"Fra poco passa il Giro..."

Oggi il padre degenere mi "bacchettava" in quanto non ho ancora postato una riga sull'88° Giro d'Italia, partito sabato sera con un microcronoprologo da Reggio Calabria.
Papà carissimo, per fare un bel post sul Giro, bisognerebbe avere più tempo. Su due + una tappa (il prologo) ne ho vista una e mezza :(.
Però devo ammettere che non ha neanche tutti i torti: mi dico grande appassionata di ciclismo e poi non scrivo niente?
Beh di quel poco che ho visto, la cosa più entusiasmante è stata la fiondata di Paolo Bettini (medaglia d'ora ciclismo su strada ad atene 2004) nella tappa di ieri (domenica 8 maggio).
All'ultimo km la strada inizia a salire: ormai la vittoria, o quanto meno le posizioni migliori se le giocano una ventina di corridori. C'è chi punta alla vittoria di tappa, chi semplicemente bada a non perdere secondi preziosi per la classifica generale, che siamo si all'inizio, ma restare indietro non piace a nessuno. Ci sono quindi i velocisti (quelli che hanno resistito, in un arrivo del genere i velocisti "puri" fan fatica), gli uomini "di classifica" e poi uomini come Bettini, che della classifica si interessano fino ad un certo punto (difficile che atleti di questo tipo si impongano in una lunga corsa a tappe.).
E come da pronostico vince proprio lui.
Oggi ha vinto McEwen e io dico meglio così, Petacchi e il suo treno della Fassa avranno altre occasioni. Ci manca solo che inizi a vincere in tutti gli arrivi in volata!
Ah, tanto per la cronaca: io tifo per Savoldelli, un personaggio. Magari non riuscirà a ripetere l'impresa dal 2002 (quando vinse il Giro), ma a me è sempre stato simpatico, ultimamente è stato parecchio sfortunato per via di vari infortuni, spero di vedergli fare qualche numero dei suoi in discesa.
Nota dolente di questa edizione del giro: il sabato in cui inizia, il numero di Sportweek allegato alla Gazzetta dello sport, dedica un ampio speciale, un dettaglio di ogni tappa, con cartine, ecc..
Ecco, da anni, io seguo il giro con la mia copia di Sportweek.
Quest'anno non l'ho trovata: esaurita in tutte le edicole che ho passato. :/ :(

Commenti

allodj ha detto…
dezan padre, quello vero, non avrebbe potuto fare di meglio:-)
Luci ha detto…
he he he! grazie allo!
solo che dezan riconosceva un ciclista dal polpaccio, io ancora no...;) :D
Diavoletto ha detto…
hem...non era il polpaccio...hem...

;)666
Luci ha detto…
<_<
sì che era il polpaccio!!!
he he he! :P :P ;)
occhio che sennò ti chiedo di spiegarmi cos'era eh?
rainbowsparks ha detto…
avrei un po' di aneddoti sul giro d'italia...ma direi di concentrarmi su altro...MALGIOGLIO!
è diventato il mio peggior incubo ^^
E non sapevo di tutta questa fama...si vede che vedo poca televisione.

Per fortuna =)
Luci ha detto…
no no! se hai aneddoti sul Giro racconta pure!!! :D

Malgioglio? mmm...lasciamo stare va! :( :/
Diavoletto ha detto…
ok .... rivado a sniffare la colla!!!

;)

Post popolari in questo blog

Ho una mezza idea.

Si fa presto a dire "catena"...