Non si può star tranquilli neanche quando si dorme!

Sono in gita scolastica con della gente praticamente sconosciuta. Dobbiamo dare un secondo esame di maturità. Sono alquanto perplessa e chiedo ai miei compagni di classe se è vero e soprattutto perchè!
Mi risponde una dicendo che è la prassi, dopo 2 anni l'esame va rifatto.
Panico!
Non faccio in tempo però a rimuginare troppo...arriviamo sul greto di un fiume dove qualcuno ha avuto la bella idea di costruire un paese. Iniziamo a visitare questo paese ma mi sento inquieta.
Non sono la sola. I nostri accompagnatori ci fanno salire su un furgone e ci portano dentro una specie di astronave. Sono di nuovo da sola e lungo un corridoio incontro tre alieni apparentemente amichevoli. Li saluto e mi allontano di gran fretta ma mi accorgo che questi mi seguono...allora mi rendo invisibili ma so che gli altri (altri chi?) sono in pericolo!
Continuo a correre e dietro di me il numero degli alieni ostili cresce e ora sono armati fino ai denti! Dentro l'astronave c'è un casino tremendo, tutti che sparano...
Io scappo e mi ritrovo nei vicoli di una cittadina. Sono già stata in questo posto perchè so che strada fare. Mi addentro nei vicoli...stanno facendo dei lavori ma si può passare lo stesso.
Mi ritrovo in un atrio dove ad aspettarmi ritrovo i miei pseudo compagni di classe.
Usciamo per strada e iniziamo a parlare dell'esame! Noooo! Ma allora è proprio vero!
Sono preoccupatissima per matematica: come farò?
Ad un certo punto uno dei ragazzi grida ad un altro di stare attento perchè si è fermato proprio in mezzo alla strada.
Allora io osservo che pure io ero ferma in strada, davanti ad un enorme autobus blu. Mi sposto e salgo su una specie di marciapiede e dico: "Vedete, qui non hanno i marciapiedi, hanno tipo delle isole pedonali..."
E poi continuo: "Certo che Berlino è proprio strana!"

Commenti

Barbara ha detto…
Di nuovo peperonata a cena eh? ;)
Anonimo ha detto…
nooo! gli esami noooo!
che incubo!
lisa
Luci ha detto…
Infatti è uno dei miei incubi ricorrenti: essere interrogata o dover fare qualche compito! O_O
Andrea ha detto…
Io la maturità l'ho sognata in tutte le salse, sempre impreparato ovviamente, e questa è l'unica cosa che collega il sogno alla realtà.
Dall'alto della mia esperienza ti posso dire che i primi anni sono angoscianti, ma se come me, ti ritroverai a sognare costantemente la maturità 16 anni dopo averla data, beh, alla fine ,ne sento la mancanza quando non la sogno...

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Lo scaldanaso esiste!