Post

Visualizzazione dei post da 2006

E pure 'sto 2006 ce lo siamo giocato!

Ok, forse non sarà un buon post ma di sicuro è l'ultimo di quest'anno.
Pare che ci leggeremo l'anno prossimo (e anche quest'anno l'immancabile battuta me la son giocata).
Quest'anno non finisce in bellezza, sto malissimo causa raffreddore/tosse/senso di morte certa che mi perseguita dal giorno di Natale.
Se non sto meglio entro oggi o domani, dovrò passare il capodanno o a casa o tossendo in faccia ai miei amici. Wow! O_o
Vabbè, bando alla negatività e speriamo bene!

BUON ANNO CARI LETTORI DELL'ATENE!
(e per dirla in puro old style: Buona fine e buon principio!)

MINSK!!!!

Il 20 dicembre questo blog ha compiuto 2 anni e io mi sono dimenticata di dirlo!!!!!
E poi dicono che la blogosfera è il regno dell'autoreferenzialità!
Gente...2 anni...
Io a 2 anni un bel pomeriggio mi sono svegliata nel mio lettino, mi sono alzata sulle gambine e mi sono ritrovata da sola in camera.
Così ho scavalcato le spondine del lettino, sono scesa e uscita di casa e mi sono incamminata con le mie ciabattine rosa di Pootchie e il mio pigiamino.
Mi ha salvata da morte certa una signora che abita alla fine della stradina (allora era ancora una strada bianca) della mia via.
Ah, la stradina immetteva sulla superstrada supertrafficata.
Hehehe...avrei fatto la fine di un gatto investito...sapete...quelle masse informi appiattite sull'asfalto.
Insomma, una piccola fuga che poteva trasformarsi in tragedia!
Hehehe...fa sempre colpo metterla sul sensazionalistico no?
Tanti auguri a me e a quest'Atene che spero continui a non aprirsi per molto molto tempo!

Postaggio Natalizio (Pizzicarolo reloaded)

Il bello di questo Natale è che sono riuscita a comprare ben 2 regali. E non è detto che ne prenda ancora.
La cosa è strana perchè io non faccio MAI regali. In famiglia non ci facciamo regali. Al limite mia mamma compra i regali per noi e poi ce li fa trovare. Come una volta insomma, solo che adesso non aspetto più la sera della vigilia con il naso sul vetro della finestra per riuscire a vedere la jeep di Babbo Natale (sì, altro che slitta, a me hanno sempre detto che aveva una jeep).
A mio fratello non posso proprio fare regali, sarebbe un paradosso. Con tutto quello che mi fa passare! E poi mi deve ancora 20 euro che gli ho prestato circa un mese fa. Altro che regalo.
Non parliamo degli amici, cosa volete che mi metta a fare un regalo a tutti?
Così, vincendo un po' la tirchiaggine ho preso giusto due pensierini alle mie due migliori amiche.
Il bello di questo Natale, o meglio di queste vacanze di Natale, è che non ci saranno vacanze. Ad oggi, 22 dicembre, non ho ancora sentito la mag…

Prima della fine dell'anno devo dirlo.

C'è stato un tempo in cui la Fiat Palio Weekend mi sembrava proprio una gran bella macchina.
Ma cosa avevo per la testa? O_o

Può questo essere il giorno più bello della mia vita/2?

No, diciamocelo subito, fuori dai denti.
Perchè? Ve lo spiego. Sull'inserto del Sole 24 Ore (tale Nova) di giovedì scorso, c'era la mappa della blogosfera.
Giovedì scorso ok? Bene.
Ovviamente io non leggo il Sole24Ore, so che esisteva quest'inserto ma fine.
Ieri, mi segnalano (grazie Tasso), che sulla mappa...c'è anche il mio blog.
Ho rischiato uno svenimento, non riuscivo più a digitare sulla tastiera. Poi ho realizzato: non ho una copia di Nova!!! Come faccio?
Non ho potuto far altro che rimirare il nome del mio blog dalla versione scaricabile (scaricata da Fu, grazie Fu!, perchè io non potevo).
Non è terribile tutto questo? Non è triste che in questo momento di giubilo non possa avere la mia copia???

Beta soap.

Solo un post a settimana?
Ma che blogger sono? Ah sapeste! Un casino di lavoro da fare quindi figuratevi se ho tempo per il blog.
Tra l'altro, forse Blogger ha notato la mia assenza, si è distratto un attimo, e stavolta si è dimenticato di spararmi la pagina del "Passa alla versione beta!".
Sicchè ho aperto la bacheca di Blogger senza problemi.
Tanto mi sa che prima o poi diventerà obbligatorio e quindi sarò costretta a fare il tanto sospirato passaggio di versione.
Peccato perchè mi stavo un po' abituando a questa soap sulla versione beta.

Quando il benzinaio fa troppe domande.

Pensavo di aver perso la mia tessera raccogli punti della benzina. Ed ero anche parecchio dispiaciuta visto che avevo accumulato un bel po' di punti e stavo per richiedere il regalo.
Ma oltre allo smacco di averla persa proprio quando avevo finito la raccolta, si era unita pure la beffa del benzinaio curioso.
Vado a fare benzina in due stazioni di servizio della stessa compagnia. Una è nel mio paese ma un po' fuori mano, l'altra è nel paese dove lavoro e ci passo davanti ogni mattina.
Un bel giorno arrivo a quest'ultima stazione, il benzinaio fa il suo lavoro e alla fine mi chiede la tessera. Ovviamente mica potevo fare la figura della scema e dirgli che l'avevo persa.
Così gli ho detto:
"Non raccolgo più i punti."
Benzinaio:"Perchè?"
Oh cavolo...e adesso???
Luci:"Beh, ho raggiunto i punti per ordinare il regalo..."
Benzinaio:"Non importa! Guarda che i punti sono validi anche per l'anno prossimo!"
Io:"Ehm...ah ok"
Ma il be…

Abate cruento esaminatore.

E' un periodo che faccio sogni molto cruenti.
Ad esempio l'altra notte vivevo in un condominio senza elettricità e ogni persona che incontravo all'interno del condominio (per i corridoi, nel parcheggio sotterraneo o dentro il mio appartamento) potenzialmente voleva uccidermi. A volte capitava che mi trovassi davanti ad una porta che dava su un lungo e buio corridoio. Se mi mettevo davanti alla porta rischiavo che qualcuno mi sparasse. Insomma, altro che roba da ridere, rischiavo la pelle (oniricamente parlando).
La scorsa notte invece, ho sognato di essere a casa di una mia amica. Lei non c'era e non so perchè dovevo passare la notte a casa sua. La mattina mi sveglio e mi fanno irruzione in casa i vigili del fuoco. Al che inizio a piangere e in quel momento appare un mio amico che inizia a consolarmi.
Insomma ogni mattina non vedo l'ora di alzarmi per farla finita con questi sogni terribili.
Il bello è che poi durante la giornata non sono di cattivo umore, anzi, sto q…

Può questo essere il giorno più bello della mia vita?

"Play now è lo spazio gioco “permanente” di Play Radio, che premia il più veloce a rispondere al nostro appello! Scopri ogni giorno che sorpresa ti riserva “play now”; regali marchiati play radio, oggetti realizzati in esclusiva per noi, viaggi, dischi. Ogni giorno una novità ti aspetta se chiami per primo 800.33.44.66 al momento giusto.Basta ascoltare!"

Me ne stavo a letto, dopo mangiato, per la solita pennica, ascoltando la radio. In particolare stavo ascoltando la trasmissione con Ambra Angiolini e la Giada , su Play radio.
Ad un certo punto sento la musichetta del Play now. Avendo memorizzato sul cellulare il numero, provo a chiamare. Occupato. Riprovo...suona!!!!
Mi risponde una ragazza della redazione che mi chiede nome e provenienza e mi dice che poi mi metterà in diretta con Ambra e la Giada.
Non ci posso credere! Voi non potete immaginare com'ero agitata!
Resto in attesa un po' poi la stessa ragazza mi dice "Il tema della trasmissione di oggi è "Se pote…

Vedo un'antenna per i telefonini fuori dalla finestra...

Sono un tipo ansioso, che odia avere dei compiti da fare, soprattutto se c'è di mezzo una scandenza.
A scuola odiavo fare i temi perchè non sapevo mai cosa scrivere ma sapevo che il tema doveva essere finito in 3 ore più o meno.
Che poi prendessi sempre dei gran voti, questo è un altro discorso.
Una ragazza che conosco si laurea tra poco. Abbiamo fatto insieme elementari, medie e il biennio delle superiori.
Mi è stato chiesto di scrivere qualcosa di caratteristico che sia successo in quegli anni relativo a questa ragazza. Motivazione: eravamo sempre insieme all'epoca.
Dietro quel "sempre insieme" ci sono molte cose, purtroppo non posso dire una vera amicizia. Abbiamo condiviso alcuni anni di scuola, tra alti e bassi.
Ma non riesco a ricordare niente di particolare. O forse non mi sto impegnando abbastanza. O magari quello che ricordo non è quello che dovrei ricordare.
Insomma non lo so, ma intanto mi trovo in questa situazione in cui mi pare brutto rifiutare; nello stesso t…

Il grande sonno.

Uscire nel finesettimana: va bene.
Uscire durante la settimana: sbagliatissimo.
Soprattutto se lavori e devi essere in ufficio per le 8.
Da un po' di tempo non torno a casa alle 2 di notte neanche il sabato sera, rientro prima, verso l'una e mezza.
Giustamente, ieri sera, anche se oggi c'era da lavorare, i miei amici ed io abbiamo pensato bene di star fuori di più.
Nonostante tutto sono stata brava, alle 7 è suonata la sveglia e alle 7:37 mi sono alzata. Ero così in orario che mi sono pure fermata a fare benzina. Crepi l'avarizia!
Ora spero che queste 8 ore passino in fretta, che arrivi stasera così guardo Le Invasioni Barbariche e mi curo 'sto raffreddore inaspettato.
Buon week end!

Gettin' lucky in Kentucky!

Innanzitutto, la guerra psicologica per farmi passare alla versione beta di Blogger sta diventando sempre più pressante. Ora nella bacheca di Blogger, campeggia una finestra che mi ricorda che la nuova versione è pronta, cosa aspetto? Relegati in basso i pulsanti per creare un post o per modificare il modello del blog, che prima erano in pole position.
A proposito di pole position, mi pare di aver sentito, durante qualche tg, che a Imola hanno smantellato i box, li hanno rasi al suolo, demoliti, tanto non si correrà più (o per un po' di tempo) il Gran Premio di San Marino.
Fa un po' di tristezza, anche se da anni mi disinteresso di formula uno & Co.
Fino a sabato sera mi disinteressavo pure del fatto che la bruschetta senza aglio non ha ragione di esistere. Presa dall'entusiamo appena il profumo dell'aglio ha iniziato ad invadere la casa, ho pensato bene di tagliare a pezzettini uno spicchio d'aglio e mettere i pezzettini sulla bruschetta.
E mentre gustavo l'ot…

S'è fatta na certa.

In Veneto (non so se accada anche nelle altre regioni italiane) accade che in certe abitazioni non si possa fare rumore dopo una certa ora.
Quindi per esempio, non sta bene passare l'aspirapolvere alle 2:00 di notte.
E fin qua, io credo che nessuno abbia niente da ridire.
Purtroppo so per certo che in alcune dimore è vietato usare il bagno.
Ad esempio, dopo le 23:00 non si può aprire neanche un rubinetto. Ok, mettiamo che uno, previdente, si lavi prima.
Ma se nel bel mezzo della notte devi andare in bagno??? Sì miei cari, state pensando la cosa giusta: non si può tirare lo sciacquone.
I risvolti catastrofici che questa cosa porta con se sono innumerevoli e per non cadere in esempi splatter mi limiterò a fare solo qualche innocuo esempio:
1- il nonnetto incontinente: ok, il nonno va in bagno in media ogni mezz'ora. Ovviamente non potrà tirare l'acqua nè potrà lavarsi le mani. O_O
2- il bambino col virus intestinale: non c'è bisogno che dica molto, ci arrivate da soli vero?
3- il…

Tutto per una copertina.

Ad alcuni di voi l'ho già annunciato. Ricordate il post sulla copertina di un libro non mia che si era misteriosamente strappata?
Ebbene, lo strappo è peggiorato, non chiedetemi come. So solo che non chiederò più in prestito niente a nessuno.
Così ho deciso di ricomprare il libro (si tratta di "Harry Potter e l'Ordine della Fenice) e scambiare le copertine.
Una ventina di euri buttati alle ortiche, non posso neanche dire "Beh me lo compro e lo colleziono insieme agli altri volumi della saga" perchè non ho gli altri volumi della saga.
Ma almeno non mi attirerò le ire di un 16enne che mi aveva raccomandato per ben 2 volte di trattare il suo libro con la massima cura e che con cadenza regolare chiede alla sorella (mia amica) se le abbia riportato il libro.
Questo mi aspetta al varco! Altro che pezzetto di scotch sullo strappo e via!
Pazienza, stavolta è andato così.
Ma ripeto, col cavolo che mi faccio prestare qualcosa...se proprio non saprò cosa leggere riprenderò la san…

I metalli sono duttili e malleabili.

Stanotte deve aver piovuto perchè le strade sono bagnate e nonostante siano le 11 passate, il sole non le ha ancora asciugate.
Ci stiamo addentrando in un periodo dell'anno insidioso, perchè potrebbe nevicare anche domani. E io ho paura della neve, visto che mi devo muovere in macchina ogni giorno.
Ma al momento mi sto chiedendo come mai mi sento la faccia così calda.
Come ogni mattina ho aperto un po' la finestra per bonificare l'ambiente-ufficio dal pericolo radon. Di solito, le altre mattine, lascio aperta la finestra per 10 minuti, un quarto d'ora.
Ebbene, stamane la mia finestra è ancora aperta e non solo non ho freddo ma ho pure la faccia calda.
Non ho la febbre e non mi sento male.
Per mitigare il caldo, proverò a cedere calore alla cucitrice appoggiandomela prima sulla guancia destra e poi sulla guancia sinistra.

E se tutte le macchine avessero un antifurto?

Ieri sera mi è successa una cosa che non mi era mai capitata prima. Ho cercato di aprire la portiera di una macchina non mia.
Non mi sono data al furto d'auto, la faccenda è molto più complessa e allarmante.
Era buio, tornavo al parcheggio dove avevo lasciato la mia macchina (una Fiat Punto nera). Arrivo alla macchina e penso:"Ma guarda come ho parcheggiato male, prima mi sembrava di essere dentro le linee bianche, invece guarda qua che roba!"; infilo la chiave: non apre! Alzo la testa e vedo, accanto a questa Punto nera, un'altra Punto nera!!! Guardo bene la macchina e vedo che ha un alettone posteriore: cacchio non è la mia Punto!!! Realizzo il fattaccio e vado alla mia macchina, la apro, salgo, metto in moto ed esco dal parcheggio! Santo cielo, stavo tentando di aprire una Punto nera uguale alla mia, sicuramente di proprietà di qualche tamarro, visto l'alettone e altri orpelli da tamarro dentro l'auto.
E se il tipo fosse stato nei paraggi? E se qualcuno mi av…

La resa dei conti del resoconto.

Non dovrei promettervi di fare il resoconto dei miei week end perchè poi magari mi trovo nella situazione di non poterlo fare per mancanza di tempo o per mancanza di fatti degni di nota.
O semplicemente, di non farlo perchè non mi va.
Sabato pomeriggio ho trovato un cappotto nuovo, e questo ha subito dato una svolta positiva al finesettimana. Sabato sera, come vi raccontavo nel post precedente, sono andata a questa festa di compleanno con festeggiato sconosciuto.
La festa è andata bene, eravamo in 13 persone (mia mamma mi ha fatto notare che non porta tanto bene...avremmo dovuto essere in numero pari, e poi quel 13, molti lo considerano un numero infausto. Bah, pazienza!) e più o meno conoscevo tutti perchè già visti in precedenti feste di amici comuni.
Adesso ho un week end di pausa, poi si ricomincia: il 25 compie gli anni un mio amico (e già si paventa una paella come quella fatta da lui a Capodanno...o magari ha congelato la paella avanzata in gennaio e ora se la gioca pure per il com…

Non vedo un tubo!!

Vedo che in molti blog si usa mettere un bel filmatino preso da you.tube. Bene. Ottimo.
Peccato che io non riesca mai a vederne uno perchè al mio pc manca non so che programma. Quindi tutto quello che vedo è un quadrato nero.
Siccome non uso un mio pc personale, non posso scaricare nulla.
Il più delle volte me ne frego ma ultimamente la cosa inizia ad irritarmi. Tutti che postano questi video e io non vedo niente.
Addirittura ci sono post solo col video che se non lo vedi non ci capisci niente.
Insomma tutto questo è molto frustrante. Dai, io non metto neanche le foto sul mio blog, e invece là fuori nella blogosfera è tutto un pullulare di video.
Devo stare calma e pensare che è solo una condizione transitoria.
Bene, accantonata la rabbia vi confido un segreto: domani sera vado ad una festa di compleanno di un tipo che non conosco. Non sono stata invitata alla festa direttamente dal festeggiato ma dai miei amici, che lo conoscono. In teoria lui è al corrente di tutto...in teoria...
Quindi son…

Che cos'è l'essere?

Non lo so, ci devo pensare.
Ma oggi indosso un dolcevita nero.
(Senza dimenticare che a casa, sul comodino, ho un libro di Simone de Beauvoir)

Caspita, ci sono quasi più link che parole in questo mini post.
Ah, per la cronaca, il libro non è niente di che.

Hey! Siamo in novembre!!

Interessante iniziativa: con Tribe Magazine, ogni mese, una compilation che ripercorre la storia del rock attraverso brani scelti dal dj Ringo.
Sicchè in ottobre, alla modica cifra di 6,90 euri mi sono portata a casa un simpatico cd con "Le più belle reinterpretazioni in chiave rock".
A novembre è previsto il secondo cd, con le migliori ballate rock. Ottimo. La vostra Luci attende con ansia che ottobre si levi dalle scatole per poter sapere, a novembre, cosa conterrà la compilation.
Bene, vado sul sito il 2 novembre e...niente, c'è ancora la tracklist di ottobre.
Il 3 novembre: idem.
Oggi, lunedì 6 novembre ore 11 (quasi): niente di niente, sempre la benedetta tracklist di ottobre.
Embè??? E' ora di aggiornare la pagina! Siamo in novembre!

La sovracopertina.

Sì, quelle robe di carta, sopra i libri con la copertina rigida. Dovrebbero servire per proteggere il libro no? Invece forse metteranno a rischio la mia vita.
Sto parlando della sovracopertina del libro di J.K. Rowling "Harry Potter e l'Ordine della Fenice".
L'ho finito ieri. Libro bellissimo, uno di quelli che quasi ti dispiace finire. Ma tant'è, l'ho finito (e tra l'altro è pure il quarantesimo libro che ho letto in questo 2006: proprio così, sono arrivata a quota 40 libri e siamo solo ad inizio novembre. Ci sono tutte le premesse per raggiungere l'obbiettivo 50 libri letti!).
Ma torniamo al volume in questione. Non è mio, me l'ha prestato il fratello di una mia amica. Ragazzino gentilissimo che me l'ha prestato senza problemi ma con una sola raccomandazione: trattarlo con estrema cura.
E lo capisco, i miei libri anche dopo letti sembrano nuovi, tanto ne ho cura.
Bene, appena portato a casa il libro mi accorgo che la sovracopertina è strattpata..…

Una volta partita la corriera, va.

Ancora non ho ben capito se mi convenga o meno passare alla versione Beta di Blogger.
Le informazione che mi vengono fornite non mi dicono niente.
"Ti servirà un account Google": ok, ce l'ho.
"Le applicazioni di terzi richiedono l'aggiornamento": eh? Cosa sono le applicazioni di terzi?
"Impossibile annullare": ecco il punto che più mi rende titubante, per non dire che mi inquieta proprio. Una volta passati alla versione Beta, non sarà più possibile tornare indietro alla versione precedente.
Ma come non si può tornare indietro? E se questa famigerata versione Beta non facesse per me, non ho la possibilità di provarla e poi semmai tornare indietro?
E' terribile! Non ci sono vie di fuga!
Quindi lo scenario che si apre sarebbe questo: io passo alla nuova versione, mi trovo malissimo ma non potendo tornare indietro o pago qualcuno che posti per me, o cancello il blog o, a mali estremi, se non riuscissi più nemmeno a metter mano alla bacheca di Blogger, sp…

Le scoperte del martedì pomeriggio.

Ho scoperto il blog di Lario3 e non posso far altro che dire che costui è un genio, come dicevo di Chinaski. Ora dovrò decidere a chi dare il titolo di "Blog più geniale del mio Blogroll e del mio condominio" (ricordo ai gentili lettori che io non abito in un condominio)...

Vendono Mahler a 2,50 euro!

Fruttuoso finesettimana!
Ospite della mia amica siriana, ho mangiato lasagne al ragù, ravioli con la zucca e con gli spinaci, preparati da sua madre (siriana anche lei, ovviamente, ma bravissima nel preparare piatti non proprio tipici del mondo arabo). Ho assaggiato yogurt fatto in casa e dolci siriani coi pistacchi.
Ho comprato "Full of life" di John Fante, una scatola di bastoncini di incenso al sandalo, una bellissima borsa Benetton e...un cd con la Sinfonia n.5 di Gustav Mahler.
No, non mi sono appassionata all'improssivo alla musica classica.
Charles Bukowski parla spesso di Mahler nei suoi libri. E tanto mi è bastato per cercare qualche cd tra quelli di musica classica. L'unico con qualche opera di Mahler era quello che poi ho preso. Prezzo: 2,50 euri! Praticamente niente. Ma intanto io ho il mio cd feticcio!

"E lo faccio! Solo che aspetto gli stacchi pubblicitari!"*

Ieri ho comprato un nuovo spazzolino. E' incredibile, non ho visto l'ora di lavarmi i denti. Ma non perchè sia una maniaca della pulizia dentale, solo perchè avevo uno spazzolino nuovo.
Capita sempre così. Si compra un nuovo detersivo per piatti diverso da quello che si usava di solito? Mi offro volontaria per lavari i piatti (attività che di solito non amo).
Un nuovo pulivetro? Sono pronta a lavare tutti i vetri di casa mia (e, vi assicuro, son parecchi!).
E' come se il nuovo prodotto desse nuovo sprint per lanciarmi anche in attività che di solito non faccio o faccio malvolentieri.
Qualcuno dovrebbe studiare questa cosa e fare confezioni dei prodotti più piccole o oggetti che si usurano più velocemente. Con persone come me farebbero un sacco di soldi e in più ne gioverebbe la mia salute (dentale), l'armonia famigliare (niente più litigi per decidere chi lava i piatti), la pulizia della casa, ecc...
Dai, ditemi che ho scoperto l'acqua calda e che queste cose già le fan…

La borsa di Renato.

Venerdì sera ho guardato Le invasioni barbariche. L'ultima intervista barbarica era a Loredana Bertè.
Questa arriva con un vestitino fasciante nero, coroncina in testa sui capelli raccolti e una piccola borsettina bianca e nera.
La Bignardi le fa dei complimenti sommari e la Bertè dice: Hai visto che bella borsa? Hai visto che gusto che ha Renato?
La Bignardi: Ah, è un regalo di Renato Zero?
Eh certo! Risponde la Bertè.
Caspita! penso io...
Ma poco tempo fa, la Fran, non ha scritto un post in cui racconta di aver incontrato Renato Zero a Parigi, mentre stava guardando delle borse?
Magari stava scegliendo la borsetta da regalare alla sua cara amica Bertè!
Magari no, può anche darsi che la borsetta che aveva in trasmissione fosse un regalo datato...
Ma secondo me si è portata la borsetta nuova per sfoggiarla davanti a tutti.
Che scoop! ;-)

La Wiki FebbrA!

No, non sto provando tutte le ricette con le melanzane possibili e immaginabili.
Non scrivo perchè mi è venuta la febbre (o febbrA) da Wikipedia.
E' tutto il pomeriggio che smanetto su Wikipedia e mi sto divertendo moltissimo.
Quindi portate pazienza, sto lavorando per voi (ma non vi manderò lo stipendio a casa a fine mese!).

Rispondi all'Atene!/2

Ma le melanzane hanno un gusto?
Io le mangio (raramente) solo fritte.
Dall'aspetto direi che non devono aver tutto sto sapore.

Curva di decadimento dell'acqua.

Se quest'anno potesse essere rappresentato con un grafico, quest'ultimo periodo (metà settembre-metà ottobre) coinciderebbe con il punto più basso. Non fatemi spiegare i grafici di tendenza, sì, li ho studiati a scuola e avevo appreso pure il gergo tecnico ma ora l'ho dimenticato e parlo a sproposito.
Traduzione: in questo periodo mi va quasi tutto male, ma non starò qua a raccontarvi i dettagli.

Lettore intelligente: Ma allora perchè lo scrivi qui, se poi non ne parli accuratamente?

Lettore apparentemente cattivo ma in realtà ancora più intelligente: Tsè, questa vuol essere consolata.

Sì sì, avete ragione entrambi, intelligentoni!

Purtroppo non riesco a perdere il mio spirito nemmeno quando sono veramente, ma veramente prostrata e giù di morale. Quindi non serve nessun commento consolatorio, ok? Non è per questo che ho scritto quanto sopra (checchè ne dica l'intelligentone cattivo).
Ma mi ci voleva un post celebrativo di tutta questa oscurità e sfortuna.

Quando fanno la voce grossa non capisco più niente...

Salve sono **** dell'ufficio commerciale Tim, possoparlareconuntitolareoconqualcunochesioccupadellatelefonia?

Io:"Guardi, poco tempo fa ha chiamato una sua collega e comunque non siamo interessati..." (uso sempre sta formula per far desistere quelli che chiamano per conto dei vari gestori di telefonia)

No ma si tratta della tassa di concessione governativa!

Io: E sti ca...!"Sì sì, appunto, ci avevate già contattati al proposito..."

Impossibile! (con tono arrabbiato!!), la legge è uscita ieri! Quindi se anche foste stati contattati dalla mia collega non può avervi parlato di questo!

Porc...O_O

"Ok, allora, dovrebbe parlare col titolare ma adesso è impegnato."

Bene, allora richiamo più tardi.

Cacchio ha vinto lei! :-(

Rispondi all'Atene!

Noto con piacere che quando formulo domande dirette ottengo delle buone risposte.
Cioè, mi rispondete in qualche modo e questo è già molto bello, lo apprezzo molto.
Quindi pensavo che per appaggare il mio bisogno di commenti potrei creare una specie di rubrica, cioè dei post dedicati alle grandi domande che noi tutti ci poniamo, e lasciare che siate voi lettori dell'Atene a dare una risposta.
Dai pensateci, là fuori è pieno di siti, blog, forum, che pretendono di dare delle risposte.
Ecco io invece potrei pretendere di fare delle domande. Poi fatene quel che volete.
Ah, per "domande che noi tutti ci poniamo", intendo dubbi di vario tipo che attanagliano la sottoscritta. Sono sicura di non essere l'unica che si chiede perchè ci sono poche penisole verso nord o perchè dovrei passare alla versione beta di blogger.

Domanda legittima.

Come mai su Google Earth/Map, zone limitrofe hanno risoluzioni diverse?

Casa mia, che si trova in aperta campagna, si vede benissimo, posso quasi contare i sassi in cortile.
Il centro del paese invece è molto meno definito (anzi, si vede proprio male).
Come mai? Mi stanno spiando?? O_O

Ottobre richiede un post (e il mio naso richiede un fazzoletto).

Ho una vera e propria passione per dare i titoli ai post.
Mentre il nervosismo dilaga nel piccolo nord-est, sto pensando che è ottobre e non ho ancora postato niente.
Mettete una persona ansiosa assieme ad altre persone perennemente nervose e con un carattere imprevedibile nella sua ottusità. Otterete l'ambiente in cui passo la maggior parte del mio tempo.
A volte mi chiedo cosa porta la gente ad essere arrabbiata e nervosa.
Non può essere semplicemente perchè si alza male la mattina. C'è gente (tra cui vari invasati religiosi immagino) che vede in ogni nuovo giorno un'opportunità fantastica, una gioia infinita riflessa nelle luci dell'alba. Certo, sono d'accordo, ma non sono tra quelli che manifesta questo sollievo di essersi svegliati alla mattina così palesemente(confesso però di essere una di quelle persone che a volte, prima di addormentarsi pensa: e se non mi risvegliassi mai più?). Cioè vivo il risveglio un po' alla Bukowski ("Oh mer**a! E adesso?).
Ho p…

Microparticelle.

Già venire al lavoro la mattina è difficile di per sè, in più accade che arrivi in ufficio, spalanchi la finestra per una blanda bonifica anti-radon, e invece di aria pura mista a fumi di scappamento vari, ti ritrovi a respirare un odore di carne morta o altre sostanze poco limpide.
Allora devo richiudere la finestra, anche se ormai è troppo tardi e l'odore di morte già aleggia nell'ufficio.
Cosa fare? Respirare con la bocca e non col naso così da non sentire orrende zaffate ogni volta che respiro?
No, prendo dalla borsa lo spray alla mora e lo spruzzo qua e là, sperando copra l'odore nauseabondo.
Ci pensate mai a quante robe schifose respiriamo? Quando spolvero la scrivania, sul panno si deposita polvere nera! O_O Che roba è? E io ci respiro qui dentro!
Poi, a pochi km da qui, ci sono dei capannoni per l'allevamento dei polli (causa dell'odore nauseabondo). Quando il vento gira male l'aria si impesta.
Infine, come non ricordare il via vai di macchine e camion, dato …

Credevo che...

Da piccola credevo che Aretha Franklin si chiamasse ANITA!

Al bar.

I: "Ma come mai X va in Scozia?"
A.: "Va a fare la comparsa per "Braveheart II!""

Hahahahahaha! (risate generali)

Io: "Bravo Cuore e Pusillanime Milza!"
I:"Dovrò segnarmi quello che hai detto e poi andare a controllare sul dizionario!"
Io: "Eh? Cos'ho detto di strano?"
I:"See, see..."
Io: "Che ho detto?!"
S: "Guarda, non si ricorda neanche quello che dice!"
Io: "Sì che me lo ricordo, ma non mi pare di aver detto nessun termine strano!?"
F: "Pusillanime."
Io: "Ah..."

Marostica come Milano?

Sabato sera, con in miei ex compagnucci delle medie, siamo andati a Marostica, in piazza degli Scacchi. Abbiamo scelto un bar e ci siamo seduti nei tavolini all'aperto. (Tavolini anti furto, visto che erano pesantissimi tanto che avvicinarne 2 è stata un'impresa.)
Ho ordinato un Amaretto di Saronno.
Cosa mi vedo portare?
Il mio Amaretto dentro...lo stesso bicchiere/sottovaso dal quale avevo dovuto berlo 2 settimane fa a Milano!
Quella volta rimasi spiacevolmente colpita nel vedere questo mezzo bicchiere assurdo.
E ora? A 200km di distanza mi ritrovo lo stesso blasfemo bicchiere!
Che, almeno, è toccato anche ai miei compagnucci che avevano ordinato altre bevande.
(Quindi voglio dire, non c'entra il fatto che io avessi ordinato l'Amaretto).
Fornitore comune o cospirazione interregionale?

Datemi la stele di Rosetta!!!

Ieri ho ricevuto un bellissimo sms incompresibile da una mia ex compagna di classe.

ciao lo sai che il mio ragazzo mi ha fatto la scheda degli sms gratis a ho scritto a N. cè E. N. mi ha risposto ha detto che non viene invece E. deve ancora rispondermi bene allora siamo sette giusto'Sta ragazza ha organizzato la cena di classe delle medie di sabato sera.
Praticamente cosa voleva dirmi con quell'sms?
Che grazie al suo ragazzo ora può mandare sms gratis, così ne ha approfittato per chiedere a N. ed E. (2 nostri ex compagni di classe) la conferma della loro presenza sabato.
Ho capito che N. non viene. Ma E.? C'è o non le ha nemmeno risposto??
E poi, chiede a me quanti siamo o la sua era un'affermazione??
Marò...O_O

Z di Zara.

Prima di tutto leggo un avviso di Blogger: "Interruzione programmata alle 4pm".
Interruzione de che? Tolgono la corrente? Mancherà l'acqua? Lavori in corso per costruire la fantasia?

Ma torniamo a noi.
Diciamo di tornare a casa a mezzogiorno affamati come pochi.
Qui nel ricco nord-est è consuetudine pranzare ognuno a casa propria.
Dev'essere perchè qui ci sono le ditte piccole, pochi operai, imprenditori artigiani, bla bla bla...
Insomma, la maggioranza delle piccole ditte non ha una mensa aziendale. E' già tanto che ci sia la macchinetta del caffè. Nella mia ditta c'è, ma è offlimits.
Quindi ogni buon lavoratore prende e va a casa sua.
Io sono fortunata...in teoria...torno a casa e mia mamma ha già preparato il pranzo.
Solo che ci sono dei giorni, come ieri, in cui mi ritrovo davanti un piatto di riso bollito col tonno.
Cioè non so se ci siamo capiti: riso bollito e tonno all'olio d'oliva.
La sagra del pranzo raffazzonato.
Ok, mia madre ha detto che aveva avu…

Corso di yoga.

La mia amica vuole iniziare a praticare lo yoga.
Ieri sera mi ha chiesto di accompagnarla ad una lezione dimostrativa.
Io le ho detto che l'avrei accompagnata volentieri, a patto di non dover fare niente, a me lo yoga non interessa.
La lezione inizia alle 20 e noi 2 arriviamo puntuali al negozio di prodotti naturali. Al piano di sopra si terrà la lezione.
Io mi guardo intorno: non c'è neanche una sedia! Dovrò sedermi per terra come tutti gli altri, mimetizzandomi dunque con quelli che son lì perchè realmente interessati.
Cerco un angolo in disparte: non ce ne sono.
Così, quando il maestro ci saluta e inizia a parlare io mi siedo in fondo e assumo un aria indifferente e inizio a guardarmi attorno come se stessi valutando il valore dell'arredamento (2-3 scaffali con qualche libro).
Poi inizia lo show vero e proprio: il maestro mostra alcune posizioni.
Notevole, anche se alcune mi hanno fatto impressione. Ricordo che ho paura della danza del ventre, vi lascio quindi immaginare la fa…

Corpo di mille balene!

Il mio corrispondente dal Nebraska (Hi Gil!!) mi scrive:

ARRRR! Don't be forgettin' that the 19th is offical Internation Talk Like A Pirate Day, matey!

Singolare no? Non sapevo esistesse una giornata in cui tutti devono parlare come i pirati!
Immaginatevi se si volesse fare la stessa cosa qui in Italia.
Quanti vi aderirebbero?
Dopo quanto la vecchia arpia vicina di casa chiamerebbe la neuro?
Forse non siamo ancora pronti per certe cose...
;-) :P

Ah! La morte!

Immagino che ieri non fosse un buon giorno per morire visto che sono ancora qui a scrivere su questo blog.
O forse sono morta e ora lavoro in un ufficio in Purgatorio...Mah!
Praticamente è successo che uscendo dal parcheggio di un centro commerciale ho perso il controllo della macchina e per poco non finivo in mezzo alla provinciale piena di macchine.
Il cordolo di cemento della corsia di accelerazionione ha bloccato la macchina, danneggiato una ruota, forse pure l'ammortizzatore, non parliamo del parafango, ecc..ecc...
Da brava veneta ho pensato subito "Nooo! Altri soldi buttati!"; da brava paranoica ho pensato:"Marò che figura! Guarda dove sono! Di traverso tra 2 corsie...".
Solo imboccando la stradina d'accesso a casa mia ho pensato:"Accidenti, potevo morire!"
E lì diciamo sono un po' crollata.
E se fossi morta? L'ho chiesto pure a mia mamma:"Ma ti pensi mamma, se fossi morta? Cosa avreste fatto? Che ne sarebbe stato di tutte le mie cose?…

Fotocopie all'italiana.

Io quando avevo sette anni me ne stavo a casa mia, facevo arrabbiare mia mamma perchè non volevo fare i compiti e guardavo la tv.
Ora i bambini moderni hanno tutt'altro stile di vita.
Non stanno a casa loro, fanno arrabbiare i dipendenti dei loro genitori e non guardano la tv, tanto ne combinano così tante che in confronto Spongebob è un cartone animato mal riuscito.
Suona il telefono e, visto che il capo non risponde al portatile mi alzo e vado a cercarlo.
Passando vedo il figlio (un bambino di 7 anni) intento ad armeggiare sulla fotocopiatrice...leggo una cifra sul display: 77!
Gli dico: "Stai fermo!"
Esco, dico al capo che lo vogliono al telefono, rientro e sento il sinistro rumore della fotocopiatrice in azione. Il bambino mi guarda con un sorrisetto...il classico sorrisetto che vuol dire "Hahahaha ho fatto una cavolata, ma son bambino, cosa vuoi farmi? I bambini sono così, birichini e simpatici".
Maledetto! Mi butto sulla fotocopiatrice e la spengo alla fotocopia…

La Rai mi copia le idee.

Lunedì ho intitolato il post "Ritorno a Parco Sempione", chiaro riferimento a "Ritorno a Could Mountain", il film con Nicole Kidman e Jude Law.
Cosa ha trasmesso ieri sera RaiUNo? "Ritorno a Cold Mountain"!
Se qualcuno volesse vedere qualche film in tv, me lo faccia sapere: ne farò un post e la sera dopo la Rai lo trasmetterà. ;-)

Ritorno a Parco Sempione.

I compagni di un tempo si sono persi nelle nebbie della vita. Sette anni sono passati, da quel fatidico giorno di aprile in cui io e altri 2 miei amici, fantasticavamo su un avvenire migliore.
Di quei tre giovanissimi, solo io sono tornata in quei luoghi.
Una è diventata una madre di famiglia, l'altro è diventato...beh, lasciamo perdere. Ad alcuni la vita riserva strani destini.
Ritorno al Parco Sempione e lo trovo diverso. Sarà per via del sole e del cielo terso, che non c'era quel giorno di 7 anni fa.
Trovo aiuole con i fiori, erba rasata, persone quasi normali...
Che fine avrà fatto lo sbandato che chiese una sigaretta al mio amico?
E gli strani gruppetti di gente sospetta? Dove si saranno dissolti?
E' strano camminare in quelle strade che avevamo percorso in pullman, facendoci beffe di pedoni e motoclisti...e leggendo le scritte sui muri.
La gente è sempre maleducata e fredda, ma non c'è più la vecchiaccia che, vedendoci mangiare seduti sui gradini di un palazzo ci disse c…

La cattolicissima Spagna.

Il titolo non è meravigliosamente da sussidiario? Eh? Eh?
Si può chiamare ponte anche se la giornata di festa cade di venerdì?
Domani 8 settembre, è festa diocesana a Vicenza, quindi io e la maggioranza dei vicentini non andrà a lavorare.
Le fortune di essere cattolici!

Certe cose bisogna dirle.

L'aroma "fragola" si ottiene facendo marcire non so che tipo di legno.
Non potevo non dirlo. Anche perchè mica me la invento io questa notizia, l'ho letto e quando mi ricorderò dove l'ho letto ve lo dirò.

Ah...quindi sono così...

...i lettori di "Tre metri sopra al cielo".
Ne ho vista una ieri pomeriggio, mentre facevo la solita ronda per controllare se erano arrivati altri libri di Bukowski (ormai in libreria ci sono solo quelli che ho già letto, e quelli che mi mancano devono sempre arrivare...ormai è un mese che sono in ordine...mah!).
Comunque arriva questa ragazza, nè magra nè grassa, pelle chiara, occhiali e frangetta d'ordinanza. Si da un tono e chiede al titolare della libreria: "Avete Tre metri sopra al cielo?", come se avesse chiesto se avessero una copia dei Promessi Sposi in mandarino.
Che domanda sciocca! Ovvio che in una libreria hanno libri come "3msc"! Pare che si venda tantissimo, figurati se non ce l'hanno! Cara e sprovveduta amica, si vede che non bazzichi molto le librerie eh? Eh?
Il libraio fa: "Certo", ne prende una copia che era a 10cm (sc) e le chiede se serve un pacchetto regalo. Sì, fa la ragazza. Anvedi! Che bel regalo! Preferirei ricevere …

And I don't mean on vacation/1

Sottotitolo: Pomodori rossi bolliti.

Ecco la prima puntata di quello che avrei potuto chiamare "Aneddoti delle vacanze", ma siccome era banale, ho messo un titolo diverso.
Come avrete capito dal sottotitolo, vi parlero del primo elemento caratterizzante le mie vacanze di cui parlavo nel post precendente: i pomodori.
Abitando in campagna e avendo l'orto, ovviamente i pomodori li coltiviamo da noi.
Vabbè, che sarà mai...potrei anche non accorgermi della loro esistenza se non fosse per...l'estate.
In estate i pomodori maturano. Bene, direte voi: si mangiano!
No, piano miei cari, non è così semplice. Certo, i miei genitori li mangiano...ma non tutti.
La maggioranza di questi rossi frutti (kili e kili...) vengono usati per fare CONSERVA!
La prossima volta che acquistate un vasetto di passata di pomodoro...beh, ricordatevi di quello che leggerete ora.
A casa nostra da quando ho memoria, si fa la conserva di pomodoro.
Mia mamma raccoglie i pomodori (quasi maturi), li lascia al sole 1…

Agosto rinfresca il bosco.

Sottotitolo: Skip to the end.

E così sono passate anche queste ferie, è quasi finito questo agosto, se non freddo, fresco.
Tra il nauseabondo odore dei pomodori (agosto è mese di conserve), numerose letture, uscite con gli amici, un addio al nubilato che i miei piedi ricorderanno con orrore per anni, nuove conoscenze che ti leggono la mano e parlano di traumi che io proprio non ricordo, gente poco raccomandabile che ti offre da bere e se non accetti "si offende" e colossali dormite.
Vi racconterò qualcusa di più poco alla volta, ho accumulato un sacco di aneddoti, avrò di che raccontare per un bel po' di tempo.

Embè??!

Lettori disattenti!
Ma come? Ieri era il primo di agosto e a nessuno è venuto in mente niente? Non vi viene proprio in mente niente? Neanche una canzone tormentone con tema proprio questo mese di agosto? Eh? Niente? Troppo presi dalle ferie per pensarci???

Vabbè, vi lascio distrattamente un link...

A prestooooooooooo!!!

Se qualcosa può andar male, lo farà.

Puntalmente, ogni anno prima dell'inizio delle ferie, salta fuori qualche grana al pc.
L'anno scorso si guastò il modem, quest'anno un fulmine deve aver fatto qualche danno al pc dato che stamattina non si accendeva e la stanza di Femputer era pervasa da un gradevolissimo odore di plastica bruciata.
Siccome mi sento male, mi congedo da voi anzitempo.
Il mio rientro in ufficio è previsto per il 28 agosto.
Santo cielo, se andate a vedere il post che scrivevo l'anno scorso in questo periodo...beh...siamo lì...scrivevo più o meno la stessa cosa...
Buone vacanze a tutti!

Come perdere 10 anni di vita.

Compilare assegni è la cosa più spaventosa del mondo.
Quando starò meglio magari vi spiegherò...

Potrei entrare nel business dei ventagli di cartone...

Per scrivere devo fare delle pause per farmi aria con un ventaglio, comprato in un negozio "Tutto a un euro". Ringrazio il buon cinese che l'ha fabbricato...e spero che non fosse un cinese bambino! O_O
Ah che bella quest'afa! Questa pelle sudaticcia ed appiccicosa, questo senso di soffocamento, i capelli che ti si incollano alla testa...
Ah che divertimento! Questa sì che è vita!
Senti le cicale come...oddio come si chiama il verso della cicala...?
Ok, senti le cicale come cantano! Sembra di essere in uno spot di una bibita dissentante!
E i campi! Non se ne poteva più di quel verde! Quello giallino secchezza mortale fa molto più "estate"!
Dite la verità, quanto abbiamo sognato questi momenti durante i lunghi mesi invernali, mentre eravamo bloccati per strada da piogge torrenziali! O quando non riuscivamo ad uscire dal garage a causa dei 2 metri di neve che ostruivano l'uscita?
Ma ogni paziente attesa viene ripagata.

Legolandia.

Libreria, sabato pomeriggio.
Stanca di cercare libri di Bukowski editi dalla casa editrice TEA tra gli scaffali, vado alla cassa a chiedere alla commessa.
Luci: Ciao! Ehm...non trovo nessun libro di Bukowski di quelli editi dalla TEA. Ho visto solo quelli della Feltrinelli (e le elenco i 2 titoli, 2, non 25).
Commessa: Bukowski...TEA???
Luci: Sì...TEA....O_o
Marò mi ha guardato con un sguardo così incredulo...manco le avessi chiesto le istruzioni del mio tostapane edite da Einaudi!
Commessa: Guardo...
Sì, brava, guarda guarda...neanche lavorassi nella biblioteca di Alessandria d'Egitto! Hai 4 libri in croce e neanche sai quali sono.
Commessa: No, abbiamo solo quelli della Feltrinelli...
E daje! Lo so che questi ci sono! Te li ho appena nominati io!
Luci: Ok grazie lo stesso, ciao...

Gioventù bruciata.

Ho fatto una piccola ricerca nella blogosfera e ho trovato un sacco di blog di ragazzi/e sui 16-17 anni.
Veramente, c'è un mondo di teen-blogger là fuori.
La cosa sorprendente è il come appaiono questi blog: neri, macabri, con riferimenti alla morte, al punk, rabbia verso tutto e tutti, odio verso questo e quello...
Insomma una specie di ribellione forzata e modaiola verso tutto.
Sì, pare che tutti sti ragazzini si sforzino di essere arrabbiati...anche quando non ce ne sarebbe bisogno.
La maggior parte ha iniziato a scrivere a giugno: praticamente, finita la scuola uno non sa cosa fare, gira voce che puoi crearti un blog su internet e allora vai!
Ripeto, si creano sti blog con un template che va venire il mal di mare, sfondo nero, foto, immagini macabre.
Cos'è tutto sto odio? Cos'è tutto sto nero? Mentre ringrazio il cielo di aver passato i 20 anni, mi chiedo: ero anch'io così a quell'età? Se ne avessi avuto la possibilità, avrei dato vita anche io al mio nero-blog?
Pensa …

Non si può star tranquilli neanche quando si dorme!

Sono in gita scolastica con della gente praticamente sconosciuta. Dobbiamo dare un secondo esame di maturità. Sono alquanto perplessa e chiedo ai miei compagni di classe se è vero e soprattutto perchè!
Mi risponde una dicendo che è la prassi, dopo 2 anni l'esame va rifatto.
Panico!
Non faccio in tempo però a rimuginare troppo...arriviamo sul greto di un fiume dove qualcuno ha avuto la bella idea di costruire un paese. Iniziamo a visitare questo paese ma mi sento inquieta.
Non sono la sola. I nostri accompagnatori ci fanno salire su un furgone e ci portano dentro una specie di astronave. Sono di nuovo da sola e lungo un corridoio incontro tre alieni apparentemente amichevoli. Li saluto e mi allontano di gran fretta ma mi accorgo che questi mi seguono...allora mi rendo invisibili ma so che gli altri (altri chi?) sono in pericolo!
Continuo a correre e dietro di me il numero degli alieni ostili cresce e ora sono armati fino ai denti! Dentro l'astronave c'è un casino tremendo, tutti…

La notte bianca andata in bianco.

Eggià, una si aspetta chissà che festa, chissà che casino, un'orgia di negozi aperti e un casino di gente.
Seee!
Io, la mia amica S., Tom e C.U. partiamo carichi di aspettative e con la cappotta abbassata verso la notte bianca a Schio (VI).
Arriviamo sempre più carichi di aspettative e spettinati, soprattutto io, nonostante avessi avuto la brillante idea di farmi prestare il cappello alla "Vasco Rossi" da Tom, da tenere durante il tragitto.
Ci incamminiamo verso il centro: negozi chiusi, bar aperti e pieni di gente...ma grazie tanto, è sabato sera, qualcuno mi spieghi la differenza tra questa notte bianca e un normale sabato sera estivo.
Beh, ci sono dei dj agli angoli delle strade...una band che suona...gente che balla il liscio...
Ennò caspita! E i negozi aperti????
Sfidando la folla di famigliole impazzite, comitive di ragazzini, coppiette felici e altra varia umanità conquistiamo l'entrata di un bar. Ci sediamo (Io e S.) commentando la poca gentilezza degli altri av…

La cultura non paga.

Grazie a C., ho scoperto l'oroscopo de L'Internazionale.
Ecco cosa dice sul mio segno:

Ariete (21 marzo - 19 aprile)
Spesso ci capita di sbadigliare quando passiamo da uno stato passivo a uno più attivo, come quando ci svegliamo la mattina o decidiamo di smettere di guardare la televisione e andare a correre. Il professore di psicologia Robert Provine, un esperto in materia, dice che i concertisti e gli atleti olimpici di solito sbadigliano quando si preparano ad andare sotto i riflettori. A giudicare da queste osservazioni, Ariete, immagino che presto sbadiglierai più del solito. Stai per passare da una fase d'inerzia a una di stimolante avventura.


Mah!
Vero o no, mi piace come è scritto!

Post scontato.

Grazie agli sconti della Feltrinelli (-25% fino al 15 luglio), martedì ho comprato due libri di Charles Bukowski a 10 euro.
Ovviamente c'era un'ampia scelta di...3 titoli, di cui 2 raccolte di poesie, l'altro una biografia/intervista allo scrittore scritta da Fernanda Pivano.
Cos'ho fatto? Sono andata alla cassa e ho chiesto se avessero almeno Storie di ordinaria follia, magari in magazzino.
No. Lo devono ordinare insieme al altri titoli dello stesso autore che sono terminati.
Ah. Grazie.
Allora ho preso la biografia/intervista e Il Grande. In tutto ho speso 10 euri.
Mi sa che oggi torno, e se non è arrivato niente, prendo anche l'altra raccolta.
Non sono un'amante delle poesie, ma è pur sempre un volume che arricchirebbe la mia biblioteca, quindi meglio se compro il libro in sconto...che non mi va di pagarlo a prezzo pieno!

CAMPIONI DEL MONDO!!!!!!!!!

Sottotitolo: fantasia, portami via!

E ce lo so che siamo campioni del mondo, caro Orsodingo!
C’è solo un piccolo problema: i miei capi lo ignorano, visto che ho lavorato più oggi che in tutta la settimana scorsa.
Dalle 8:16 non ho avuto pace. E che diamine! Non ho neanche il tempo di guardarmi le foto della partita e poi dell’esultanza degli azzuri! Niente!
Intanto vi dico che la mia scaramanzia ha avuto la sua buona ragione d’essere: l’unica partita dell’Italia che non ho visto a casa mia è stata quella contro gli USA. Guarda un po’, è l’unica partita che l’Italia non ha vinto. Capirete bene da quell’incontro in poi io non mi sono più mossa da casa ogni volta che giocava l’Italia.
E anche ieri sera ha funzionato!

Ecco! Anche adesso! Neanche il tempo di cliccare su "pubblica post"!
O_O

Aggiornamento.

Buonasera a tutti! Finalmente a casa posso scrivervi con calma, anche se verso le 22:30 dovrò di nuovo lasciarvi per andare a vedere la replica del tg di TvA Vicenza, perchè pare che a…

Assurdità mortale.

Ieri è mancato un mio parente, uno zio di mio padre.
Così la sera, io e lui siamo andati a far visita alla sua famiglia. Ad un certo punto mio padre chiede, visto che il defunto era lì in casa, se si poteva vederlo.
La vedova (zia di mio padre) dice di sì, e lo accompagna nella stanza dove si trova il defunto.
Io rimango in cucina con l'altra zia di mio padre.
Ora, non sono una maestra di conversazione, ma ho provato lo stesso a dire qualcosa e per un po' la conversazione, anzi, meglio dire, i botta e risposta sono stati decenti.
Poi, il dramma! La zia mi ha chiesto:
Andrai al mare quest'anno?
"Beh no, non lo so..."
Prendi una buona paga?
O_O "Non mi lamento..."
Hai imparato a ballare?
Eh? Ma che domanda è? C-cosa vuol dire se ho imparato a ballare? Quando mai ho detto che non so ballare o lei mi ha visto e ha deciso che non so ballare?
A parte il fatto che io non ballo MAI...che razza di domanda è? Non ha senso!
Non mi vede da anni e mi chiede se ho imparato a ball…

Lavatura di piatti.

Per non morire disidratata, ho iniziato a portarmi da bere in ufficio.
Infatti qui non abbiamo distributori automatici. Al massimo c'è il rubinetto in bagno.
Oppure si può deglutire la saliva facendo finta che sia acqua. Piuttosto di niente...
Da un po' di tempo mi porto da casa del tè verde al limone. Ora, l'ultimo che ho fatto non è riuscito molto bene...temo di essere stata troppo parca con lo zucchero. Da una parte meglio così...però caspita...
Così mi è tornato alla mente un simpatico episodio accaduto anni fa.

Estate.
Mio cugino G. di 10 anni a casa mia.
Siamo seduti in cucina a bere del tè freddo.
Luci: "G., ti piace questo tè?"
G. (con aria poco convinta): "Sì".
Luci:"E' tè verde."
G. annuisce.
Luci:"Ma davvero ti piace?"
G. fa una smorfia, tira su il naso, è in evidente imbarazzo, non sa cosa dire...
Luci:"Puoi dirmelo se non è buono."
G.: "Beh...non sa di niente!"
Luci:"Trovi?"
G.:"Sì..."
Luci:&quo…

Robe varie variegate.

Sono rientrata nel tunnel del "Cosa scrivo??", dev'essere colpa del caldo. Ma quanto posso andare avanti continuando a lamentarmi del caldo? Da qualche parte ho sentito dire che ieri, oggi e domani saranno i giorni più caldi. Non so se della settimana, del mese, dell'anno o dell'universo.
Ieri è stata una sofferenza guardare la partita! Sono rimasta in ufficio fino alle 17 e poi sono corsa a casa. Strade deserte? Macchè! Il ricco e operoso nordest era tutto per strada, una fila pazzesca, gente che andava piano...
Da non credere.
Sto leggendo "Il capitano è fuori a pranzo", di Charles Bukowski. Un altro libro strepitoso.
Certo ho avuto poca scelta: nella libreria in cui l'ho preso, con vista sul Ponte degli Alpini di Bassano d.G., c'erano solo 3 libri di B., di cui 1 edito da Feltrinelli. Ora in questo periodo c'è lo sconto del 25%, quindi io mica posso comprare un libro non in sconto e lasciare là quello in promozione! Ennò!
Mi è andata bene, la …

Nuova partita?

Immagine
Mi sento come quando non riesco a vincere una partita a Freecell.
Tutta colpa del caldo.
Non ce la faccio più...O_O

Il solstizio d'estate.

Bene gente! Pare che sia arrivata l'estate!
Amo tantissimo questa stagione, e non riesco a trattenere tutta la positività e la gioia che questo periodo dell'anno mi infondono.
Un esempio?
Ecco un botta e risposta di stamattina tra me e altri 2 interlocutori "sconosciuti":

Interlocutore A: Siamo al solstizio d'estate.
Luci: Da oggi le giornate iniziano ad accorciarsi, vero?
Interlocutrice B: Sempre a vedere il lato oscuro! :-P
Luci: Sarà oscuro, ma credo proprio che sia così...
Interlocutrice B: Infatti, ma di tutte le cose che avresti potuto dire del solstizio...
Interlocutore A: E' un'inguaribile dark lady :-)
Luci: Ma dai che non è vero!
Interlocutore A: Ma come no? Avresti potuto dire che finalmente arriva l'estate, invece hai commentato sul fatto che l'oscurità guadagna terreno.
E poi le tue preferenze per i vestiti neri sono note, a parte quando metti
i jeans ad un matrimonio... :-D

<_<

Non ci sono più i vasi cinesi di una volta!

Venerdì sera, dopo essere andate al centro commerciale, dove gente di tutti i tipi faceva inspiegabilmente la spesa alle 21, io e la mia amica siamo andate al ristorante cinese perchè a me mancava una sola casella per completare la tessara-punti e avevo deciso che era ora di riscuotere il mio regalo.
Così abbiamo ordinato un involtino primavera, una porzione di shao mai di gamberi, una porzione di spaghetti alla piastra, una porzione di gamberi in salsa piccante, una porzione di verdure fritte, una bottiglia d'acqua e mezzo litro di vino bianco.
Mentre aspettiamo mi accorgo che non ho i fazzoletti di carta. Li chiedo alla mia amica ma...non ne ha nemmeno lei! Il cambio borse è stato fatale e i fazzoletti di carta da bravi figli della serva del mondo borsistico, sono rimasti a casa.
Allora la mia amica ha un'idea: andare in bagno e prendere un po' di carta igienica.
Mi faccio carico della missione: vado in bagno, prendo un po' di carta (ovviamente buttando via quella in …

Pulviscolo.

E se un bel giorno le cellule del nostro corpo si stancassero di stare tutte assieme?
Se il mitocondrio dicesse:"Il mitocondrio della cellula accanto non lo sopporto, leviamo le tende". Allora il mitocondrio insopportabile direbbe "Eh no, sono io che me ne vado!".
Poi il malcontento dilagherebbe di cellula in cellula e salterebbero fuori un sacco di magagne su cui prima si chiudeva un occhio.
Insomma prima sistemavo le cartelline e pensavo: caspita sarebbe terribile se all'improvviso ci dissolvessimo, senza avere nemmeno il tempo di dire "Oh no, diventerò dell'anonimo pulviscolo atmosferico".
Cervello non facciamo scherzi, cerca di non rimuginare troppo su sta cosa, non vorrei che pensa e pensa, tra una sinapsi e l'altra il mitocondrio asociale captasse qualcosa e iniziasse a porsi qualche domanda.
Ci manca solo la secessione cellulare.

Ne avevo una bellissima da dire, se solo mi venisse in mente.../9

"Il sole era stanco. Alcune macchine andavano verso est e altre verso ovest, e mi venne in mente che se tutti fossero andati nella stessa direzione non ci sarebbero più stati problemi"

"FACTOTUM" Charles Bukowski

"Curi che taca il Mundialito germanichese!"

AdoVo i titoli in lingua originale veneta....Traduzione: Sbrigati che iniziano i Mondiali di Germania 2006!
Torniamo a noi: gente! Oggi alle 18 prima partita del Campionato du' Monno!
Io non lo sapevo ma praticamente, la prima partita la gioca la nazionale del paese ospitante contro chicchessia.
In questo caso abbiamo quindi Cermania vs Costarica...(Costarica vero? me l'ha detto The Yorker.net...quindi se è sbagliato insultate lui).
Ottimo! Allora io alle 18 in punto spenGerò questo mio piccì, abbasserò le persiane jones, e scapperò verso la mia autovettura per trasporto promiscuo di cose e/o persone, direzione: il benzinaio.
E sì, prima devo fare benzina...ma poi...ingranerò la marcia e via verso casa!
Mi spoglierò dei miei indumenti da lavoro e mi abbiglierò in modo più sbracato e consono alla visione di cotanto giuoco del pallone.
Naturalmente la regola per una corretta visione è: abbassare il volume della tv, alzare a manetta quello dello stereo per ascoltare il commento della Gi…

Aspetta e spera!

Certo che se aspettavo dei buoni consigli per dipanare il mio dubbio su:"Che libro leggo finchè non ne compro uno più bello?" stavo fresca! Al 31 dicembre sarei stata ancora qua a fare la conta su che libro scegliere! <_<
Meno male che ieri sono andata in libreria e ho preso "Niente canzoni d'amore".
Tiè. ;-) :P

Ditemi voi!

Ho finito di leggere "Factotum".
Ho finito anche "Giorni cinesi" (vedi link nella sezione - anvedi! - "Sul Comodino").
Due libri meravigliosi, non c'è che dire.
E ora?
Mi arrangio coi libri che ho in casa finchè non avrò occasione di andare alla libreria del libraio-distinto-signore.
Ok...
Ci sarebbero questi quattro libri che giacciono non letti da mooolto tempo.
Due li avevo già iniziati ma poi li ho lasciati per libri più belli e più urgenti, gli altri due no.
Consigliatemi voi!


1- "La luna di carta" di Andrea Camilleri

2- "La pazienza del ragno" di Andrea Camilleri

3- "Cacciatori del mare" di Clive Cussler e Craig Dirgo

4- "Delitto e castigo" di Fedor Dostoevskij

Come quella volta che non comprai "Tropico del Cancro".

Ammetto di essere un moralista dentro, senza rendermene conto.
Prima sono stata in libreria; io dovevo prendere un libro a caso di Bukowski, la mia amica doveva comprare un regalo per sua mamma: "Polenta di castagne", di Iva Zanicchi.
Mentre aspettavo la mia amica ho iniziato a spulciare i libri di Bukowski (da adesso in poi B.).
I libri sugli scaffali sono innocui: li vedi solo di lato, ci leggi il titolo e il nome dell'autore.
Ma le copertine! Accidenti a loro! Su tutte le copertine dei libri di B. c'è una donna nuda! Ora, la cosa non mi scandalizza, non è che mi faccio il bagno bendata, so com'è una donna nuda, ci ho fatto un po' l'abitudine insomma.
Ma mettetevi nei miei panni.
Primo ostacolo: il libraio distinto signore.
E' il proprietario della libreria, una bella libreria, vecchio stile, distinta.
Signore elegante, avrà quasi 80 anni ormai, come dicevo prima distinto...insomma uno che mette anche un po' di soggezione (giusto un po', non è uno…

Aiuto!

Ho un blocco degli script!!! O_O

Venigallia e il cane Marrrrco.

Ieri sera sono stata al Venigallia, una festa celtica molto interessante. Nel parco di un'azienda agricola, vicino al "manicomio"...molto verde, panchine, tende, fiaccole, gente in kilt e vestita con abiti tradizionali, chioschi che vendevano l'idromele, il sidro, il vino retico, cornamuse...
e il grande falò finale, veramente un bel momento: una vampata di calore, il parco quasi buio e questa forte luce che illuminava i volti della gente...
Un modo piacevole di passare una serata insomma, il bello dell'estate è che sono frequenti le manifestazioni all'aperto che a me piacciono molto.
Per una pura coincidenza ho incontrato un mio vecchio compagno di classe, Marrrco per l'appunto, dopo 3 anni che non ci incontravamo.
Ad un certo punto, di ritorno dal bagno ci dice:
"Mentre ero in bagno ho pensato al destino."
E noi giù a ridere: ma come? al bagno pensa al destino?
"Sì, perchè? Non posso pensare al destino mentre sono al bagno? Beh insomma, pensavo…