Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2005

Apri gli occhi.

Alcuni di voi sapranno che ho 3 gatti.
- Gattone: il decano del terzetto, detto “Leziosity killed the cat” per via di un incidente ad una zampa che gli da un’aria leziosa e inutilmente ossequiosa;
- Marroncino: gattina di poco meno di un anno, detta “Marrone” , “Il signor Marrone” o “Little Sweet Brown”;
- Bianchetto: gattina coetanea (forse sorella?) di Marroncino che si distingue perché mentre Marroncino è sempre stato filo-umani, Bianchetto è più filo-Gattone.

Ora Marroncino e Bianchetto sono diventati mamme. In tutto 6 gattini nati lo stesso giorno.
Vedeste che creature!!!
C’è un Marroncino II (perché è uguale a Marroncino), un Gattone II (perché è uguale a Gattone), uno completamente bianco; uno bianco con la codina rossa; uno bianco sporco tipo “canottiera usata e poco lavata” e un altro che sembra un dalmata.
Due giorni fa hanno aperto gli occhi e ora se ne vanno in giro con passo incerto.

Non vedo l’ora che mi venga l’illuminazione per i nomi da dare ai gattini! 999 ;)

Il ritorno del Falco.

Immagine
Savoldelli


Il 30 maggio 2002, era un giovedì, io e altri 3 miei amici ci avventurammo alle 7 di mattina a Folgaria (Passo Coe) per vedere l'arrivo della tappa. Una giornata memorabile.
Quel giorno vinse Pavel Tonkov e quella tappa regalò a Paolo Savoldelli (detto "il Falco") la maglia rosa che portò fino a Milano.
Sono passati 3 anni, l'88° Giro d'Italia è terminato ieri.
Dopo anni di infortuni e sfortune varie, il Falco torna a vestire la maglia rosa.
Un grande!
Dietro di lui Simoni e la sorpresa di questo giro, il 23enne venezuelano Rujano (che di anni ne dimostra 14).
Uno dei più bei giri degli ultimi anni, lo hanno detto in tanti e sottoscrivo anche io.
La vittoria di Salvoldelli è l'epilogo migliore (che pochi, me compresa, si aspettavano).

222

Benvenuto Nicolò!

Immagine
Miguelito: "Dì Mafalda, prima che nascessimo noi, il mondo esisteva davvero?"

Mafalda: "Guarda che sei stupido, Miguelito! Certo che esisteva!"

Miguelito:"E a cosa serviva?"

Ieri 27 maggio 2005 è nato Nicolò: benvenuto!!! :)

222

Miiii! Che incubo!!!

Stamattina presto ho avuto un incubo oRendo.

Sono a casa mia e improvvisamente iniziano ad arrivare delle auto. In particolare ne arriva una stranissima dalla quale scende una specie di pazzo coi capelli rasati, vestito nero, risata da matto, che comincia a saltare di qua e di là come se fosse l’amicone di tutti.
Noto che la gente intorno a me, che non vedo, ma sento che c’è della gente, ha paura di questo personaggio.
Rientro in casa e la trovo piena di ragazzini. Da casa mia si trasforma in una specie di collegio.
Arrivano altri loschi personaggi: una specie di Aldo (di Aldo Giovanni e Giacomo) con gli occhi rossi e con un’espressione cattivissima; un altro ragazzo coi capelli ricci e una maglia rosa; un vecchio di cui non mi ricordo le fattezze.
La scena sembra tranquilla, ogni tanto sparisce qualche ragazzino, ma complessivamente si è abbastanza tranquilli.
Scopro che lo pseudo Aldo, legge nella mente dei ragazzini e poi li rende stupidi, come se gli svuotasse il cervello.
Se ne accorgon…

E vai di catena...

Funziona che praticamente ti nominano e tu devi rispondere a queste domande e poi passi la patata bollente ad altri 5 ignari blogger.
Secondo me è una cosa sospetta, ordita per controllare il mondo "musica su pc".
No dai, scherzo, non credo che sia una cosa sospetta...No...le ho detto che non ho visto nessun UFO!!!! Ahhhh...no...la siringa no..............................


1. volume totale dei file musicali nel mio HD
700MB da una parte, 900MB in un'altra. Ha senso?

2. ultimo CD che ho comprato
non sa/non risponde/non ricorda

3. canzone che sta suonando ora
Boys don't cry - The Cure

4. cinque canzoni che ascolto spesso (ultimamente)
Bliss- Muse
Abitudine - Subsonica
Sunburn - Muse
Electrolite - REM
Senza una Scusa - Perturbazione

5. cinque blogger a cui passo il testimone (non vogliatemene):

- Lady
- Chiara
- Orsodingo
- Rainbowsparks
- Sgru

:)

Al capannone sulla 2 cavalli.

Personaggi:
io, 2 mie amiche, il ragazzo della mailing list di mia cugina, l'amico caso umano, l'amico con la 2 cavalli.
Ieri si prospettava una serata senza tante pretese: io e le mie amiche dovevamo incontrarci con un amico di mia cugina (la pucci-cuggi, quella della mailing list).
Durante il pomeriggio ci accordiamo e lui ci dice che ci aspetta in un parchetto con dei suoi amici dove vanno di solito a bere ad inizio serata.
Ci manda addirittura una mappa per farci capire dov'è il posto. Io snobbo la mappa dopo che leggo "Vi invio una mappa del posto. Se usate lo zoom e un po' di immaginazione, dovreste capire qualcosa."
Mi faccio spiegare il posto da mia cugina che però non viene con noi.
Le indicazioni sono: seguite la statale, girate a destra quando vedete la chiesa, proseguite, trovate una brutta curva e proseguite ancora, andate sempre avanti fino a che arrivate a questo parchetto sulla destra.
Seguiamo la strada indicataci dalla pucci cuggi e troviamo questo…

Consigli utili: pensare di pensare.

Non centra la colla.
Mi è venuta in mente una cosa che lessi (non rintintin) tempo fa:
pensare di pensare fa bene perchè aumenta l'irrorazione del sangue al cervello.
Quindi ogni tanto mi fermo a pensare che sto pensando.
Come ora: penso che sto pensando cosa scrivere.
Ahhhh, mi sento già meglio, il mio cervello è ossigenato (non tipo Eminem! :P).

222

"...like Bandini looking for Camilla."

Girando per i vari blog mi pare di aver notato un certo “magonismo”, come se ieri sera, complice magari il brutto tempo, molti siano stati portati a riflettere su se stessi, sulla propria vita, ecc…
In effetti pure la sottoscritta ieri sera era in balia del Big Magician, (che non ha niente a che fare con Mac Donald’s :P).
Però, tra una cosa e l’altra sono andata a dormire abbastanza tranquilla, complice pure il libro che sto leggendo, “Chiedi alla polvere”: c’è un passo*, che ora non ho sottomano, se riesco ve lo trascrivo, che pare l’abbia scritto io da quanto mi rispecchia! Pazzesco!
Bandini, che personaggio! Inseguo questo libro da quasi 10 anni, prima ancora di sapere che esistesse.
Primo, per il verso di una canzone di Sheryl Crow (Superstar) in cui dice “…like Bandini looking for Camilla”: e io a pensare “Ma chi è sto Bandini?”
Secondo, un film che ho intravisto, di cui mi ricordo pochissimo, che deve essere la trasposizione cinematografica di un altro romanzo di John Fante, “Aspetta…

Big Magician II

All around me are familiar faces
Worn out places, worn out faces
Bright and early for their daily races
Going nowhere, going nowhere
Their tears are filling up their glasses
No expression, no expression
Hide my head
I want to drown my sorrow
No tomorrow, no tomorrow

And I find it kinda funny
I find it kinda sad
The dreams in which I'm dying
Are the best I've ever had
I find it hard to tell you
I find it hard to take
When people run in circles
It's a very, very mad world mad world

Children waiting for the day they feel good
Happy Birthday, Happy Birthday
Made to feel the way that every child should
Sit and listen, sit and listen
Went to school and
I was very nervous
No one knew me, no one knew me
Hello teacher tell me what's my lesson
Look right through me, look right through me

And I find it kinda funnyI find it kinda sad
The dreams in which I'm dying
Are the best I've ever hadI
find it hard to tell youI find it hard to take
When people run in circles
It's a very, very mad world ... wor…

Murphy!!! Ripensaci!

Da una settimana nella mia auto ci sono ben 2 ombrelli: uno normale modello ombrellone da spiaggia, l'altro più piccolo, di quelli che ci stanno in borsa.
Bene, vorrei che poteste vedere quello che vedo io dalla finestra del mio ufficio: il cielo è grigio asfalto, c'è vento, tuoni e fulmini, ecc...
Voi credete che di due ombrelli me ne sia portata in ufficio almeno uno?
Naaaa. Sono entrambi al sicuro in macchina.
Va beh, la speranza è sempre l'ultima a morire...ora sono le 17:30, magari per le 18:00 avrà smesso...

...e se mia nonna avesse le ruote sarebbe una cariola!!!

Che cuRtura!

Stavo guardando la cronometro (Giro d'Italia) con mio fratello.
Ad un certo punto attacca a parlare di non so cosa. Quindi gli dico "Basta parlare! Non voglio sentire niente!", ovvero niente che non sia la telecronaca della tappa.
Ci guardiamo e ridiamo perchè gli ho detto sta cosa proprio in maniera secca: mettete che state parlando di qualcosa e uno vi zittisce senza tanti complimenti.
Siamo soliti fare così, soprattutto se uno dei due sta facendo un discorso ed è particolarmente infervorato. Diciamo che abbiamo l'abitudine di trattarci cordialmente male.
Dice "Voglio sentire il silenzio...sentire-silenzio...è un ossimoro...sentire il silenzio!"
Lo guardo:"Ossimoro? Anvedi! E tu che ne sai di ste robe?"
Non mi risponde e assume un'aria da studioso dell'Accademia della Crusca, tutto compiaciuto.
"Tsè! Lo saprai perchè l'avrai sentito a scuola...o l'avrai letto due minuti fa da qualche parte...".

Luci at the concert: Marlene Kuntz

Ma quanto poga un fan? Ho rischiato la vita ieri sera al concerto dei Marlene Kuntz.
La mia amica innamorata del cantante si mette davanti (errore fatale), iniziano a suonare e per poco non vediamo travolte!!!
La temperatura troppo alta (come al concerto degli Afterhours) e sti fan che saltavano (come a quello dei subsonica, ma più cattivi)...
Decidiamo saggiamente di spostarci più indietro e da lì non ci muoviamo per tutta la durata del concerto.
Io non conosco le canzoni dei Marlene, non so se tra quelle che hanno suonato ci fossero più brani vecchi o più del nuovo album, boh.
Ad un certo punto mi sono trovata a sbadigliare (pensando: "Chissà cosa pensa la gente qua attorno se mi vede a sbadigliare con tutto sto casino...penseranno che son matta!") e per non addormentarmi ho iniziato a ciondolare in qualche maniera, un po' a ritmo, un po' a caso, sperando ogni volta che finiva una canzone che fosse l'ultima...e invece no! Il concerto è durato due ore! Non finiva più…

Ne avevo una bellissima da dire, se solo mi venisse in mente.../4

"Essi sono ancora i nostri camerati e pure non lo sono già più: ecco la tristezza.
Tutto il resto è andato alla malora in guerra, ma credevamo nel cameratismo.
Ora invece assistiamo a questo: quel che non ha potuto far la morte, riesce alla vita: di separaci."

"La via del ritorno" - ERICH MARIA REMARQUE

Rock and roll!!!

Ieri sera su La 7 ho seguito qualche minuto di Le invasioni barbariche, nuovo programma della Daria (Bignardi).
Più la guardo e più mi rendo conto che ha il mio stesso taglio di capelli. Solo che a lei sta bene, le da quel tocco bon-ton.
Poi, attimo di smarrimento: inquadrano l'ospite. E' Morgan (ex Bluvertigo).
Ma...aspetta un attimo...Pure lui ha lo stesso taglio di capelli!!
Sì gente! Anche lui, lo stesso della Daria, e quindi anche mio!
Solo che i suoi erano più corti e mossi
Il dilemma: io a chi assomiglio?
I miei capelli sono più sul bon ton o più verso lo stile "debra mordecai" (=capello mosso, come viene viene, appena una passata col phon tanto per poter dire "Li ho asciugati.")?
Forse sono un mix delle due tipologie: uno stile "debra mordecai" bon-ton...o bon-ton scarmigliato...
A volte rimpiango i tempi in cui avevo i capelli alla Ozzy...:/ ;)

999

Boys (or girls) don't cry!

Avete mai fatto caso al modo di cantare di Gwen Stefani dei No Doubt?
Quando canta sembra che stia per piangere, sembra che da un momento all'altro scoppierà in lacrime...come se cantasse col broncio.
Ecco, questo modo di cantare mi ricorda quello di Roberth Smith dei Cure.
Anche lui quando canta mi da la stessa impressione.

"Fra poco passa il Giro..."

Oggi il padre degenere mi "bacchettava" in quanto non ho ancora postato una riga sull'88° Giro d'Italia, partito sabato sera con un microcronoprologo da Reggio Calabria.
Papà carissimo, per fare un bel post sul Giro, bisognerebbe avere più tempo. Su due + una tappa (il prologo) ne ho vista una e mezza :(.
Però devo ammettere che non ha neanche tutti i torti: mi dico grande appassionata di ciclismo e poi non scrivo niente?
Beh di quel poco che ho visto, la cosa più entusiasmante è stata la fiondata di Paolo Bettini (medaglia d'ora ciclismo su strada ad atene 2004) nella tappa di ieri (domenica 8 maggio).
All'ultimo km la strada inizia a salire: ormai la vittoria, o quanto meno le posizioni migliori se le giocano una ventina di corridori. C'è chi punta alla vittoria di tappa, chi semplicemente bada a non perdere secondi preziosi per la classifica generale, che siamo si all'inizio, ma restare indietro non piace a nessuno. Ci sono quindi i velocisti (quelli c…

Luci at the concert: Subsonica.

Quanto salta un fan? Tanto. E, incredibile ma vero, ho saltato pure io. Dirò di più, mi son ritrovata pure a ballare. Certo, forse ballare è una parola grossa...diciamo che mi paragono ad un portatovaglioli, quelli da bar. Ecco, immaginatevi un portatovaglioli che si muove a ritmo di musica.
Penso che il concerto di venerdì 6 maggio dei Subsonica sia uno dei più belli tra quelli a cui sono stata finora.
Canzoni bellissime, dal vivo sono grandiosi, non pensavo. Ero partita con poche aspettative, non sono una loro fan sfegatata.
La tastiera di Boosta! He he he, non saprei neanche descriverla, so che si alzava e abbassava, si spostava di sbiego, insomma una tastiera in perfetto stile "come la metti, sta".
La vostra Luci non si è limitata a guardare da lontano, chessò, a starsene sulle gradinate del palasport. Eh no! Troppo facile! Non ero vicinissima al palco, ma riuscivo a vederli in faccia distintamente. E se tenete conto che sono un po' miope, vuol dire che non ero così ind…

Su, non fate quella faccia!

Lo ammetto, ho iniziato a leggere Angeli e Demoni di Dan Brown.
Ma se può significare qualcosa non me lo sono comprato: me l'hanno prestato senza che io lo chiedessi.
Al momento non ho altro da leggere perciò lo prendo per quel che è: una lettura amena e niente di più.
Insomma, piuttosto di niente, meglio aver qualcosa da leggere.
Nessuno è perfetto. ;)

Staring at the sun...

Immagine
Se guardiamo il sole, la maggiore intensità della luce che raggiunge i nostri occhi, fa sì che un segnale elettrico ad alta frequenza passi attraverso i nervi ottici. I nervi del naso, che sono vicini, captano parte di questo impulso elettrico e inviano un segnale al cervello, che mette in moto la stessa risposta di un'irritazione della cavità nasale.
Il risultato: uno starnuto.

"Non si sa esattamente perchè ciò accada ma le statistiche dicono che il 25 per cento delle persone starnutisce quando volge lo sguardo al Sole o ad altre fonti luminose. [...]
Si pensa che questa reazione sia ereditaria, come residuo di un carattere perduto poi con l'evoluzione, i cui vantaggi sono ignoti."
(Newton - n.7 luglio 2003)

Ecco, io faccio parte di quel 25% di persone che se guarda il sole ( o un'altra luce intensa), starnutisce.
E voi? ;) :P


"Il servizio clienti è attivo dalle 8 alle 20".

La bellezza dei call center è che iniziano alle 8 di mattina.
Siccome a me non piace telefonare quando ho gente attorno che ascolta, appena arrivata in ufficio (8:15), approfittando del fatto che c'ero solo io, ho telefonato al servizio clienti di Telecom.
Mi risponde una ragazza.
Che bello, non so chi avesse la bocca più impastata e il tono di voce più basso tra le due.
Nonostante le difficoltà di linguaggio dovute all'orario, ha risposto alla mia domanda, non senza essermi sorbita due minuti di silenzio mentre lei controllava: si sentiva il sottofondo, altra gente che parlava.
Alla fine avrei voluto dirle: "Grazie! E buona fortuna per oggi, sorè!"
Ma siccome, con quella voce, più che mia sorella sembrava mia zia le ho detto semplicemente: "Grazie, buona giornata."

222

Luci at the concert: Afterhours

Quanto urla un fan? Li ho osservati, c'era una ragazza che cantava a squarciagola, e intanto piangeva. Pazzesco.
Io non conosco le canzoni degli Afterhours, ho cantato solo la loro versione di "La canzone di Marinella". Ma sono molto bravi e le canzoni belle.
Certo, è dura rimanere lucidi in un posto in cui c'era una marea di persone. Un caldo indicibile, un'umidità assurda: mancava l'aria.
E i più disparati personaggi: dal fan che sa tuttiitestidellecanzoni, al solito gruppo di giovani rasta che va ad ogni concerto, il tamarro coi capelli lunghi che non ci pensa più di tanto e si toglie la maglia, l'universitario snob che parla di studio mentre è fuori a fumare, fino al tipo "impiegato del catasto" che non rinuncia alla sua camicia a quadretti + gilet.( Adoro osservare la gente quando vado in giro).
Il cantante degli Afterhours mi è passato a 20cm, che se allungavo un braccio lo toccavo. Il batterista se n'è stato un bel po' a ballare in pi…