Marostica come Milano?

Sabato sera, con in miei ex compagnucci delle medie, siamo andati a Marostica, in piazza degli Scacchi. Abbiamo scelto un bar e ci siamo seduti nei tavolini all'aperto. (Tavolini anti furto, visto che erano pesantissimi tanto che avvicinarne 2 è stata un'impresa.)
Ho ordinato un Amaretto di Saronno.
Cosa mi vedo portare?
Il mio Amaretto dentro...lo stesso bicchiere/sottovaso dal quale avevo dovuto berlo 2 settimane fa a Milano!
Quella volta rimasi spiacevolmente colpita nel vedere questo mezzo bicchiere assurdo.
E ora? A 200km di distanza mi ritrovo lo stesso blasfemo bicchiere!
Che, almeno, è toccato anche ai miei compagnucci che avevano ordinato altre bevande.
(Quindi voglio dire, non c'entra il fatto che io avessi ordinato l'Amaretto).
Fornitore comune o cospirazione interregionale?

Commenti

Swat ha detto…
Secondo me dietro a tutti i banconi del nord-italia c'è una tua foto con una serie di bicchieri dedicati; non appena entri tutti i baristi hanno l'obbligo contrattuale di usarli!!

Ah ah ah!!
Luci ha detto…
Anvedi che fortuna! :P ;-)
rikybus ha detto…
gurada ti parlo da marosticense doc..abito in centro dentro le mura..sn figuarnet principale alla partita a scacchi(unod ei due torreggiani bianchi di sinistra)..e devo dirti che la piazza cn il castello è unbel vedere..un bel essere.nn so tu cm la veda ma secondo me nn siamo secondi a bassano, thiene e tantomeno vicenza...condividi cn me qst visione o no?poi ti indito a parteciapre alle discussioni su www.desiderio-e-sgomento.blospot.com

ti divertirai
ciao

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!