere un post sul fatto che devo andare via per il week end e ci sono un sacco di casini. Solo per citarne uno, il maltempo.
Ma non ho tanta voglia di scrivere.
Non sono particolarmente ansiosa come avrei potuto esserlo qualche tempo fa, quindi dai, è già un passo avanti.

Edge found (ovvero il post dedicato).

Guardo la Wheater pixie laggiù, in fondo al blog, che visto il tempo infame ha indossato un vestito più lungo e un cappello da cinese all'estero.
Stanotte ho dormito male, mi svegliavo all'improvviso perchè SAPEVO che c'erano ragni dappertutto. Poi la gente mi telefona per sbaglio, io dico "Pronto? Pronto?! Beh???" e nessuna risposta.
Ste cose mi scombussolano.
Insomma, oggi "bad mood".
Piove sulle tamerici.

I think I'm paranoid.

Devo chiedere al capo le ferie per venerdì.
Credete che l'abbia mai visto oggi? No.
Io non posso prendere, andare di là, dove ci sono altre 100mila persone e dire "Ehm...venerdì non vengo!".
Cioè potrei dirlo, ma mi fa un certo non so chè parlare davanti a tanta gente perchè so che quando me ne vado iniziano a ridere.

Felicità a momenti.

Sapete quando vi capita qualcosa di bello, e voi siete contenti...però...
Però vi rimane un retrogusto, un qualcosa, un peso sullo stomaco, un brusio di sottofondo che non vi lascia stare, che non vi fa godere appieno della felicità appena conquistata.
Di solito passa e non ci si pensa, ma ho questa sensazione ora. Sono contenta ma so che c'è qualcosa che non va.
Ok, devo smetterla di farmi troppi problemi, come al solito.
Ieri sera, a proposito di troppi problemi, mentre ero divorata da pensieri nefasti, ho scelto di non guardare Miss Italia.
Ho optato per il mai banale Law and Order, uno dei miei telefilm preferiti. Avete notato che la7 e Raidue trasmettono gli stessi telefilm?? Non solo Law and Order, ma pure Streghe, The practise, o quell'altro telefilm che non mi piace per niente, quello degli avvocati in divisa...
Vabbè, è mezzodì, devo andare a casa!
Statemi bene ;)

401

Accidenti, cari amici dell'Atene!
Questo che state leggendo è il post n.401!
Che di per sè è un numero che non ha senso...avrei dovuto scrivere un post celebrativo per il n.400. Ma non mi ero accorta di essere arrivata al n.399.
Giusto per tenervi aggiornati, e visto che stiamo parlando di entusiasmanti traguardi, la mia auto ha felicemente superato i 50.000 km!
Mentre mi accingevo a scrivere questo nuovo post pensavo: sicuramente suonerà il telefono. Di sicuro. Aspetto ore e ore per l'ispirazione e quando arriva, suona il telefono.
E così è stato. Ringraziate San Bitter che ho liquidato il disturbatore in pochi secondi.

Ultimamente...

- Rischio spesso la vita in macchina: corro troppo o sono distratta; o sono distratta mentre corro troppo.
- Faccio un sacco di domande, sono curiosa. Molto curiosa.
- Sono gelosa, troppo, in una maniera che non credevo di poter essere. Gelosa di cose e persone.
Robe da matti.

Non sono mai stata brava a prendere appunti.

Vi capita di realizzare alla sera, che non sapete cosa indosserete l'indomani, per andare al lavoro?
Certo è un problema da niente, soprattutto per chi come me lavora in uffici in cui nessuno si formalizza per come si vestono i dipendenti. Va bene qualsiasi cosa.
Mentre ieri sera mi passavano per la testa queste stesse parole, pensavo ne sarebbe uscito un gran post.
Mi sbagliavo. Come al solito avrei dovuto appuntarmi sti pensieri, invece mi sono fatta prendere dalla solita pigrizia e ho iniziato a leggere.
Domani o più avanti vi dirò cosa. Potrei dirvelo anche ora ma dovrei andare a cercare il link relativo a suddetto libro e non ne ho per niente voglia.
Se non smetto subito di scrivere finirò a parlare del tempo, o della vendemmia, o del lavoro o di altre banalità.
Devo assolutamente fermarmi qui.
D'altra parte ho ancora un sacco di materiale arretrato sulle ferie da sbobinare qui in 200mila post.
E poi ho una strana sensazione. Come quando alle elementari ti facevano portare da cas…

L'appartamento di via Nicola Tesla.

La cittadina in cui ho passato le ferie non è grandissima, e i nomi delle vie sono abbastanza oscuri...ovvero la maggior parte delle strade è intitolata a personaggi (discutibili di un brutto sogno?) che io non conosco.
Eppure ironia della sorte, dove si trovava il nostra appartamento?
In via Nikola Tesla. Ah lui sì che lo conosco!
Insomma all'agenzia ci danno l'indirizzo, io mia cugina e il suo ragazzo raggiungiamo il posto e fuori ad aspettarci troviamo una ragazza. Ci saluta con poche cerimonie e ci mostra dov'è l'appartamento. Solo che la porta è chiusa a chiave. "Un attimo, io vado a prendere chiavi".
Dopo qualche minuto la tizia torna, un po' in imbarazzo e dice:"Aspettare torna mio papa, mio papa avere chiavi."
E aspettiamo sto papà.
L'uomo arriva dopo un po', non spiacciaca una parola di italiano e probabilmente parla poco anche in croato. Va a prendere le chiavi e ce le da...sempre senza tante cerimonie.
Entriamo: davanti a noi la cuci…

Torna a Surrrrriento.

Cari amici dell'Atene, rieccomi a voi.
Anche se di questi tempi ad Atene e provincia non se la passano benissimo, qui sul blog vedo che è tutto a posto...hehe...meno male!
Sono tornata dalla graziosa Mali Losini (Croazia) giusto venerdì pomeriggio...non sarei più tornata a casa.
Notizia eclatante: mi sono abbronzata! Per la prima volta in vita mia ho un colorito!
Ho anche un ginocchio ammaccato e uno stinco "abraso" (da abrasione...non so come altro dire che un ragazzino croato mi è rovinato addosso col suo skateboard mentre attraversavo la strada, di ritorno dalla spiaggia).
Me ne sono capitate molte, ma poteva andare anche molto peggio.
Una volta ridotto il cumulo di lavoro arretrato cercherò di raccontarvi i fatti salienti...

Non so se si è capito...

...ma io me ne vado! ^_^
Tornerò online dal 28 di agosto!
Nel frattempo buone vacanze a tutti!

Lo spartiacque.

Stanotte ho dormito bene, proprio bene. Mi sono svegliata non di pessimo umore come il solito. Mi sono fermata dal benzinaio e l'ho salutato cordialmente. Sono arrivata al lavoro e mi sono accorta che gli unici dipendenti che lavorano siamo io e un operaio.
Siamo agli sgoccioli. La tristezza mi pervade...e anche un po' d'ansia (ma non è una novità, io sono sempre ansiosa).
Quest'anno non sono stanca, non vedo l'ora di stare a casa, non sogno le ferie.
E' già finito luglio? Oggi è il primo di agosto? Pazzesco! Luglio è passato come un lampo.
Ora non so bene quanti giorni ancora dovrò venire in ufficio, l'argomento chiusura estiva è tabù qui in ufficio. Quindi mi adeguo, sapendo che alle 17:30 di un giorno non ben precisato di questa settimana i miei titolari mi diranno:"Bene, da domani puoi stare a casa...tanto hai fatto tutto, vero?".
No, non avrò fatto tutto.
Potrei prendermi avanti ora, e forse lo farò...ma non mi chiamerei Lucia se finissi un lavoro …

La parola "vite" ha troppi significati.

Vite può riferirsi a:
Vite, pianta arbustiva rampicante della famiglia delle Vitacee
Vite, componente meccanico per fissare oggetti tra loro
Vite, condizione di volo

(da Wikipedia.)

Di mio ci aggiungerei che "vite" è anche il plurale di "vita".
Insomma, direi che questa parola ha troppi significati. No?
Ci pensavo l'altra sera, è stata come un'illuminazione.

Ho perso il dono della sintesi.

E anche una buona mezz'ora per scrivere un post su quello che ho fatto domenica.
Solo che è venuto lunghissimo, e non fa ridere, cioè non lo leggerei neanche se mi pagassero.
In 2 parole: io e i miei amici siamo andati in montagna, dove uno di loro ha una casa sperduta tra i boschi, lontana da tutto e da tutti; siamo arrivati alle 3 di notte e siamo ripartiti alle 18. Mi sono scottata le spalle, il naso...e le ginocchia.
Detto così non è niente, ma domenica sera ero stanca morta, cotta dal sole, stanca dopo la lunga camminata in cui ho rischiato di - morire, - rompermi qualche arto, - precipitare giù per un burrone, - essere abbandonata nel bosco.
Ma sono ancora qui, grazie al cielo!

Your love alone is not enough...

Certe mattine arrivo in ufficio troppo presto.
Ieri sera ho fatto l'una a casa dell'imprenditore (ve lo ricordate? il mio amico che millantava di essere un imprenditore...alla fine lavorava nella ditta del padre, quindi imprenditore una cippa).
Niente di che, una decina di bottiglie di prosecco e le solite cavolate che vengon fuori quando io e i miei amici ci riuniamo.
Ah, non posso non menzionare il tappo in sughero che l'imprenditore mi ha lanciato sul naso. Un tiro a caso, fatto pure col braccio sinistro, eppure mi ha presa in pieno...si è sentito distintamente un "tonk!"...povero naso.
Pensavo che dal mini trauma mi passasse il raffreddore, invece non è passato, stamattina sono di nuovo "Miss fazzoletto bagnato".
Perchè ad inizio post mi lamentavo di arrivare presto in ufficio? Per nessun motivo particolare direi, a volte mi vengono in mente delle frasi a caso e le scrivo, perchè suonano bene, se le pensi con in sottofondo una canzone. In questo caso la …

Sono invincibile! (Un successo dietro l'altro)

Venerdì sera torno a casa. Entro in cucina dove trovo mio fratello (che finisce di lavorare mezz'ora prima di me), seduto, che fissa la televisione spenta.
Si accorge del mio arrivo e mi dice:
"Ma la tv è rotta?"
Io:"No...perchè?"
"Non va..."
Io:"Che ne so, oggi a mezzogiorno andava...ma non si accende?"
Mi avvicino al televisore, guardo la spina, vedo se è inserita male...TAC!
Sì accende la lucetta rossa della tv.
Io:"Cioè tu vuoi dirmi che sei rimasto mezz'ora a fissare la tv spenta...quando c'era solo la spina inserita male??"
"Eh...sì..."
Io:"Cacchio! Sei un perito ELETTRONICO e in TELECOMUNICAZIONI, e la tv la "aggiusto" io che sono una ragioniera?!?!"

Incubo gelato.

Vi sconsiglio il gelato alla zuppa inglese. Non tanto perchè sembra di mangiare l'impasto per i dolci, crudo...
Quanto perchè poi di notte rischiate di fare incubi assurdi.
Stanotte ho sognato che dei gorilla assassini volevano uccidere i componenti di una spedizione scientifica degli inizi del secolo scorso...fuori da casa mia.
Ecco, non dico altro.
Perchè blogger non mi lascia inserire il titolo nel post?
Cioè mi impedisce di fare una delle cose più divertenti??? A volte pubblico un post solo perchè ho un titolo geniale in mente!
Ma cos'è sto schifo? A chi devo rivolgermi? Dov'è l'ufficio reclami???

AIUTOOOOOOOOOOOO!!!!!

La prossima volta dò fuoco alla casa!

Convinta di aver fatto una pessima figura alla festa, soprattutto agli occhi dei padroni di casa, ieri sera ho scritto al mio amico Fiore un sms:

"Grazie per la bella fiesta ferrero di ieri sera. Fai le mie scuse a tuo fratello perchè gli siamo capitate in camera, svegliandolo, mentre dormiva. E scusami anche tu: sarei andata via prima, ma non ero tanto in forma...la prossima volta berrò di meno!"

Risposta: "Ma sei matta?? Che problemi ti fai? Anzi, potevi restare anche di più, si stava così bene fuori, in mezzo ai campi"

Evvai! Salva! Non verrò bandita dalla compagnia!

Gli scrivo:

"Ma dici sul serio, o facevi dell'ironia? Beh, se parli sul serio allora la prossima volta mi porto coperta e cuscino e mi fermo pure a dormire. E la mattina a colazione voglio latte e nesquik!!"

Risposta:"Dico sul serio! Io sono rimasto fuori davanti al fuoco fino alle 3, a guardare il firmamento...che bello...Ok, vada per il nesquik!"

Bah, il ragazzo mi è sembrato stra…

Basta feste di mercoledì.

Se non esco quasi mai la sera durante la settimana c'è un motivo. Pensavo fosse per pigrizia o perchè 8 ore di lavoro stancano...invece no! E' perchè rischio LA MORTE.
Ieri sera c'è stata l'ennesima festa distruttiva + compleanno di una mia amica, a casa di Fiore.
Carne ai ferri, birra, stuzzichini vari...e le mie 2 bottiglie di vino (ho visto che gli amici apprezzano il vino che facciamo a casa mia, quindi ultimamente nelle occasioni buone ne porto qualche bottiglia.).
Sì, gli amici apprezzano, ma continuano a preferire la birra.
Insomma per una volta che non faccio la tirchia e porto qualcosa, vuoi vedere che non la "consuma" nessuno?
Così mi sono attaccata alla bottiglia di vino, con la valida scusa che la birra non mi piace.
Solo che bevi e bevi, dopo un po', l'innoquo vinello che di solito la mia famiglia consuma a pasto, ha iniziato a fare effetto.
Ho dei buchi di memoria riguardo a ieri notte.
So solo:
- che il mio spasimante, un ragazzo che dimostra 1…

Viva e vegetable.

Sono tornata indenne dalla trasferta. Dopo tre giorni senza guidare mi sono resa conto che guidare mi piace. Torni in Veneto dopo 3 giorni e ti riconcilii con la tua auto. Bello.

Luci è fuori per il week end.

La stretta allo stomaco che ho da stamattina alle 7 (quando mio fratello è entrato in camera mia per chiedermi se poteva andare a lavorare con la mia macchina), è il chiaro segno che ci siamo. Oggi è la vigilia della mia partenza. Destinazione segreta! :P
Ricapitolando:
- vestito: c'è
- scarpe: pure
- biglietti: quelli per l'andata sì, per il ritorno sto ancora lavorando per incastrare decentemente le varie coincidenze
Queste sono le 3 cose essenziali, tutto il resto me lo studio stasera, o al limite domani mattina.
Riecco la pelle d'oca...
Ora io mi chiedo, se per stare via un week end divento schiava della mia ansia...cosa mi succederà in agosto quando me ne andrò per ben 2 settimane?
Non pensiamoci.
Comunque, spero di tornare a casa...prima cosa, poi spero di tornare con un sacco di interessanti aneddoti stile "Luci va in città e capisce che casa sua è meglio - anche se già lo sapeva".
Accidenti, ho un blocco degli script...
Sarà l'ora, prima delle 10 il mondo non es…

Noi giovani ci divertiamo con poco.

Ho la pelle d'oca...non per qualche strana emozione, ma perchè pur facendo caldo, fuori c'è vento, che entra anche qui, nel cubo infernale che è il mio ufficio...ci sono più finestre che superficie calpestabile!
Insomma dicevo questo sbalzo caldo fresco mi fa venire la pelle d'oca...
Vi aggiorno sulla situazione "vestizione per lo sposalizio": non sono più virtualmente in mutande!
Solo che ora mi mancano le scarpe. E i biglietti del treno. E altre corbellerie solo all'apparenza inutili.
Comunque sono soddisfatta, anche stavolta mi sono ritrovata a fare tutto all'ultimo minuto, come nella migliore tradizione.
Ah, sapete che nel post precendente dicevo che mi sarei ubriacata dalla felicità in caso di esito positivo del mio shopping pro-matrimonio.
Ebbene sabato sera sono uscita ma non c'è stata sbornia. A parte che mi ero dimenticata la solenne promessa che avevo fatto qui nel blog...non c'erano neanche i mezzi per una sana ubriacatura.
Dopo il solito giro…

Zelena Laguna.

La situazione, rispetto a lunedì non è migliorata. Sono ancora virtualmente in mutande, per quanto riguarda la mia participazione all'imminente sposalizio.
Se durante il week end riesco a trovare ciò che cerco, giuro che sabato sera prendo una ciuca colossale e canterò Sunday Bloody Sunday davanti ad un pubblico ostile.
Come se non bastasse l'ansia per la vestizione, ci si mette pure il normale caldo, tipico di giugno.
Lo chiamo normale caldo perchè non posso aspettarmi che ci siano 10 gradi fuori. Insomma, il calendario dice giugno e c'è poco da fare.
Fatemi gli auguri...

Una volta avevo più fantasia per i titoli.

Buongiorno cari lettori dell'Atene.
E' lunedì, e incredibile ma vero stamattina mi sono alzata di buon umore. Sono pure andata dal benzinaio prima di venire in ufficio, di solito non lo faccio perchè sono così triste che sia mattina che non sopporterei di dover dire al benzinaio "10 euro abbondanti, grazie".
Invece no, stamattina ero proprio ok!
Fino ad un attimo fa. Poi è arrivata. La stretta allo stomaco. L'ansia. Anzi, L'Ansia. Con la "a" maiuscola.
Il week end è stato infruttuoso. Si sposa un mio amico fra 2 settimane e io non ho ancora un vestito per andare allo sposalizio. Ecco. L'ho detto.
Disperazione. Ma scriverlo e rendervi partecipi del mio dramma mi aiuta.
...

Ah!!!! Ma chi voglio prendere in giro? Non mi aiuta per niente! :-(

Sono impressionabile.

Facilmente impressionabile. E sì che vivo in campagna. Di immonde schifezze ne ho viste una marea. Ma leggere certe cose...o sentir parlare di ORGANI INTERNI mi fa venire il voltastomaco...
Come sentir parlare o vedere la danza del ventre. A dirla tutta pure la parola "ventre" ha un che di abbastaza schifido..
Leggo una cosa e mi impressiono. Robe da matti. Come adesso, stavo leggendo un libro, ma ho letto di una specie di sacrificio umano...e non sono più riuscita ad andare avanti.
Meglio cambiare argomento, anche perchè sennò mi si rovina l'appetito..
Non so cosa stia succedendo ma un'alta percentuale di 24enni vicentini è all'estero.
Per lavoro, per studio, per che cacchio ne so io.
Siamo rimasti in 4 gatti: io, i miei amici e qualche altro omino di marzapane.
Ecco perchè quando esco nei week end non vedo mai gente della mia età!
Sono tutti all'estero.
Ma dove andremo a finire di questo passo???!!!
La risposta scontata e pseudo-gag sarebbe...all'estero!
Ma ve la …

La blasfemia paga.

Eccome se paga! Oltre a rivestirmi di un'aurea di mistero, grazie al post precedente sono stata pubblicamente ringraziata nel blog di Davide (Lario3)!
Ah che meraviglia!
Ah l'autoreferenzialità!
Ah l'Amur, l'Amur!*
Scusatemi, ma ora vado a bullarmi con gli amici!!!



(*Amur: famoso fiume che segna il confine tra Cina e Siberia...o tra Siberia e Cina...a seconda)

Essere blasfemi oggi.

Finalmente sono entrata in possesso del geniale libro di Davide La Rosa, "Dio".
E' andata a prenderlo per me una mia amica e me l'ha portato sabato sera. Ovviamente non ho resistito e mi sono messa a leggere subito, dando ottimi spunti ai miei amici per burlarsi di me che ridevo come una matta. Hehehe già rido sempre, figuratevi vedermi ridere senza motivo mentre me ne sto per i fatti miei a leggere un libro. ^_^
Comunque poco importa, so che devo essere paziente con i miei amici.
Ho continuato a rileggermelo pure a casa, a letto...
La mattina mi sono recata al tempio (in Chiesa) coi miei genitori, sempre col libro appresso, lo leggevo durante il tragitto, incurante del rischio "nausea da lettura in macchina" (sì dai, quando leggi in macchina ti viene la nausea...non capita solo a me, è un fatto provato, credo c'entrino le orecchie o il fatto che sei fermo ma in movimento e leggi allo stesso tempo...ok, non lo so, avete capito).
Mia madre ha notato il libro.…

Piango dentro.

Sono causa del mio male, quindi piango me stessa.
...Bello il titolo eh? ;-)

Mi lancio col bouquet.

Ah, domani mi sposo. Il maestro vietnamita di kung fu di un mio amico mi ha combinato un matrimonio con un suo allievo. Tutto perchè la moglie (del maestro di kung fu) aveva voglia di confetti.
Ovviamente siete tutti invitati.
(Invitati dove? E che ne so, mica mi sposo sul serio!)

Ci sono più finestre che vita.

Ho letto da qualche parte che è sbagliatissimo avere fonti di luce davanti lo schermo del pc (ad esempio una finestra che crea quel simpatico riflesso sul monitor).
Praticamente il riflesso obbliga la pupilla a dilatarsi (o a restringersi?), per poi fare il contrario quando guardate da un'altra parte.
Insomma un disastro, visto che alle mie spalle c'è una parete finestra e alla mia destra c'è un'altra finestrella, si innesca quel mix mortale grazie al quale fra qualche anno mi cadranno gli occhi. E non ci vedrò più (non per forza dalla fame).
Serviranno a qualcosa i miei occhiali con le lenti antiriflesso?

Mela verde.

Di sera mi vengono sempre in mente dei post geniali, ve lo giuro. Allora mi dico che devo assolutamente scrivermeli, prima che me li dimentichi durante la notte.
Invece poi non scrivo niente, mi infilo nella vasca da bagno e mi metto a fissare le piastrelle del bagno.
Mi sa che quando potevo postare la sera la qualità di questo blog era migliore.
Avevo un'idea? Accendevo il pc, mi collegavo e zac! Vai col post.
Se già la mia scrittura era caratterizzata dal metodo "non c'è nessun metodo, scrivo quello che mi viene in mente", ora il metodo è ancora più precario: "non solo non c'è nessun metodo e scrivo quello che mi pare, ma devo farlo pure in fretta".
Il risultato lo potete vedere voi stessi.
Poco male...certo, un po' mi dispiace il calo dei commentatori. Ma verranno tempi migliori, spero.
Nel frattempo continuo a comprare confezioni giganti di bastoncini di incenso. Il mio ultimo acquisto? Bastoncini alla mela verde. Che carini laggiù a Bangalore, in Indi…

Folklore materno.

Ho passato 2 giorni a casa di una mia amica. Questa mia amica ha una figlia di 1 anno.
Una bambina carinissima, davvero bellina, un amore di bambina.
Ovvero una piccola tiranna!
Non vuole mangiare? Piange.
Deve essere cambiata? Piange.
Ha sonno? Piange.
Vuole giocare con un set di coltelli e tu glieli nascondi? Piange.
Provi a metterla nel suo lettino per dormire? Piange.
Cerchi di evitare che si tiri addosso la televisione? Piange e urla.
L'afferri un secondo prima che infili la testa nel water? Piange, urla e ti prende a sberle.
Se l'inferno è come una discoteca piena di vecchi dove si balla latino-americano, il purgatorio è avere un bambino piccolo.
La mia amica non ha tempo per niente...neanche per andare in bagno.
Per vestire la bambina, per convincerla a mangiare, per pettinarla, per lavarla, deve inventarsi qualcosa, sennò la piccola si incacchia e piange.
Sono arrivata perfino a cantarle "Prendi un fiorellino ma prendilo carino" per cercare di tenerla buona...pensavo che …

W Dio!!!

Fra pochi giorni questo capolavoro sarà mmmmio!!!!!

Piove sempre quando sei triste.

In realtà molto volte splende il sole e gli uccellini cinguettano e io sono triste uguale. Quindi il titolo non ha molto senso ma non me ne viene in mente un altro di geniale.

Ho ponteggiato il 30 aprile, quindi lo scorso week end è stato un weekendone. Non ricordo cos'ho fatto durante le giornate, quindi credo niente di memorabile. So che la sera sono uscita, che sabato sera ho rischiato la vita portando due miei amici a zonzo. Ma almeno ho fatto la mia porca figura quando siamo andati a giocare a bowling. Sono arrivata seconda, ad un punto dal vincitore. Ovviamente io non sono una brava giocatrice di bowling. Tiro a caso e a volte va bene a volte faccio schifo. Sabato sera è andata bene...o quasi, visto che alla fin fine sono arrivata seconda.
Domenica pomeriggio sono stata a Vicenza con Swat e mi sono resa conto che del mio capoluogo non so proprio niente. Non conosco le zone, le vie, i palazzi, i locali...niente. Infatti mi sentivo molto ragazza in gita scolastica...
Martedì pome…

Le rotaie di un treno non si incontrano mai.

La mia macchina, da novembre 2002, ha percorso 45.000 km.
Il mio blog, da dicembre 2004 ha avuto 40.000 visite.
Accidenti volevo fare un parallelismo tra le due cose ma ora che le ho scritte mi rendo conto che non c'è nessun parallelismo... :-/
Vabbuò, prendeteli come due semplici dati statistici...

Parli del diavolo...

...e finalmente sono riuscita ad accedere alla bacheca con il mio account gmail! Alè! Non sono più costretta ad usare il vecchio account!

Bene, a parte questo notavo come sia diventata una vera sgrammaticata...sarà che qui scrivo sempre di fretta (dato che mi trovo in ambiente ostile), ma dovrei aver imparato ormai no?
Invece no, faccio sempre un sacco di errori...che figure.

Beh sabato sera sono stata al ristorante cinese. Prima di recarmicivisicivicimi assieme a due miei amici (Spugna e Fiore), ho chiesto "Ma...in quale ristorante cinese andiamo? Regalano qualcosa??".
Essì, possono anche fare da mangiare da schifo, l'importante è mi regalino qualcosa alla fine, e gli perdono tutto!
Loro mi hanno risposto di sì e allora tutti a Vicenza, in un ristorante cinese in cui non ero mai stata.
Finito di cenare ci avviamo alla cassa dove la ragazza ci offre la solita grappetta.
Subito non la voglio...poi le chiedo:
"Ma...è tanto forte?"
Lei:"E' grappa."
Ci penso un…

Casi umani e menti malate.

Tagliata fuori (non so perchè) dal passaggio alla versione Beta di Blogger, ora mi ritrovo ad essere un vero caso umano: mi tocca postare entrando in bacheca col solito vecchio username e password, pur avendo il mio bell'account google.
Solo che se provo a postare, mi viene detto che "il mio blog non esiste".
Ma come non esiste? E questo cos'è? Un prodotto della mia mente malata? Non è possibile, ho dei commentatori...Che siano anche loro frutto della mia mente malata? Ma no, alcuni di loro di conosco anche di persona...Che anche la percezione di conoscerli dal vivo sia frutto della mia mente malata?
Se tutto ciò è vero, anche questo post sul fatto di avere una mente malata è frutto della mia mente malata.
Meglio fermarsi qui, mi sta venendo mal di testa...come quando penso ai capelli che crescono o al sangue che scorre nelle mie vene mentre io sto qua ferma davanti al monitor...

24!

Aveva ragione una mia amica, "Non ci saranno altre Pasque dei 23 anni"...e così, dopo 3 giorni di paranoie assurde sono andata in Croazia a Porec per tre giorni, ovvero tutto il week end pasquale, assieme ad altri 4 miei amici.
Inutile dire che mi sono divertita tantissimo, che il posto è stupendo e che il tempo è stato splendido.
Il week end è volato, ma posso dire che me lo sono proprio goduto, senza pensare "finirà presto e sarà già ora di tornare a casa", come faccio di solito.
E adesso...adesso siamo al 12 di aprile.
24 anni fa, alle 14:30, nascevo io!!!
Non serve che vi dica che proprio non me li sento 24 anni, figurarsi...
Diciamo che la mia età ideale si aggira tra i 19-20 anni. Ma 24!!!
L'anno prossimo saranno 25! Insomma...non c'è da stare molto allegri (senza mancare di rispetto ai lettori che hanno più di 25 anni :-D)!
Beh, anche per oggi un po' di numeri li ho dati, se volete giocarveli fate pure.
Io intanto inizio ad elaborare il lutto di avere un …

Il lungo week end del coniglio pasquale.

Buona Pasqua cari lettori dell'Atene!!!

Sono in crisi... (no no, non chiudo il blog, tranqui ;-)).
Ne riparliamo il 10 aprile! ^_^

Dogmusic.

Dopo giorni e giorni in cui ero perseguitata da una sorta di sfortuna con le canzoni (Quando ero in macchina e accendevo la radio non c'era una, dico UNA, bella canzone. Tutto un tripudio di GG D'Alessio, Pausini e Tiziani Ferro vari...), adesso sembra iniziato il periodo della sfortuna negli acquisti. O nei tentativi di acquisto.
Il dramma principale è che la promozione di Vodafone, Infinity SMS, è terminata. Con un freddo sms domenica mi hanno comunicato che da oggi in poi gli sms li pago TUTTI.
L'avevo attivata un anno fa, e da allora mandavo un sacco di sms, tanto pagavo solo il primo della giornata.
Ieri sera vado in libreria, perchè volevo prendere un libro che sapevo potevo trovare solo lì. Niente da fare. Non solo non c'era il libro che cercavo: non tengono proprio più nessun titolo di quella (piccola) casa editrice. Grazie!
Oggi a mezzogiorno ennesimo episodio sfortunato.
Visto che non ho più gli sms gratis ma continuo lo stesso a mandarne, il mio credito è pratica…

Orrore e raccapriccio di prima mattina.

Ero ferma ad uno stop, passa una 500 blu.
Al volante c'era uno dei tanti vecchi col cappello che infestano le strade del mondo con la loro lentezza e assurdità.
Lo guardo distrattamente, questo si toglie il cappello...a mo' di saluto!
O_o
Ma...in che mondo viviamo, dico io?
Una poveraccia aspetta di attraversare la strada, il vecchio passa in macchina e la saluta???
Ma pensasse a guidare.
Robe mai viste.

Considerazioni avariate.

- Un messaggio a chi ha abbandonato una paletta rossa per la polvere lungo la superstrada che percorro per recarmi al lavoro: MESCHINO! Non sopporto la vista di oggetti abbandonati in luoghi improbabili!

- Le caramella alla menta sono roba da vecchi. Posso fare un'eccezione solo quando si mangiano perchè si ha un po' di mal di gola, o per aprire il naso. In tutti gli altri casi mangiare una caramella alla menta, con tutte la varietà di caramelle che esistono è assurdo. Giusto i vecchi tengono sempre con loro caramelle alla mente, o balsamiche o, peggio ancora, alle erbe!!

- Credo proprio che "Pulp" sia il peggior romanzo di Charles Bukowski. Non userò mezze misure: è un libriccino, poche pagine, eppure è da un mese e mezzo che me lo trascino dietro senza avere lo stimolo di finirlo. La storia è un po' così, incasinata. Insomma non mi piace.

- Che differenza c'è tra ribes e mirtillo? Non riesco a farmi venire in mente la differenza tra questi due frutti di bosco…

Ci sono o faccio finta?

Ci sono ci sono!
Ma sono così indaffarata che non ho ancora guardato se è tornato Davide del Daveblog. Spero di sì!
Caspita qua spariscono blogger a giorni alterni!
E adesso è già venerdì e avevo scritto, o meglio, iniziato un post sul mio week end...quello passato però! Boh, vedrò cosa farne!
Sono stanca e braccata dal lavoro che mi insegue e non mi lascia portare avanti un discorso qualunque...volessi fare anche un noiosissimo e scontato post sul tempo o sui gggiovani...o che parli di quando la settimana scorsa ho lasciato i segni della frenata sull'asfalto perchè stavo per schiantarmi addosso alla macchina davanti alla mia...hehehe sti automobilisti, si fermano all'improvviso...non sanno che c'è gente che arriva e si stava solo guardando un attimo attorno?
Ehm...diamo un messaggio positivo...andate piano in macchina va, e non guardate in giro! E che san Freno e san Bitter siano con voi!
Buon week end!

Rispondi all'Atene!/4

In che lingua cantano i Sigur Ròs? Islandese? O un inglese poco comprensibile?
Ma soprattutto: la risposta è già nella domanda?

Quel maRzolin di fiori!

Praticamente neanche te ne accorgi e arriva Marzo. Me ne sono accorta non tanto dal calendario quando da una cosa veramente insopportabile.
Il cinguettio degli uccellini fuori dalla mia finestra.
Ma va bene, ammetto che questa non è la cosa peggiore che possa capitare ad una poveraccia che ogni mattina si alza dal letto con estrema sofferenza.
Ieri notte non riuscivo a prender sonno: avevo mal di stomaco. Roba da matti, era dai tempi della scuola che non soffrivo di mal di stomaco nervoso.
Morale della favola mi sono addormentata dopo le 2.
Nota positiva: stamattina non mi sono svegliata in ritardo, anzi, alle 7 ho aperto gli occhi e alle 7:30 ero già in piedi.
La mattinata sembrava pure soleggiata ma a quanto vedo il tempo ha virato sul nuvoloso. Meglio così: sempre belle giornate, sempre caldo, sempre sole. Tenete conto che dovremmo sorbirci sole e caldo fino a settembre.
Io veramente freddo quest'inverno non l'ho mai avuto. Solo ogni tanto, dentro casa mia mi si gelavano le mani…

On Air

All I need is a little time,
To get behind this sun and cast my weight,
All I need is a peace of this mind,
Then I can celebrate.

All in all there's something to give,
All in all there's something to do,
All in all there's something to live,
With you ...

All I need is a little sign,
To get behind this sun and cast this weight of mine,
All I need is the place to find,
And there I'll celebrate.

All in all there's something to give,
All in all there's something to do,
All in all there's something to live,
With you ...

ALL I NEED - AIR

Febbraio è pur sempre un mese invernale.

Stamattina indosso un maglione nero, a collo alto. E ho caldo.
C'è un che di veramente stupido nel vestirti troppo o troppo poco. Ti ritrovi in giro vestito inadeguatamente e non puoi farci niente perchè non ti puoi cambiare. No, devi restare ore e ore vestita nel modo sbagliato.
Sono le 11:25, andrò a casa fra un'ora e intanto ho la faccia rossa...fra poco, per l'assurdità di questa situazione mi verrà l'orticaria!

All'una non c'è nessuno.

Guidare di notte mi piace molto.
Per strada non c'è nessuno e alla radio passano le canzoni migliori.
Così ieri sera, era l'una di notte, tornavo a casa e pensavo che è proprio bello guidare di notte. Ieri non c'era quasi nessuno per strada e in radio ho beccato una canzone degli Air veramente bella.
In questi ultimi giorni sto sentendo parecchie canzoni degli Air. Sabato sera al ristorante il dj ne ha passate 2 (una fa da colonna sonora ad uno spot su una non così famosa marca di caffè); ad inizio settimana stavo tornando al lavoro dopo la pausa pranzo e ne ho sentita un'altra in radio.
Fino a ieri sera.
Insomma di notte c'è poco traffico, le strade sembrano migliori, la macchina fila via che è un piacere...e in radio non ci sono dj che parlano a caso, tra una pessima canzone e l'altra.

Non ho parole.

Il titolo è palesemente una bufala, dato che mi accingo a scrivere questo post :D
Non posso aggiornare il blog causa lavoro urgente da sbrigare, fatturazioni, calcoli, bonifici, ricevute, telefonate, coordinate bancarie, indiani che vengono a chiedere di essere assunti, e-mail che non arrivano, pessima illuminazione in ufficio, bambini che urlano e corrono da tutte le parti e stridore di denti.
Tutto vero, tranne lo stridore di denti. Ma mi pareva facesse figo scriverlo...

Praticamente è primavera.

Quando inizia il Carnevale ormai è fatta, inverno addio. Anche se fa freddo, anche se piove, anche se il tempo fa schifo...non importa, Carnevale vuol dire che ormai la primavera è vicina.
E badate, non lo dico con gioia, l'inverno mi piace, basta che non nevichi e io mi ci trovo benissimo.
Visto che dalle elementari non mi vesto più in maschera, per me Carnevale vuol dire crostoli e frittelle fatti in casa.
Oggi mia mamma ha fatto le frittelle. Odore di fritto in casa, sui vestiti, sui capelli, dappertutto, e il patetico quanto inutile tentativo di aprire le finestre per cambiare l'aria...
E allora mi sono detta:"Ecco, è fatta, ci siamo!".
Speriamo arrivi presto la Quaresima va...;-) ;-)

Il cero che arde nel monastero.

Una moria di pesci, nel mare della blogosfera.
Prima Diavoletto, poi John...adesso non riesco ad aprire il blog di Sid...
Embè? Che succede?
Guardando bene ho notato che pure io ho un po' diminuito il numero dei post. Poca carne al fuoco? Tutt'altro!
Solo che è il tempo e la tranquillità per scrivere, che mi mancano.
Quindi diventa difficile buttar giù un post e di conseguenza il numero cala.
Potrei dire che invece la qualità è eccelsa...hehehe ma non è così, quindi me ne sto zitta.
Comunque personalmente non ho alcuna intenzione di chiudere, mi affeziono troppo alle cose, blog compreso!
Tanto qualcosa da dire lo troverò sempre...a meno che non mi uccidano, allora lì la vedo dura aver qualcosa da dire...O_o
Non c'entra niente col tema del post ma mi pareva interessante segnalare una delle case più brutte che io abbia mai visto. La bruttezza sta tutta nell'assurdità degli accostamenti dei colori.
I muri sono color mattone...le tapparelle sono verde acqua!
Capito? Arancione + verde…

C'ho un vuoto dentro...

Strano perchè nonostante in questi giorni ne abbia viste di cose, non trovo l'ispirazione per buttar giù un post come si deve.
Ho accompagnato un'amica a fare un tatuaggio e mentre la aspettavo nella sala d'attesa guardavo con un po' di impressione le foto di tutti quei tatuaggi...
Sono stata ad una festa in cui i miei amici hanno rischiato di venire linciati da altri invitati dopo essersi messi a discutere di Pacs...
Ho scoperto che la mia piastra per i capelli non scalda più così bene e quindi non sono i miei capelli ad essere impossibili da lisciare, è la piastra che non funziona a dovere...
Sono stata ad una festa di compleanno del figlio di una mia amica; c'erano almeno 3 ragazze che si chiamavano Sara, per distinguerle bisognava specificare il colore dei capelli. Alla domanda: Anche tu ti chiami Sara?, ho potuto rispondere sollevata:"No, io no, mi chiamo Lucia". Mi hanno fatto notare poi che non ero l'unica Lucia...la mia omonima era una specie di …

Ma che bella la neve!*

Scambio di mail alcuni giorni fa:

C.:"...la neve mi mette allegria..."
Luci:"A me la neve non mette allegria, mette PAURA DELLA MORTE!"

O_O

*Titolo ovviamente ironico.

Rispondi all'Atene!/3

Voi non rischiate la morte ogni volta che vi viene da starnutire mentre siete in macchina? O quando dovete soffiarvi il naso?
Come si fa a guidare quando ci si deve soffiare il naso? Io non lo so fare con una mano solo, sicchè devo tenere dritto il volante con le gambe e soffiarmi il naso nel minor tempo possibile.
E come si evita di finire in un fosso o contro un platano se ci viene da starnutire mentre stiamo guidando?
Io sono terrorizzata dall'esser colta da un attaco di starnuti! Poi io sono ancora più a rischio perchè faccio parte di quel 25% della popolazione mondiale che starnutisce se guarda direttamente il sole!
Quanta gente rischia la vita ogni giorno per uno starnuto al momento sbagliato??

Sospettosa o sospetta?

Se andate a Milano, badate bene di andarci con dei guanti normali, non come quelli che porto io, senza le dita (per intenderci, sembrano guanti da barboni...o da gente che fuma...sono senza la parte finale delle dita).

Sono andata a vedere il duomo, stavo per entrare quando il carabiniere sulla porta ci ripensa e mi fa aprire la borsa.
Sono andata a vedere la mostra su Tamara de Lempicka e la tizia all'ingresso lascia entrare la cuggi (che ha una borsa a tracolla piccola) mentre a me dice di lasciarla nel guardaroba (avevo anche io una borsa a tracolla, solo più grande!).

O ho la faccia da criminale (???) oppure la gente non si fida di chi porta guanti senza dita.
E poi dicono che i veneti sono sospettosi e diffidenti...

La taverna cubana.

Ultimamente mi capita sempre più spesso di uscire con i miei amici e di essere l'unica ragazza.
Sabato sera per esempio eravamo io, Fiore, Caso Umano (da adesso CU) e Spugna.
Ormai mi sono anche abituata alla cosa, non faccio più caso alle battutacce e ai vari commenti rivolti alle ragazze che vedono (esatto, non si trattengono dal dire anche le peggio cose anche se sono in mia presenza).
Così sabato ci siamo trovati nel solito parcheggio io, Fiore e Spugna. Finchè aspettavamo l'arrivo di CU, siamo andati in un'enoteca in cui andiamo di solito. Più che un'enoteca è un posto un po' così, niente di speciale, ma conosciamo il titolare e come luogo di "attesa ritardatari" non è male.
Arriviamo e nel locale troviamo un folto gruppo di sessantenni su di giri. Gente assurda che ballava e si metteva a cantare canzoni d'altri tempi.
Arriva CU e ci facciamo 2 giri di spritz.
Sorvolo sui particolari dei vari balletti e sulle numerose fesserie che ho dovuto ascoltare (…

Rieccoci!

Con un po' di ritardo ma eccomi!
Non ho avuto molto tempo per aggiornare, ma adesso eccomi qua!
Come ho passato l'ultimo dell'anno?
Il mio amico Tom ha messo a disposizione casa sua, abbiamo preparato una paella per 15 persone (e noi eravamo in 8), una ottima paella, senza fagiolini (perchè io e Fiore abbiamo avuto cura di togliere quei pochi che inevitabilmente si trovavano nel misto di verdure surgelate), abbiamo bevuto il giusto (direi che i ragazzi ci hanno dato dentro con la birra...visto che le bottiglie erano quasi finite ancora prima di iniziare la cena). Abbiamo giocato a strip Uno (ma senza lo strip) e i ragazzi dopo cena hanno pensato bene di fare una partitella a calcio, al buio, in mezzo ad un campo...badando bene di colpire ogni tanto la mia povera macchina col pallone.
Come dei vecchietti da pensionato, alle 21:30 avevamo già finito di mangiare. Così ci siamo rimessi a giocare a carte. Chi perdeva doveva bere un bicchiere di liquore alla liquirizia. O era chi vi…