Post

Visualizzazione dei post da 2005

The last good post of the year?!

Forse è il caso che vi auguri buon anno perchè ormai ci siamo e molti di voi sono già sulla highway per i festeggiamenti!
Il 2005 è stato un anno bellissimo per me!
Non mi aspetto nulla dal 2006, come non mi aspettavo niente dal 2005, vedremo...in un modo o nell'altro me la caverò!
Passate un bel capodanno, io cercherò di fare del mio!
Tanti auguri, ci leggiamo l'anno prossimo!

;-)

222

Holidays on Ice - Il ritorno.

Ebbene sì! E' ritornato il pericolo ghiaccio/neve!!!
Ho rischiato la vita varie volte tra ieri sera e stamattina, come da copione.
Nessun mezzo spargisale, nessun trattore con la pala, nessun spazzaneve, nessun Mr Spazzaneve.
Niente. Gli automobilisti abbandonati a sè stessi e alla bontà dei propri pneumatici.
Ci metti venti minuti a fare 800 metri; puoi usare solo la prima e la seconda marcia; non vai più veloce dei 20km all'ora; se appena tocchi il freno la macchina sbanda e sei morto.
Insomma un bello schifo.
Così oggi sono a casa che guardo la neeeeve che scende e ricopre ogni cosa.
Quelli che han scritto o scrivono poesie sulla neve o sono bambini di 6 anni, o sono dei disoccupati che non si muovono mai di casa.
O hanno una jeep e perciò poco gliene importa come sono messe le strade.
Mentre scrivo ascolto gli Oasis che cantano The Indutimes e penso a quanto sono fortunata ad aver riportato a casa la macchina integra...
Ieri sera sono arrivata a casa e appena scesa dall'auto ho …

Da Natale a Santo Stefano.

Sarebbe lunga raccontarvi tutto quello che ho fatto la sera del 24, quella del 25 e del 26.
Ok, niente di eccezionale, le solite avventure tra un capannone e l'altro.
La vigilia di Natale sono uscita alle 21:30 e tornata alle 5:30...ho fatto quell'ora guardando "Fuori di Cresta" (spero che sia il titolo giusto), un film su dei punk a Salt Lake City, a casa dell'imprenditore.
Siamo finiti lì dopo un giro di birre al capannone e un tè corretto in un bel locale ispirato ai fumetti di Corto Maltese.
Lo so, ho già scritto che quel tè corretto mi fa schifo, ma è la tradizione: la vigilia di Natale si beve il tè corretto.
Ma dicevo, siamo finiti a casa dell'imprenditore, casa su cui giravano voci di un posto senza pari, arredamento essenziale ma mooolto chic, una villa come ce ne sono poche.
Invece ho trovato una villetta normale, con molto parquet, divani bianchi su cui un po' ti fai scrupoli a sederti, chè son troppo candidi...ma il pezzo forte è la camera da letto…

"C'è Natalizio, il pizzicarolo!!"

Vi sparo un bel titolo incomprensibile, tanto per non smentirmi visto che ora sapete quasi tutto del titolo! :P
Ho visto in giro che in molti blog già ci sono gli auguri di Natale.
Oggi è il 23, se andassi a scuola sarebbe l'ultimo giorno e ci sarebbe il concerto di Natale e poi auguri a tutti o quanto meno, auguri a quelli che son rimasti e non son rimasti direttamente a casa o non sono scappati prima.
Ah mondo blog!

Prima degli auguri però non posso tralasciare un fatto importantissimo: ieri pomeriggio mi sono comprata le moppine. Ho scoperto che si chiamano così le pantofole a forma di animale (cane di solito). Ecco io ho trovato il leone, i cani erano finiti. Belle eh? Erano 20 anni che sognavo di averne un paio!
Leone per le pantofole, leone per il portachiavi con scritto il mio nome (altro oggetto del desiderio regalatomi al mio compleanno)...

Mi viene in mente una coppia di miei amici che tempo fa, sentiva dei rumori sospetti provenire dall'altra parte del muro. Aldilà c'…

Un anno di Atene a tenuta stagna.

Quando avevo 17-18 anni, facevo da babysitter-maestra di vita ad un mio cuginetto di 7 anni che passava i pomeriggi a casa mia perchè la madre lavorava.
Un pomeriggio, era ora di merenda, mia madre gli dà un pacchetto di biscotti Atene, quelli grandi e rettangolari della Doria. Prova ad aprire il pacchetto ma non riuscendoci si gira verso di me e dice:"L'Atene non s'apre!".
Mi faccio passare il pacchetto malefico e ci provo pure io...niente. Così non so far altro che rispondergli "E' vero!", pronunciando la "e" di "vero" ingiustificatamente stretta.
Ricordo che ci siamo messi a ridere tutti e due, ma non so dirvi se poi siamo riusciti a mangiarli quei biscotti o meno. Solo che da quella volta, ogni tanto ci ripetevamo quello scambio di battute, incomprensibile per tutti gli altri.
Ecco qua. Ora sapete da dove arriva il titolo di questo blog. Niente di misterioso: solo biscotti e un bambino di 7 anni.
Quando un anno fa, il 20 dicembre…

Io certa gente non la capisco...

Io mi domando perchè arrivando al lavoro devo vedere ogni giorno la solita coppia di anziani (immagino siano moglie e marito) che cammina lungo il ciglio della strada.
Alla mattina ci saranno massimo 4 gradi in questo periodo. Che ci fanno in giro?
Ma perchè a 80 anni devono camminare lungo una strada alle 8 di mattina? Per andare dove?
Non devono andare a lavorare e alle 8 sono già in giro???
Perché?
So che gli anziani fanno poche ore di sonno...ma io fossi in loro starei a letto lo stesso! O al limite guarderei UnoMattina...farei una bella colazione con calma...
Non andrei mai in giro a piedi con addosso un giubbottino trapuntato color panna e neanche una sciarpa!
Son misteri...

I mali di stagione.

Grazie al cielo è arrivato il fine settimana. Ho passato dei giorni tremendi, dormendo male la notte, tutto per colpa del raffreddore.
Giusto per aggiornarvi sulla mie condizioni di salute, il mal di gola è passato, il naso non è più tappato e ho una gran bella tosse.
Ah, e non dimentichiamo che sono senza voce. Prima di parlare devo fare un bel respiro, altrimenti non si capisce niente: alterno un tono acuto ad uno più basso e cavernoso...sembro una a cui hanno sbagliato il dosaggio di una cura ormonale! O_O
Comunque penso che il peggio sia passato...spero che il peggio sia passato.
Non c'è niente da fare, ogni anno passo una settimana da appestata, magari non mi viene la febbre...ma le vie aeree vanno in malora, la gola si infiamma senza pietà, la voce parte per San Kitts and Nevis...
Ora avrò il week end per riposare, vagare per la casa con la coperta sulle spalle, bere un sacco di sciroppo per la tosse e guardare la tiiiiiiiiiiiviiiiiiiiiiiiiiii (=tv).
Buon we!

Raffreddore trash!

Il brutto del raffreddore e che i fazzoletti vanno via come niente!
Devo confessare una cosa un po' così: uso anche i fazzoletti di stoffa.
Eh sì, lo ammetto...so che non è il massimo della vita sapere che una ha in tasca un fazzoletto di stoffa usato...ma che ci posso fare?
Voi non sapete quanti fazzoletti di stoffa ho!
Per anni e anni, le mie zie non hanno fatto che regalarmi confezioni regalo di fazzolettini ricamati!
L'altro giorno, sono venuta a sapere che regalare fazzoletti porta male, malissimo!
Ecco spiegati molti eventi spiacevoli della mia fanciullezza!
Comunque, ora mettetevi nei miei panni: vi ritrovate con una montagna di graziosissimi fazzolettini di stoffa. Crescete con vostra mamma che, ogni volta che uscite di casa, si sincera che abbiate con voi un fazzoletto (fosse anche il 31 luglio, se sa mai!).
Alla fine prendi anche tu spontaneamente questa abitudine e tieni sempre in tasca il tuo bel fazzolettino.
I fazzoletti di carta sono stati una integrazione al fazzoletto …

La tua gola è in fiamme?

Non è che non abbia niente da scrivere, è che il mal di gola ottenebra la mia mente e il massimo che riesco a pensare è che a casa sono rimaste 2 caramelle per il mal di gola e 1 cucchiaio di sciroppo contro il raffreddore.
Il raffreddore è un virus furbo perchè non uccide l'organismo in cui si annida: ci convive e prospera.
Mica come gli altri virus, che si autoeliminano facendo morire il malcapitato su cui si trovano.
Dopo questa digressione scientifica, passiamo all'empirismo.
Anche ieri sera, mentre ero a letto, ho pensato al fatto che siamo lo scaldasonno di noi stessi. Pensiamo che siano le coperte a scaldarci, invece sono solo un mezzo per mantenere il calore che emana il nostro corpo.
Bene, penso che anche per oggi vi abbia dato di che riflettere.
Etchiù!

Che ci faccio qui?

Eccomi qua in ufficio.
Stamattina mi sono alzata perchè mia mamma è entrata in camera mia dicendo:"Ma fai ponte oggi?".
Apro gli occhi e le rispondo:"Ommmiodddio!!!".
Lavarsi e vestirsi in 5 minuti è orrendo...2 minuti per buttar giù il caffellate, 30 secondi per mettere il cappotto e prendere le chiavi dell'auto.
Salgo in macchina, non allaccio neanche la cintura, esco dal garage, metto gli occhiali da sole.
Arrivo allo stop sulla superstrada e metto le cinture.
Insomma sono arrivata in ufficio alle 8:25...dovrei essere al lavoro per le 8:15!
Non so neanche se mi sono pettinata...boh! Ah sì, ora ricordo! Ho legato i capelli con un elastico...quindi una pettinata sommaria c'è stata.
Ma si può?
Perchè mi sono alzata tardi?
Ieri sera alle 22:00 ero a letto, quindi in teoria, avrei dovuto aprire gli occhi attorno alle 7 stamattina, come al solito.
Invece, mi sono dimenticata che avevo puntato la sveglia del cellulare alle 5:00 (ieri mi sono dovuta alzare a quell'ora …

Beati quelli che ponteggiano!

Io venerdì sarò al lavoro come al solito...maledetto ricco nord-est!
Proprio oggi dopo pranzo, dopo la mia solita dormitina prima di tornare al lavoro, pensavo a quanto sarebbe stato bello stare a casa...recuperare tutto il sonno arretrato.
No. Un corno! Non si dorme! Tutti ai posti di combattimento!
Ahhh...

Ne avevo una bellissima da dire, se solo mi venisse in mente.../7

"Incuriositi da quanto ci aveva raccontato Wang Fei, ci era venuta voglia di consumare un po' le nostre suole su quella terra rossa e misteriosa. Per molto tempo la strada era stata la nostra religione. Non si trattava semplicemente di mettersi in viaggio per andare a vedere che cosa c'era al di là dell'orizzonte, ma soprattutto un modo per lasciarsi alle spalle le comodità di tutti i giorni e i compromessi che ne derivano. Offrirsi ai raggi del sole, alla pioggia, ai rovi che lacerano la pelle dei polpacci: tutto questo aveva un certo fascino. E' vero, ci piaceva soffrire un po' per dare una sferzata ai nostri sensi assopiti. Se non lasciamo al viaggio il diritto di farci un po' di male, tanto vale restarcene a casa, diceva Nicolas Bouvier. Rotta a nord, dunque."

"Viaggio nella Cina proibita" - LUC RICHARD

- 4° C

Comunque anche il freddo ha un senso.
Sennò tanto vale andare a svernare sul Mar de La Plata no?

Scooooop!

Se la notizia viene confermata, salta fuori che Davide del Daveblog mangia gli stessi crauti che ho mangiato ieri io a pranzo!
Andate a leggere il suo ultimo post: c'è la foto di una scatoletta di crauti. La ditta che li produce si trova in un paese a 15 km circa da casa mia. Qua dalle mie parti spadroneggia: se dici "crauti" qua a tutti viene in mente il nome di quella ditta...
Anvedi!

999

La nebbia agli irti colli...Quali colli???

Ieri pomeriggio è venuto a casa nostra un vecchio compagno di scuola di mio padre.
Questo signore abita nel basso vicentino...ma basso basso vicentino...posti che io non ho mai visto e di cui, ogni tanto, scordo l'esistenza.
La provincia di Vicenza ha una forma piuttosto allungata e da sud a nord c'è una distanza assurda.
Insomma arriva sto tipo, è già dall'accento senti che non è di queste parti...pronunciava le "s" come se fossero delle "z" poco convinte.
Insieme a lui c'erano il figlioletto e la cognata.
Ad un certo punto, chiedo alla signora come sia il territorio in cui si trova il loro paesello.
"Ah! Tutte colline! Noi siamo proprio ai piedi delle colline! Non come qua, tutto piatto!"
Lì mi inalbero: tutto piatto???
"No no signora, i monti ce li abbiamo pure noi! E' che c'è la nebbia, ma son proprio qui dietro! Non li vede ma ci sono!".
"Ah sì? Beh, che cosa strana! Non pensavo che qui ci fosse tutta questa nebbia! Di s…

Caaambiooo!

Oggi pomeriggio ho cambiato la disposizione dei mobili in camera mia:
ho avvicinato i due comodini, spostato il letto, spostato il baule e messo il cassettone di legno che alcuni di voi, i più affezionati, ricorderanno. (non vi ricordate di aver dormito in una stanza con un cassettone di legno???).
Non ho faticato molto, il disagio maggiore è stato spostare tutti i libri e i giornali dal baule al cassettone...non tutti ovviamente.
Mia mamma non è rimasta molto soddisfatta...lei voleva mettere mille centrini, mille scatoline e altre corbellerie inutili. Mio fratello dice che sopra al cassettone ci starebbe bene una bella tv... o uno stereo...eh grazie...averceli.
Ora mancano i tappeti...e qualche aggiustatina qua e là.
E io mi devo adattare alla nuova camera.

Ah! nota metereologica: nevica!

Tutti intorno al tè!

C'è un posto qui dalle mie parti, famoso (famoso...diciamo che "è conosciuto per") per il tè corretto.
Non lo so cosa ci mettano per la correzione, so che questo tè ha un sapore disgustoso, fastidiosissimo.
Te lo servono bollente in una grande tazza, sicchè ti becchi pure i vapori che ho scoperto essere efficaci contro il naso chiuso.
Dicevo, lo servono bollente e lo si dovrebbe bere così, perchè più diventa freddo, più fa schifo.
Come la birra ma al contrario...
L'ultima volta che ero stata in questo locale-simil taverna (per via delle pareti di legno), era la vigilia di Natale...ora ho capito perchè da allora non ci eravamo più tornati!
Puah! N'altra volta ordino un'aranciata!

"Walk with me, Suzy Lee.."

Fall is here,hear the yell
back to school,ring the bell
brand new shoes,walking blues
climb the fence,books and pens
I can tell that we're going to be friends

Walk with me,Suzy Lee
through the park and by the tree
we will rest upon the ground
and look at all the bugs we found
then safely walk to school
without a sound

Well here we are,no one else
we walked to school all by ourselves
there's dirt on our uniforms
from chasing all the ants and worms
we clean up and now its time to learn

Numbers,letters,learn to spell
nouns,and books,and show and tell
at playtime we will throw the ball
back to class,through the hall
teacher marks our height
against the wall

And we don't notice any time pass
we don't notice anything
we sit side by side in every class
teacher thinks that I sound funny
but she likes the way you sing

Tonight I'll dream while in my bed
when silly thoughts go through my head
about the bugs and alphbet
and when I wake tommorow I'll bet
that you and I will walk together again
cause I can…

Scoperte.

Il sorbetto al limone sa di torrone sciolto, freddo.
Non che io abbia mai provato a sciogliere del torrone...ma sono convinta di ciò che dico.

;-) 222

Proprio trisssste.

Penso che sia molto triste:

- avere una ciabatta sul tetto;
- vedere di notte, un pc dimenticato acceso dentro un ufficio con la schermata blu;
- i lampioni accesi di giorno
- la cintura di sicurezza che spunta dalla portiera chiusa dell'auto.

Vediamo se mi viene in mente qualcos'altro...

Auguri...

La mattinata non poteva iniziare peggio: arrivo al lavoro proprio mentre si sta chiudendo il cancello; mi fermo per scendere a suonare al campanello e dimentico la prima inserita, così la macchina fa un singulto in avanti e si spegne.
Come ha detto papà, son cose che ti segnano la giornata!

Hei tu! Germanichese!

Se pensate che "la Cina è vicina", badate che la Germania lo è ancora di più, e la geografia mi da ragione, checchè ne diciate!
Io lavoro in una piccola ditta, una come tante in questo operoso nord-est.
Non abbiamo mai lavorato per ditte estere da quando lavoro qui, e per quel che ne so neanche prima.
Ora è tutto un telefonare di tedeschi...
Proprio prima chiama un tipo con la voce meccanica tipo quei risponditori automatici...per capirci, sembrava la voce di quello che, se chiamavi il 412, ti diceva a chi apparteneva un certo numero di telefono.
Non ho capito nè il nome della ditta, nè il nome di questo simpatico signore...è partito a parlare e se non lo interrompevo io, a quest'ora stavo ancora al telefono.
Probabilmente non conosceva l'esistenza delle pause...forse hanno abolito le virgole e i punti e non mi hanno detto niente!
Speriamo di non iniziare "questa collaborazione tra Italia e Germania", che il tedesco l'ho "studiato" a scuola, ma poss…

E mozblogbar fu!

Ok, la barra l'ho installata, e me ne vanto!!
Ma ora mi chiedo: chi decide i blog della mozblogbar? Chi li ha messi? Come si fa per essere segnalati sulla mozblogbar? Quanto è lunga la strada di mattoncini d'oro che porta al paradiso delle blogstar?
Vado a bere qualcosa di caldo, è tornato l'inverno, è tornato il freddo, e la stanza di Femputer è tornata la ghiacciaia di sempre!

"Heathcliff, it's me--Cathy.
Come home. I'm so cold.
Let me in-a-your window"

Buon w.e.! 222

Non se ne esce!!!

In diretta con Barbara su gmail, sto tentando di scaricare la Mozblogbar sul mio pc di casa.
Quando pare che sia riuscita a scaricare questa benedetta barra, chiudo Firefox, faccio per riaprirlo...e zac! Non si apre più! Black out!
Al momento Femputer sta facendo un rumore che non vi dico, pare che stia elaborando chissà che cosa e vicino al puntatore del mouse lampeggia la clessidra. Bene, benissimo!
Grrrrrr!!
Ora spengo tutto, ci rimetterò le mani domani!
Uffa! :-

Finalmente!

Dopo ben 3 mesi, finalmente ho di nuovo la connessione internet a casa!
Era un problema di modem, quello vecchio è andato.
Non sto a raccontare le varie vicissitudini, vi dico solo che grazie al modem esterno di mio cugggino, finalmente potrò collegarmi anche da casa!
3 mesi gente, 3 mesi...ma come ho fatto a resistere? Era da agosto che non usavo internet da casa...

222

Spot-presenzialismo.

Nominare marche di prodotti su un blog è fare pubblicità?
A parte che, chissenefrega, però non si sa mai…non vorrei che io parlo di un prodotto e voi venite influenzati a tal punto da comprarlo…
Vabbè, cercherò di rimanere sul vago.
Ho notato che ultimamente in tv, c’è una tizia che spadroneggia in almeno 3 pubblicità. Ora, so che 3 spot non sono 30, però io dico, con tutta la gente che c’è perché usare la stessa ragazza per lo spot delle torte in busta, quello di una pastiglia per il mal di testa e quello dell’aperol???
E’ così, la stessa ragazza recita in questi 3 spot, aprendo così una specie di spot-story che cambia a seconda dell’ordine in cui vanno in onda.
Esempio: la nostra amica si bulla perché dopo una giornata di lavoro, riesce con nonchalanche ad andare al supermercato, passare a scuola a recuperare le 2 figlie, preparare una cena nutriente ma gustosa ed addirittura a preparare una torta.
No no no, ferma lì: c’è poco da bullarsi! E’ una torta in busta! Basta aprirla e versarne i…

Missing.

Da tre giorni non abbiamo più notizie di Gattone, il mio gatto bianco e rosso.
Da due giorni non abbiamo più notizie neanche di Marroncino, la mia gatta bianca, rossa e marroncina.
Sono delle sparizioni troppo prolungate, che ci fanno temere il peggio.
Non credo che sia come dice mio fratello, ovvero che Gattone e Marroncino siano andati a farsi un viaggetto romantico.
Cominciano a prender piede altre ipotesi ben più tristi.
Da quando sono spariti, Bianchetto passa le giornate dormendo, quasi non si fa vedere quando è ora di mangiare.
Gli unici che al momento paiono impassibili sono i 5 gattini: Marroncino 2, Sporchino, Dalmatino, Fischietto e Residuato.
Cerco di non pensarci troppo...ma se non li rivedremo più sarà un gran brutto colpo per tutta la mia famiglia.
Soprattutto l'idea di non rivedere più Marroncino ci atterrisce. Era un gatto storico, il nostro Little Sweet Brown...

Boh!

Vorrei riuscire a scrivere un post subito la mattina presto ma non ci riesco. Per riuscirci dovrei avere l'ispirazione almeno la sera prima.
Quindi se la sera non succede niente o non mi è venuta in mente qualche genialata, alla mattina non ho niente da scrivere.
Magari succederà qualcosa stamattina...o durante la pausa pranzo...o nel pomeriggio...
Oppure non mi verrà in mente niente e non ci sarà nessun nuovo post.
Aspettiamo...

Altro che Halloween!

Il vero terrore l'ho provato al ritorno dal ponte dei Santi.
Non sto qua a parlarvi di quello che è successo, chiamiamo il tutto "problemi di lavoro" e amen.
Tralascio il morale a terra e l'inquietudine.
Almeno ho avuto il ponte per riposarmi un po' (anche se ho saputo che il lunedì 31 non si lavorava alle 8:30 del lunedì stesso: si erano dimenticati di dirmelo...).
I WANT TO DIE!

15 minuti da blogstar.

Ieri mattina mi era stato segnalato che su Libero (o su Arianna...beh...vabbè, siamo lì: http://arianna.libero.it/blog), il mio blog veniva indicato insieme ad altri quale "blog più popolare"...o "blog più visitato".
Insomma, ero diventata una blogstar!!!
Seee valààà. Neanche il tempo di andare a ritirare l'abito lungo per le serate di gala, che, torno in ufficio il pomeriggio, rivado sul sito per bearmi della visione del mio blog segnalato su Libero...e invece niente: avevano già cambiato la pagina e figuravano ormai altri blog.
E vabbè, è stata una gioia effimera...
Mi rimangono dei dubbi sul criterio col quale è stato segnalato il mio blog, non mi pare che sia così conosciuto e visitato.
Poco male, tanto, per quel che è durata la sua celebrità...inutili farmi dubbi morali e interrogarmi se sta cosa fosse meritata o no.
Solo che...e mo' dove vado con l'abito lungo da sera???

;) 999

Sister of Flower!

Ho scoperto una curiosità riguardo un ragazzo (lo chiamano Fiore) che da un po' esce con noi.
E' venuto fuori che mia mamma e sua mamma erano compaesane, che quando mia mamma è entrata in ospedale (chè dovevo nascere io), la mamma di questo ragazzo stava andando a casa e le ha detto "Avere un bambino è un'esperienza meravigliosa!!" (ora non so se intendesse proprio il momento in cui il bambino viene al mondo o l'avere un bambino di per sé…non lo so, quando lo so vi telefono). Infatti lui è nato l'8 aprile, io il 12.
Così ieri ho raccontato questa cosa per mail ai miei amici.
Ecco un po' di mail/commenti che mi sono arrivati:

Amica n.1:"è come se fossi SORELLA del Fiore....
SISTER OF FLOWER!!! PEACE AND LOVE"

Mia cugina:"Ciaaaa! Ma guarda un po'...Cia...tu e il Fiore...già vi conoscevate prima di nascere hihihi! Vorrà dir qualche cosa? No...niente."

Amica n.2:"Magari c'è stato lo scambio di culle e tu sei il Fiore e il Fiore è…

Amico è?

Il mio gruppo di amici, o meglio, un sottogruppo del mio gruppo di amici, si sta rivelando un ginepraio di cose dette e non dette, di sotterfugi, di segreti, di inciuci, di rancori, ecc...
Fino a sabato ero riuscita a rimanere fuori da tutto questo, almeno, credevo che tutte queste cose mi toccassero fino ad un certo punto. Invece sabato sera ho raggiunto il limite di sopportazione. Ho passato la domenica in casa ad analizzare tutto quello che non va.
E oggi ne ho parlato agli amici. Al sottogruppo di amici insomma.
I casini di fondo rimangono, anche se gli altri non si aspettavano questa mia reazione, e un po' si sono agitati.
Una mi ha detto che si è preoccupata perchè non mi aveva mai vista così arrabbiata.
Insomma, per ora ci siamo presi una pausa e gireremo con altre persone...almeno questo è il buon proposito di oggi.
Poi è tutto da vedere.
La teoria delle amicizie a sottoinsiemi non è male. Quando un sottoinsieme e saturo di negatività (tanto per usare termini distaccati e pacati)…

Il vuoto.

Ci sono dei momenti, nella blogosfera, nelle mailing list, nei forum, in cui non scrive assolutamente nessuno. Silenzio di tomba. Come se si fossero spenti tutti i pc. Stop.
Ovviamente, è proprio in questi momenti di vuoto, che io ho tempo per leggere, che non ho il capo che mi assilla, che non ho un lavoro urgente da finire.
Quando ho tempo io, spariscono gli altri.
Che fortuna. :P

Grigio asfalto.

Ah, i lavori di riasfaltatura!
Proprio ieri hanno inziato a riasfaltare un breve tratto della superstrada che faccio per andare al lavoro: più esattamente, questo tratto va da una rotatoria fino al ponte su un piccolo fiume...o grande torrente, decidete voi.
Hanno incominciato riasfaltando metà corsia di destra, quindi, per permettere una normale percorribilità, hanno dovuto ricavare una corsia centrale, delimitata da quei coni rossi (detti anche "cappelli da gnomo" o "megafoni per gente ingegnosa".
Le 2 corsie che si sono venute a creare sono strettissime, ma quella di mezzo è ancora più inquietante!
Stamattina la percorrevo tenendo saldamente il volante con entrambe le mani e prestando attenzione a stare al centro di questa mini corsia, nè troppo verso destra, nè troppo verso sinistra. Eppure mentre procedevo, non potevo fare a meno di immaginarmi la scena della sottoscritta che procede a zig zag facendo cadere tutti i coni...oppure sempre io che procedo tutta a sini…

Toc-toc-tacchino!!!

L'influenza dei polli, il rischio pandemia, nuovi focolai del virus sempre più vicini a noi...
Come vive questa minaccia una famiglia tipo?
Tipo, prendiamo la mia famiglia.
Ora di pranzo, tv accesa sul tg (è meglio che non scriva quale).
La giornalista parla di un pericolo pandemia praticamente certo.
Mia mamma spalanca tanto d'occhi e guarda sconcertata mio padre come a dire "Ecco! Moriremo tutti!!!"; mio padre, sprezzante del pericolo neanche si volta e mormora quasi tra sè e sè: "Ma quando fanno il meteo???" che lui guarda i tg solo perchè fanno il meteo: se ci fosse un canale che fa le previsioni del tempo 24 ore su 24, sarebbe il suo canale preferito. Che poi io non capisco, non si dice che quelli che lavorano la terra capiscono se il tempo cambia da segni impercettibili, che hanno questa dote di prevedere se sarà bello o brutto senza affidarsi alle previsioni meteo? Si vede che mio padre è un agricoltore atipico...
Mio fratello non c'è perchè è al lavor…

Ne avevo una bellissima da dire, se solo mi venisse in mente.../6

"Ospite, quello che deve accadere per volere del dio, difficile è per l'uomo stornarlo e la maggiore delle pene umane è proprio questa: prevedere molte cose e non avere su di esse alcun potere."

ERODOTO

Buon we! 222

Una scimmia?

Vi giuro che non lo faccio apposta, ieri sera non ho neanche mangiato!
Ma stanotte, o meglio, stamattina presto ho di nuovo avuto uno dei miei sogni assurdi.
Prima di tutto ho sognato che ero ad un pranzo coi parenti, arrivava mia cugina con un gran macchinone sportivo e passava sopra al mio cellulare (Puccciiii!) che non so come era finito per terra.
Io mi arrabbio da morire e inizio ad insultarla.
I parenti si riuniscono: siamo sotto una specie di tendone.
Ci sono anche un mio cugino e sua moglie. Lei è inspiegabilmente altissima, addirittura più alta del marito; lui invece...è più basso, ha i capelli lunghi e le sopracciglia foltissime...non ha la faccia di mio cugino...però so che è lui.
Torniamo a casa, i miei genitori spariscono non so dove e rimaniamo io e mio fratello.
Ad un certo punto arriva a tutta velocità un trattore con sopra un tipo stranissimo.
Appena lo vede, mio fratello dice:"Ma non lo vedi che è venuto qui per rubare???"
Allora io prendo un forcone (?!) e inizio a…

L'interrogazione nell'occhio del ciclone.

Altro sogno oRendo da raccontarvi!

Sono a scuola, insieme ai miei compagni più una guest star: Marcia Cross, l'attrice che fa Bree in Desperate Housewives.
L'aula è stranamente buia ma riesco a vedere gli altri miei compagni. Entra il professore di economia aziendale e già mi sento male. Ma fortunatamente non vuole interrogare. Apriamo il libro e il prof inizia a spiegare non so cosa. Passa tra i banchi ed è pure amichevole con noi studenti. Poi all'improvviso il professore è seduto in cattedra ma non è più quello di economia aziendale: è il prof di italiano. Tra le mani ha il registro e dice la fatidica frase "Ora sentiamo qualcuno". Oh no! Non so niente! Non ho studiato economia!!! E adesso???
Grazie al cielo decide di interrogare il n.5 che è Marcia Cross, e il n.10 che è non ricordo chi.
Rinfrancata dal fatto di essermela cavata tento di seguire l'interrogazione.
Bussano alla porta: è Marcia Cross (??) che dice che deve andare a casa perchè sua madre le ha tel…

Idea per il week end.

A heart that's full up like a landfill,
a job that slowly kills you,
bruises that won't heal
You were so tired, happy,
bring down the government,
they don't, they don't speak for her
I'll take the quiet life,
a handshake of carbon monoxide

No alarms and no surprises,
no alarms and no surprises
No alarms and no surprises
Silent, silent
This is my final fit, my final bellyache with
No alarms and no surprises,
no alarms and no surprises
No alarms and no surprises, please

Such a pretty house, such a pretty garden
No alarms and no surprises,
no alarms and no surprises
No alarms and no surprises, please


"NO SURPRISES" - Radiohead

Buon we! 222

Appunto!

Cosa scrivevo nel post di ieri?
"Quante volte rischiamo di morire ogni giorno..". Ecco, ho rischiato di fare la fine del topo proprio stamattina mentre andavo al lavoro.
Da una curva cieca sbuca un camion a tutta velocità...si è fermato a neanche mezzo metro dalla mia macchina. Me lo vedevo già addosso.
Devo ringraziare San Freno e San Bitter se sono qui a scrivere stamattina.
Che spavento gente! :/

Occhio alla portiera!

Avete mai pensato che se, salendo in macchina, chiudete la portiera troppo presto rischiate la decapitazione?
Mi è successo anche oggi: sono salita in macchina e ho tirato la porta mentre non ero ancora completamente dentro. Stavolta mi è andata bene, ma se per qualche imprevisto la porta si richiudesse più velocemente?
Vi immaginate la scena di uno strangolato o, peggio, decapitato dalla portiera dell'auto?
Neanche ci immaginiamo quante volte rischiamo la pelle in un giorno!
Fate attenzione, mi raccomando!

Strike!!!

Gente, ho passato un venerdì sera fantastico.
Non dovevo nemmeno uscire venerdì, poi in qualche modo mi avevanoconvinta ma avevo fatto presente che sarei rimasta solo fino amezzanotte, mezzanotte e mezza, chè il giorno dopo dovevo alzarmipresto.Intanto arrivo nel posto dove dovevamo incontrarci e non c'è un postolibero per mettere la macchina. Siccome mica posso lasciarla in mezzoalla strada, la parcheggio davanti ad un condominio, in piena zonarimozione.Ora voi immaginatevi una ansiosa come me che lascia per tutta unaserata la propria auto in zona rimozione…impossibile. Grazie al cielosi libera un posto nel parcheggio vicino, corro a riprendere lamacchina…che poi farò parcheggiare all'imprenditore, visto che io iparcheggi a "S" non li so fare…
Ci ritroviamo in 5: la mia amica S., mia cugina, l'imprenditore, e T.Prima tappa: locale "in", frequentato da fighetti o pseudo tali.
Seconda tappa: parchetto di un paesino poco distante per berci le due bottiglie …

Abbassa i bassi.

Giornata assurda, non ho tempo di fare niente, neanche di leggere i vostri simpaticiui blogsss.
Però questa ve la devo proprio scrivere.
Ho scoperto che mettendo lo stereo sotto al letto, si sentono benissimo i bassi!
Ora io metto lo stereo per terra ogni tanto, quando sono ispirata, perché così non si capisce da dove arriva la musica. Questo disorientamento musicale mi piace molto, solo che non mi ero mai accorta che posando l’orecchio sul materasso, la musica si sente benissimo, si distingue ogni singolo strumento, pure i coretti sfigati che di solito non si notano…ma soprattutto, sento i bassi!
Ho pensato che non sarebbe male costruire dei letti con delle casse incorporate.
Spero che il signor Philips non mi rubi l’idea e si metta a fare concorrenza alla Eminflex!

Non ho (quasi) chiuso occhio...

Immagine
Ieri sera ho guardato Desperate Housewives naturalmente. Solo che durante la pubblicità ho visto un po' di Red Dragon. In particolare ho visto un pezzo in cui il "Lupo Mannaro" ,va a prendere non so che roba in un laboratorio in cui lavora una donna cieca.
Va a finire che la riaccompagna pure a casa e lei lo invita ad entrare a casa sua per bere qualcosa. Lui accetta e lei gli offre pure una fetta di torta mentre conversano amabilmente.
Ora, da quel poco che ho capito, quest'uomo era un matto furioso che ammazzava la gente.
Vorrei proprio sapere se ha fatto fuori pure la cieca o no.
Se qualcuno di voi ha visto il film, o conosce la storia, potrebbe dirmi cosa succede a questa poveretta?
Grazie! :)

Il profumo.

Avete presente il Febreeze? Una specie di copri odori da spruzzare sulle tende, sui vestiti, sui divani, insomma su quelle cose che è difficile lavare spesso?
Anni fa mia mamma l’aveva comprato, io lo usavo per togliere l’odore di fumo di sigaretta dai giubbotti. Con scarsi risultati.
Sabato sera ero con le mie amiche e sentivo questo persistente profumo di Febreeze. Chi delle due sapeva di Febreeze?
“Ragazze…chi ha questo profumo?”
“Che profumo?”
“Non so…sembra…il Febreeze!”
Amica S1: “Ah, grazie!”
Amica S2:”Impossibile, io ho il Lacoste! Senti qua!”
No, non è il La coste…
“Allora dev’essere il tuo! Io sento profumo di Febreeze!”
Amica S1:”Impossibile! Guarda che ho l’Hugo Boss!”
“Mi dispiace, ma si vede che l’Hugo Boss sa di Febreeze! 50 euri di profumo quando con 5 ti compravi un bottiglione di Febreeze!”
“Impossibile! Senti!”
Beccato! Era proprio il suo profumo!
Amica S1“Beh, se proprio vogliamo dirla tutta allora, tu che profumo hai? Sembra un profumo da uomo!”
“Macchè! E’ di Bulgari!”
Amica S1…

Ufficio killer.

Allora basta! Sono le 15:00 di giovedì pomeriggio ed è proprio ora di scrivere un nuovo post.
La mattinata è stata terribile, se avessi 60 anni e fossi malata di cuore ora non starei qui a scrivere.
Nel frattempo fuori è una bellissima giornata, sembra quasi un giugno umido.
Sto inviando un fax, più di una pagina e mi sono appena resa conto che mentre stavo scrivendo queste poche righe, si sono incastrati 2 fogli insieme quindi uno dei due non arriverà a destinazione.
Ma quale? Che fare?
La diligenza del buon padre di famiglia che dice in questi casi?
Boh, che mi frega, mica sono un padre di famiglia…
Problemi col fax a parte, penso che oggi poteva essere una splendida giornata. Pure l’oro scopo (ovvero l’oroscopo che ogni mattina, mia cugina invia per mail a me e ad altri miei compagni di sventura) parlava di ottime cose.
Grazie al cielo non credo agli oroscopi.
Ecco, è appena suonato il telefono.
Insomma, se riesco ad arrivare fino alle 18 di stasera, andare a fare la spesa e tornare a casa g…

Sono in fase R.E.M.

Hey now, little speedyhead,
The read on the speedmeter says
You have to go to task in the city
Where people drown and people serve
Don't be shy.
Your just deserve
Is only just light years to go

Me, my thoughts are flower strewn
Ocean storm, bayberry moon
I have got to leave to find my way
Watch the road and memorize
This life that pass before my eyes
Nothing is going my way

The ocean is the river's goal,
A need to leave the water knows
We're closer now than light years to go

I have got to find the river,
Bergamot and vetiver
Run through my head and fall away
Leave the road and memorize
This life that pass before my eyes
Nothing is going my way

There's no one left to take the lead,
But I tell you and you can see
We're closer now than light years to go
Pick up here and chase the ride
The river empties to the tide
Fall into the ocean

The river to the ocean goes,
A fortune for the undertow
None of this is going my way
There is nothing left to throw
Of Ginger, lemon, indigo,
Coriander stem and rose of …

L'ombrello, questo sconosciuto...

Quando piove voi vi portate l’ombrello? E se sì, la gente vi schernisce? Vi guarda male? Vi dice mai “Eh, ma per 4 gocce!” con un certo astio?
Da quando mi è stata regalato un ombrello piccolo rosso con l’apertura a scatto, inaspettatamente robusto per essere un ombrellino pieghevole, me lo porto sempre in giro, se il tempo minaccia pioggia.
Come ieri sera. Pioveva quella pioggerellina fastidiosa che sembra innocua, invece è deleteria per i capelli perché li rende crespi e informi.
Una non sta un’ora ad asciugare con cura e a stirare con ancor più zelo i capelli per poi mandare in malora tutto per un’acquerugiola (una di quelle parole assurde che senti solo a scuola quando devi imparare le parole con la –cq).
Solo che pare che vedermi con l’ombrello crei quasi fastidio tra i miei amici, che se ne fregano di prendere l’acqua.
Ma lo so che è tutta invidia. Così quando a fine serata siamo usciti dal capannone e pioveva mooolto forte, ho sventolato il mio ombrello rosso sotto i nasi di tutto i…

Autunnooooooo.

Stamattina è stata la prima mattina simil autunnale: cielo coperto, leggera foschia e quell’odore di autunno (tipo di foglie marce).
E poi, per la prima volta, sul parabrezza della macchina vecchia (ovvero quella sfigata, l’Alonso* delle macchine di casa, che non mettiamo neanche più in garage, tanto…e poi il garage ci serve per metterci altra robbba!) ho trovato quella fastidiosa pseudo condensa esterna che se tenti di far partire il tergicristalli fai un danno peggio che se piovesse resina.
La temperatura è ancora buona, non fa affatto freddo quindi ormai pensavo che l’estate sarebbe continuata fino a data ignota…
Altro dato emblematico: fa buio alle 8! Provate voi ad uscire dal lavoro alle 18:10, andare al centro commerciale e accorgervi quando uscite (verso le 20) che fuori è buio pesto!! Da un giorno all’altro! Ieri alle 20 c’era quasi il sole e oggi buio tenebra!
L’autunno è una stagione strana…nell’altro emisfero la chiamano primaveraaaaaaa, l’autunnoooooo!!!

*Alonso: non centra ni…

Matematica applicata.

Ieri sera, ore 21, sto per scendere in cucina per guardare Desperate Housewives quando suona il telefono.
Rispondo…Chiacchiericcio in sottofondo…”Pronto?”
Mi risponde una ragazza di una compagnia telefonica.
Andiamo bene…
Comincia a parlare piuttosto velocemente, io che so già che alla fine le dirò che proprio non mi interessa cambiare e/o decidere di cambiare compagnia telefonica alle 9 di sera non presto neanche tanta attenzione…ma…colpo di scena! Fa una pausa e mi chiede se noi facciamo più telefonate locali o interurbane.
Che le dico? Boh! Io non telefono quasi a nessuno col telefono di casa…sono sempre via…vediamo…
”Locali, sì, locali”.
Bene! La mia risposta le da nuova vitalità e riprende illustrandomi una vantaggiosissima offerta che quasi quasi i soldi te li danno loro se telefoni.
In particolare mi dice che hanno un’offerta che ti mette a disposizione 1000 minuti di telefonate gratis da utilizzare entro non ricordo che data….1000 minuti…quanto tempo è?
Mentre la nostra amica continua …

Quanto manca???

Bene, finito tutto, basta ferie, basta ponti, basta vacanzine, da oggi solo lavoro.
Almeno fino al primo di novembre che (hehehe) cade di martedì se non sbaglio...
Grazie per aver vegliato sul mio blog con i vostri commenti! :)
Che ponte strano, ho rivisto gente che non vedevo da un sacco!
Spero che settembre passi in fretta perchè è un mese nè caldo nè freddo e oltre a causarmi un bel tot di problemi chè non so come vestirmi, ha in sè un che di ambiguo...non so.
Buona settimana! 222

Rebus!

Immagine
Lavoratori stanchy, lavoratori funky!
Perchè oggi per me è come se fosse venerdì??
Mwhahahaha! 222

Esiste un caso "acqua e menta"?

Ieri sera, incredibile ma vero sono uscita con gli amici. Incredibile perché per me uscire durante la settimana è molto raro, non mi piace.
Ebbene ci ritroviamo in Villa, che altro non è che un chiosco piazzato nel parco di una villa.
Questo posto è frequentatissimo, soprattutto da ragazzini. Per ragazzini io intendo tutti quelli più giovani di me, anche di un anno. So che qualcuno storcerà il naso e dirà che a 20 anni uno non è più un ragazzino, ma io etichetto così tutti quelli più giovani di me, quindi...
Ci avviciniamo al chiosco per prendere da bere e nell’attesa che uno dei ragazzi al banco ci dia retta mi guardo intorno e osservo gli altri avventori.
Beh, una cosa mi ha colpito: voi non sapete come vada via l’acqua e menta.
Sì, sciroppo di menta e acqua. I ragazzi al banco avevano sempre il bottiglione con lo sciroppo di menta vuoto.
Ora, l’acqua e menta è una bevanda fresca, di solito la bevi quando fa proprio caldo. Ma ieri sera non faceva affatto caldo, era piuttosto fresco.
Quindi…

Maledetto capannone!

Vi capita mai di uscire la sera e di pensare che sarebbe stato meglio rimanere a casa? Non perché abbiate passato una brutta serata, ma perché finite in posti inutili e non vi divertite neanche un po’.
Uno spreco di tempo insomma.
Come ieri sera. Il tempo incerto ci ha costrette a rimanere in zona, in giro c’era pochissima gente e molti locali erano chiusi.
Inevitabilmente finiamo nel Capannone n.1, il posto più infimo, brutto, triste, frequentato dall’alfa e l’omega della bruttura. Ma è l’unico posto aperto nelle vicinanze.
E siccome non avevo altre alternative da suggerire me ne sono stata zitta e ho accettato di andarci.
Ed eccoli lì, sempre gli stessi personaggi. Il pazzo col parrucchino che si guarda intorno serissimo convinto di essere un figo; quello pelato con i capelli lunghi e biondi; la comitiva che arriva lì verso le 18 e non si schioda fino a mezzanotte; qualche ragazzino finito lì per sbaglio; il sosia di Francesco Renga…
Insomma, un sacco di esseri che, puoi star sicuro, inco…

La tolfa.

Immagine
Ladies and gentlemen ecco a voi....

TA-DANNNN! La tolfa!!

Pare che mentre la sottoscritta era alle elementari e, seppur piccola e ingenua, già odiava a morte la sua cartella rosa, avanzo di una cugina, vecchia di anni, tra i gggiovani andasse di moda questa borsetta quiVe (=qui).
La cuggi mi ha raccontato che pur di sfoggiare questa borsa andava a scuola portando i libri in mano (obbiettivamente pare piuttosto piccola...) e inoltre, veniva firmata da amici, conoscenti, gente varia...tipo quando ti ingessano la gamba che tutti ti firmano il gesso.
Ecco, io non l'avevo mai vista in vita mia.
E voi??

Torna a Surriento!

Non è facile tornare alle vecchie abitudini internettiane dopo un mese di astinenza forzata causa problema non ancora identificato al pc di casa.
Le mie vacanze sono state contraddistinte da questa mancanza: niente internet per quasi tutto agosto.
Fortunatamente per il resto sono stata abbastanza bene. Mi sono riposata molto, ho letto un bel po’ di libri, ho fatto indigestione di tv, sono uscita parecchio e la maggior parte delle volte mi sono anche divertita.
Niente viaggetto: la meta scelta dai miei amici prevedeva di prendere l’aereo ma a me fa paura, quindi ho detto “No grazie, io resto qua, nell’irrealtà” e tanti saluti.
Ma torniamo a internet.
Sono proprio diventata una maniaca, una specie di nerd che senza collegamento sta male. Inutile che faccia la distaccata, non so come ho fatto a resistere senza spaccare il pc dal nervoso.
Quel maledetto “errore 678” …
Non ditemi “Chiama il tecnico no?”, che quella sarà l’ultima cosa che farò quando ormai non avrò più speranze: prima di ciò vogli…

Fine feriA.

Sono tornata!
Maggiori dettagli sulle mie vacanze quando avrò smaltito il lavoro accumulatosi in questo mese.
Il mondo blog mi è mancato tantissimo!!!!

222

La feriA.

Da domani sono in ferie.
In teoria questo non avrebbe dovuto interferire con la frequenza dei post.
Solo che ieri sera mi sono accorta che non riesco a connettermi col pc di casa: "Segnale assente".
Sto cercando di capirci qualcosa, al limite appenderò mio fratello all'albero più alto se dovessi scoprire che il problema è dovuto ad un SUO uso improprio del pc.
Quindi se sistemo questa faccenda bene, sennò (e non ci voglio neanche pensare), ci si rileggerà non so quando. Al massimo il 29 agosto, quando ritornerò in ufficio.
Prospettiva orrenda...speriamo bene!

Nel frattempo, buone vacanze a tutti! (tranne a quelli che le hanno già fatte, il "buone vacanze" retroattivo non vale...:P ;))

222

Buone vacanze?

Ogni volta che vado su nexusitalia.com trovo qualche articolo che poi mi lascia con una certa inquietudine...
L'ultimo che ho letto è "Un agosto rovente".
C'è di che pensare...:/

Il mese più freddo.

Agosto
è il mese più freddo dell’anno
L’inverno si sposta
sei mesi in avanti
e non è il polo sud qui non è il polo sud

Agosto
La sveglia che rompe il silenzio
Qualcuno è in vacanza
e lei suona per ore
che freddo che fa

Agosto
ti affacci su un cuore malato
le cinque di sera ed è già buio pesto
l’inverno d’agosto

Il ghiaccio
si posa e ricopre le cose
l’attesa del caldo
congela anche i morti
che freddo che fa

Se non è vero che hai paura
non è vero che ti senti solo
non è vero che fa freddo
allora perché tremi in questo agosto?

Agosto
è scritto sul tuo calendario
forse hai dormito sei mesi
ma sei così stanco
tanto stanco

Agosto è il mese più freddo dell’anno
nell’altro emisfero lo chiamano inverno
l’agosto

"Agosto" - Perturbazione

Si fa presto a dire "catena"...

Ringrazio Sid che oltre a darmi utilissimi consigli di vita e hair style, mi chiama in causa con questa catena...culinaria (no battute, grazie).

#1: il tuo primo ricordo di te stesso mentre cucini?
il primo primo non so se può andar bene: a 7 anni avevo tipo la mania delle mini cucinine, quindi avevo piattiiini, forchettiiiine, bicchieriiini...però non li usavo con robe commestibili bensì...con quel che si trovava in giro..così il piatto forte era un sasso piatto di colore rosa (a mo' di pseudo bistecca), con una salsa di acqua, erbette del giardino e chicchi di mais (bonduelle! ma chi sei??).
penso di aver cucinato da sola per la prima volta (e qui parlo di cose realmente commestibili) a 11 anni: eravamo a casa da sole io e mia mamma, lei non aveva voglia di sporcar tante pentole e di fare un pasto nutriente ma gustoso, così mi rifilò la storia che se metti una mozzarella tagliata a fette in un tegamino antiaderente, ottieni un piatto niente male. io le ho creduto e mi son cucinata …

Lavoretti estivi.

Insomma pare che mio fratello, il covatore d’odio, abbia trovato un lavoretto: farà da autista al suo amico geometra al quale hanno ritirato la patente stamattina.
Che storia! Praticamente lui non dovrà far altro che scarrozzare in giro sto suo amico.
E verrà pagato per questo!!!
Piove sempre sul bagnato!
Io invece, finiti gli esami di maturità, passai tutta l’estate a dare ripetizioni ad una mia vicina di casa che doveva andare in quinta elementare.
Ogni mattina dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 10:00, arrivava a casa mia questa bimbetta con 20 libretti delle vacanze che per volere della madre dovevano essere finiti, completi dalla prima all’ultima pagina, per l’inizio della scuola.
Così già mi alzavo di malumore, perché alzarsi alle 9:00 è peggio che alzarsi alle 8:00, non è né presto né tardi, un’orario stupido insomma.
Poi arriva la bambina con voglia di fare sti benedetti compiti pari a 0.
E così oltre a dover autoconvicere me ad aiutarla a fare i compiti, dovevo convincere lei che…

Il chiosco.

Immagine
Sidgi nel suo blog parlava di Milano…
Ecco, io quando sento parlare di questa città, non posso non pensare…al chiosco in Parco Sempione!!!
Avevo 16 anni ed ero a Milano in gita scolastica. Dopo aver girato un po’ la città, ci fermiamo a Parco Sempione. Forse la suggestione del posto, forse la stanchezza dovuta al troppo camminare, fatto sta che la mente mia e di T., un mio compagno di classe, sforna un’idea a dir poco geniale.
Aprire un chiosco di hot dog in Parco Sempione!
Nome del chiosco: “Cani caldi”
Mansione della sottoscritta: pubbliche relazioni (vabbè, volantinaggio) per far conoscere il nostro chiosco;
Mansione di T.: cuoco e accalappiacani;
Mansione di P. (altra mia compagna di classe, coinvolta per condividere il rischio d’impresa in 3 invece che in 2): cassiera
Insomma un’idea grandiosa!
…Peccato che poi non se ne sia fatto più niente perchè il mio amico è diventato gay e si è iscritto alle magistrali! :/

;) 222

Nota: Dià mi ha fatto notare che non ho accennato al look del mio amico.

Luci at the concert: Perturbazione (+ Marlene Kuntz).

Finalmente sono riuscita a vedere i Perturbazione dal vivo!!!
Serata perfetta! Arriviamo sul posto 5 minuti prima che inizino a suonare. Non capisco subito che sono loro, poi vedo un violoncello e alcuni componenti del gruppo e realizzo che...SONO LORO!!!
Non c'era molta gente così io e le altre eravamo proprio sulle transenne sotto al palco, posto invidiabile!
Hanno suonato poco, secondo me naturalmente, ma non erano loro il gruppo "pezzo forte", dopo di loro infatti venivano i Marlene...eh vabbè, pazienza, piuttosto di niente!
Fortunatamente hanno suonato parecchie canzoni tratte dal cd "In circolo", in particolare (e non potete immaginare l'emozione) hanno fatto "Agosto" e "Il senso della vite"!!!
Dal vivo son proprio bravi, le canzoni sono anche meglio!!! Vi assicuro, dal vivo hanno un'energia che ascoltando il cd quasi non crederesti.
Ma il "meglio meglio", quello che non ti aspetti, doveva ancora arrivare!
Intanto i Perturba…

Un venerdì tranquillo.

Voglio un venerdì tranquillo, voglio fare le mie 8 ore in ufficio, andare a casa, mangiare un gelato, vedere Everwood, cenare, andare a dormire non prima di aver letto un po’ del nuovo libro che ho sul comodino.
Questa sera niente uscite, niente di niente; voglio stare a casa e dormire sapendo che il giorno dopo potrò alzarmi alle 10.
Vi sembrerà una cosa da niente ma son settimane che il venerdì sera o non dormo o dormo male; e sono settimane che il sabato mattina mi alzo presto per andare a far spese.
Domani niente. Domani dormo, e cerco di mettere a posto quella cosa chiamata “la mia stanza”, che più che una camera da letto sembra il ricettacolo di tutti i mali da quanto è incasinata.
Non voglio vedere nessuno se non i famigliari stretti. Solitudine e pace. Arcobaleno e pace, arcobaleno e pace! :P ;)

Post it de che????

Domanda di servizio: ma a voi i post it funzionano? Voglio dire, restano attaccati?
A me no! Dopo un po' si staccano.
Ma il bello di questi foglietti gialli non era che si potevano attaccare e staccare in allegria?
O a me hanno sempre venduto Post it tarocchi, o c'è qualcosa che non va!
Qui ogni volta che uno sbatte una porta si staccano!

:(

Home alone.

Non mi capita spesso di rimanere a casa da sola.
Quando succede mi chiudo a chiave al piano di sopra e vai con internet libero!
E' rilassantissimo, a patto che la solitudine non si protragga per troppo tempo. Dopo un po' che sono sola si sentono un sacco di rumori...
Fino ad un minuto fa si sentivano ancora le cicale che cantavano, poi tutto ad un tratto hanno smesso.
E' ancora chiaro e sono le 21:21, bellezza dell'estate.
La luna è quasi piena, ma non è rossa come lo era un mese fa, è alta nel cielo. L'avete mai guardata col binocolo? Si distinguono chiaramente i crateri, anche solo con un comune binocolo.
Lo stesso col quale riesco a vedere le macchie sul sole...probabilmente rischiando di rovinarmi la vista!
Sto riascoltando P.J. Harvey, l'ho ascoltata così tanto durante l'inverno che mi era quasi venuta a noia. Ma ammetto che merita sempre.
Non ho mai visto una cicala. Com'è fatta una cicala? Voi l'avete mai vista una cicala?

"Viaggio in Italia" de noaltri!

"Che cos'è quella sensazione quando ci si allontana dalle persone e loro
restano indietro nella pianura finchè le si vede appena come macchioline che si
disperdono?
...E' il mondo troppo vasto che ci sovrasta, ed è l'addio.
Ma noi puntiamo avanti, verso la prossima pazzesca avventura sotto i
cieli.

SULLA STRADA - Jack Kerouac -
E' tutto il giorno che prendo treni e adesso...non ci vedo più dalla stanchezza!
(Ma ne valeva la pena.)

222

Ispirazione perduta.

Riuscirò a scrivere un post prima della fine della settimana?
E' l'angoscioso interrogativo che mi affligge da martedì.
Ogni tanto mi prendono questi attacchi di non ispirazione.
Non posso scrivere qualcosa per forza, ma son sempre dell'idea che un blog non aggiornato sia triste. Sempre che l'ultimo post non sia bellissimo e non abbia 100 commenti.
No, ora che ci penso dopo un po' stufa pure quello.
Forse è colpa dell'ansia, forse è colpa del caldo ritrovato (dopo una settimana di freddo e brezza primaverile), o forse...boh!
Speriamo che l'imminete week end porti consiglio. :) 222

P.S. aggiornamento gatti: mia madre ha ceduto, ha datto Bianchino 2 alle bambine vicine di casa. Quindi ora i gattini son rimasti in 5.
Non potete capire come si nota che ne manca uno. :/

Don't touch my cats!

Vi ricordate che avevo raccontato che avevo 6 gattini piccoli senza nome?
Bene, i nomi sono arrivati, ma non dopo un'attenta ricerca, così, son usciti fuori spontanei:

- Dalmatino
- Sporchino (detto "Sporchy")
- Marroncino 2
- Rossino
- Bianchino 1
- Bianchino 2

I due bianchini sono interscambiabili, nel senso che si chiamano 1 o 2 a caso, non so di preciso chi sia l'1 e chi sia il 2.
Rossino è il micetto bianco e rosso (come Gattone, il decano dei miei gatti).
Marroncino 2 è uguale sputato a Marroncino (ovvero il Signor Marrone).
Sporchino è il famoso gattino color canottiera sporca.
Dalmatino è come un dalmata, solo che è un gatto.
Ora questi gatti hanno un nome, oramai sono entrati a pieno titolo a far parte della famiglia.
Sempre se riesco a salvarli dalle mire delle bimbette vicine di casa che vengono da me 2 volte al giorno per vedere i gattini.
Pare abbiano chiesto a mia madre di potersi portare a casa, udite udite, Sporchino e Marroncino 2!!!!! Cioè, i migliori!!!! Non so, …

Non c'è più rispetto!

Ieri sera, baretto bassanese (il locale in pendenza), ci sediamo a bere il nostro spritz.
Arrivano 3 esseri che si siedono nel tavolino accanto. Sentiamo che borbottano al cameriere (Blondy, per la cronaca): “Eh…tre vecchi vicino a tre giovani ragazze…he he he, meglio per noi, ma non so quanto per loro…” e altri commenti che non abbiamo ascoltato.
Naturalmente nessuna di noi tre si è girata neanche di mezzo grado per badare o far finta di badare sti tre (distinti signori sui 45-50 anni).
Dopo 10 minuti, evidentemente scocciati del fatto che non li avevamo degnati di uno sguardo, il Clooney del terzetto (solo perché aveva i capelli grigi) ci fa:
”Scusateci ragazze…” e li ci giriamo a guardarli, che siamo ragazze educate e a modo.
“Ma voi avete rispetto per gli anziani?” Ci guardiamo e ridiamo per non piangere…che domanda è? Perché in ogni posto che andiamo troviamo qualcuno di non gradito che ci importuna con discorsi assurdi? Insomma, urge una risposta a tono…i sorrisetti imbarazzati non v…

Svincolo killer.

Ho rischiato di morire un 3-4 volte stasera dopo il lavoro.
Non sono capace di uscire dagli svincoli con la macchina...è immorale che tu ti debba inserire in una strada aspettando che non ci siano più auto sulla tua destra!!! Ma come si fa?? E le auto che arrivano da dietro mica aspettano, ti sorpassano e i passeggeri ti guardano con sdegno con quell'espressione che dice: "Cretina!"
Va bene, sarò anche cretina, ma non voglio morire perchè mi sono buttata a caso!
E poi che ne so, non c'è una divisione netta delle corsie, sicchè non sapevo bene dove mettermi e andavo avanti pianissimo tenendo conto dei punti ciechi, delle macchine che arrivano da tutte le parti, degli Oasis che cantavano Champagne Supernova (ad un certo punto ho dovuto spegnere la radio per concentrarmi ed uscirne viva!).
Intrichi di strade da tutte le parti, tipo quelle che si vedevano nella sigla dei Chips!
Insomma è stata dura, durissima, era come essere un impiegato con la camicia rosa in mezzo ad una f…

Il Sentimento delle Cose

"E vive ancora il sentimento delle cose, mentre noi amiamo controllare tutto
La vita i pensieri degli altri, la morte
E non amiamo neanche il pane che mangiamo. Noi non ringraziamo
Ma vive ancora il sentimento delle cose
Vivono gli alberi le case i sassi i nostri sogni le tv a colori, le navi senza radici.
E siamo stupidi a pensare di esser soli,senza più limiti senza più colori
Mentre noi siamo tesi a moltiplicare tutto.
Non riusciamo a considerare che le nuvole ci guardano e i mari ci controllano.

Ho visto i platani parlare con le antenne e il vento caldo confermare tutto, i treni e le radici scambiano segnali in codice.
E ho sentito nettamente i cani bisbigliare
Possibile che mentre dominiamo tutto, ricostruiamo tutto e distruggiamo tutto.
Perdiamo la memoria e non ne sentiamo la mancanza e intanto i pesci continuano a nuotare. Quanti libri nell’acqua per non affogare
Mentre noi siamo tesi a moltiplicare tutto.
Non riusciamo a considerare che le nuvole ci guardano e i mari ci controllano, …

Sogno o son desktop?

Vi giuro: ieri sera non ho mangiato pesante, né ho preso sostanze varie.
Eppure stanotte ho fatto un altro sogno “the king” per assurdità.
Mi trovo in una specie di Pamplona e sono seduta, insieme ad altre persone, su un furgoncino col cassone scoperto. Arrivano Anna Falchi e fidanzato: la Falchi sale vicino al guidatore mentre Ricucci si siede vicino a me.
Arriviamo ad una specie di party che finisce subito (infatti non mi ricordo niente) se non che non trovavo più la cipria e perdo un sacco di tempo a cercarla arrampicandomi sopra i mobili (?!).
Ritrovata la cipria (era in un cassetto in bagno), devo scendere ne buio più totale per una collina, seguendo un sentiero che non vedo ma so che c’è.
La mattina mi sveglio, vado a scuola e il prof di matematica chiama me alla lavagna per fare non so che esercizio.
Naturalmente non lo so fare, cerco di risolverlo in qualche maniera.
Poi la scena cambia, sono di nuovo a casa e sto aspettando le mie amiche per partire per non si sa dove. Esco dalla po…

La birra con la maniglia!

Immagine
Questa foto è di sabato scorso: una mia amica ci
ha portate in un locale e ci ha consigliato questa birra; so solo che era doppio malto...
Non mi ricordo il nome però :/!
Voi l'avevate mai vista una roba così?
Bisogna berla tenendola per l'impugnatura di legno ("la maniglia" del titolo).
Quando l'hai quasi finita devi stare attento perchè, data la forma del bicchiere, se non si ha un po' di accortezza ti rovesci la birra addosso!

;) 999

Di nuovo sulla 2 cavalli.

Personaggi: io, il giovane imprenditore-felice-di-esserlo, la coppia d'oro (una mia amica e il ragazzo con la 2 cavalli).

Sapete che nella bella stagione in molti posti proiettano dei film all'aperto no?
Iera sera stavamo aspettando un nostro amico e nel frattempo ho cercato di indovinare quale film stessero facendo.
Davanti lo schermo c'erano degli alberi e si vedevano solo dei pezzi.
Sono riuscita a vedere un motoscafo, dell'acqua, un po' di deserto. Poi si sentiva una musica africaneggiante.
"Che stiano dando Sahara?"
Indovinato! Sono un genio!
Arriva il ritardatario (ovvero "l'imprenditore") e per un po' stiamo seduti su queste panchine perchè nessuno sa dove andare.
Poi decidiamo per un baretto e, l'ho già scritto: questa è l'estate dei 19enni. Le piazze, i parchi, i locali sono loro.
Ti senti quasi vecchia, pur sapendo che gli anni di differenza sono solo 3 e in qualche caso, ad alcune ragazze non daresti meno di 25 anni.
Fine serata…

No nude is good!

Ho schiaffato il mio Weather Pixie sotto gli altri bottoni: l'ho scoperto in un altro blog el'idea non mi pareva male.
Scegli un personaggio (ragazzo, ragazza, altri esseri che non ho avuto il tempo di valutare) e all'aumentare o diminuire della temperatura appaiono vestiti in un modo o in un altro.
Es. se fa tanto caldo li vedi in costume, se fa molto freddo si metteranno un cappotto.
Fino a stamattina c'era la Wheater pixie girl n.9, una tipa un po' troppo discinta:
è passata da un casto scamiciatino, ad un costume intero, fino al bikini.
Per fortuna che poi è calata la sera...se faceva ancora più caldo come si metteva?
Insomma, questo è un blog serio, per famiglie (come "La mangiatoia per famiglie di Zio Boe").
Quindi sono tornata nel sito di Weather Pixie e ho selezionato un'altra Weather pixie girl: la n.10.
Solo che da stamattina alle 7 (20°C) ad ora che sono le 15:00, questa è sempre vestita uguale: maglietta e pantalone nero.
L'unica cosa che è cam…

Good morning Vietnam!

Non so se è colpa del caldo assurdo o cosa, so che queste alte temperature fanno male alla gente.
Col caldo pure il cervello alza bandiera bianca e dice "Si fa quel che si può, portate pazienza!"
Ho iniziato a portarmi una bottiglia d'acqua in camera, così se di notte ho sete sono a posto.
Peccato che poi penso a tutto, tranne che a buttar via le bottiglie vuote.
Sicchè ieri sera a cena mia madre mi fa: "Devo portare il sacco delle bottiglie di plastica su in camera?"...critica velata...senza dubbio riferita alle 2 (o forse 3?) bottiglie d'acqua vuote.
Anche se pure lei, mica può tanto permettersi di fare critiche...
Ieri a mezzogiorno torno a casa per il pranzo, mi appresto ad entrare in garage rigorosamente in seconda (ma non ai 70 all'ora come alcuni di voi pensano) quando scopro che il garage non è più garage: è diventato una giungla di tronchetti della felicità e altre piante.
La macchina ci sta lo stesso, ma è come aver parcheggiato nella giungla.
Per sce…

Ne avevo una bellissima da dire, se solo mi venisse in mente.../5

"Si ricorda per allontanare la fine, si ricorda per tornare al principio. Nessuno ci riesce veramente, ma tutti, o quasi tutti, ci provano.
Se non ci si prova, si resta consegnati in eterno al gelo di un mondo senza tempo. Morti, senza neanche sapere se si è nati.
Nella memoria c'è la radice di ogni mito: anche di quello, piccolo, modesto, per chiunque altro insignificante, ma per se stessi decisivo, in cui consiste per ognuno di noi esserci stati, aver preso significato e consistenza nel tempo, essersi immaginati che eravamo una cosa invece che un'altra e, da un certo momento in poi, aver pensato che quella cosa che eravamo stati era la cosa migliore che avremmo potuto essere: il mito di noi, il piccolo, piccolissimo idolo della nostra esistenza terrena. Questo estremo, limitato, circoscritto mito personale è lo specchio in cui ci guardiamo. Lo specchio è per sua natura ristretto; nello specchio non c'è paesaggio sconfinato, con un orizzonte senza limiti, come ci è …

E sta per iniziare un altro week end...

"Cosa ti piace fare?"

"Fondere roba."

"..."

Da qui e per un po’ di tempo, dovrò passare i miei week end a girare negozi per comprare "robbba": attività davvero riposante che non mi provoca nessun tipo di ansia o preoccupazione.
Poi, con il caldo, non c’è niente di meglio che passare il sabato pomeriggio nei camerini dei negozi “Ma c’è l’aria condizionata!”: non da “Abbigliamento L. – Moda Giovane”, dove “giovane” intende uno stile che non è più giovane dal 1982.

Ora sono qui, bevo il mio brick di thè, e mi vanto di questa conquista: bere al lavoro. Non ne avevo il coraggio…se avevo sete, deglutivo la saliva.

Ho 100 euri in borsa, da qualche parte, non nel portafogli perché non ho avuto tempo di metterceli.
Ma è possibile non avere tempo di mettere i soldi nel portafogli?? In che mondo viviamo dico io?

Ho caldo, spero che piova, anzi, che arrivi una perturbazione!!! ;)

"...forse hai dormito sei mesi ma sei così stanco, tanto stanco.”

Buon we! :)

E' arrivato!!!

Il nuovo elenco telefonico, o meglio, le Pagine Bianche (nome e cognome)!!!
Non c'è niente di meglio di un elenco nuovo! Tutte quelle pagine, tutti quei nomi!
E Vicenza è una grande provincia, un sacco di comuni, un sacco di abbonati!!!
La prima cosa che farò, come da tradizione, sarà controllare quanti abbonati col mio stesso cognome ci sono per ogni comune.
Ahhhh, non vedo l'ora di iniziare!!!
E non guardatemi con quelle facce: chi di voi non ha mai letto l'elenco del telefono? <_<

;) 999

6 mesi di blog.

20 dicembre 2004 - 20 giugno 2005:
ieri questo blog ha compiuto 6 mesi!
L'avrei scritto ieri, ma se l'avessi fatto avrei dovuto offririvi da bere, portare un cabaret di paste (paste di pasticceria, no altro), ecc...
Invece così, essendo già passata la ricorrenza non corro rischi! :P :P

No, la verità è che ieri è stata una giornata oRenda e non ho potuto scrivere niente.
Posso scrivere l'ovvietà "questi 6 mesi sono volati"??
Ok, ormai l'ho scritto.
Ma è vero, son passati in fretta: avere un blog è bellissimo! Essere una blogger è bellissimo!

GIANNIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!

999

Luci at the concert: Modena City Ramblers.

E' stato il terzo concerto dei MCR a cui sono stata e mi dispiace dirlo, non è stato all'altezza dei due precedenti.
Immaginatevi un paesino della riviera Berica, tra le colline; un palatenda piccolissimo; molti ragazzini, famiglie...
Iniziano a suonare e secondo me sbagliano cantando "Viva la vida..." come seconda o terza canzone: troppo presto insomma, è una delle loro canzoni più belle e coinvolgiuenti.
I momenti più belli? Quando hanno fatto "Auschwitz" di Guccini con alle spalle un maxi schermo con immagini dei campi di concetramento, davvero un momento forte.
E poi, altra perla, "Bella Ciao": siamo andate al concerto quasi solo per sentire sta canzone.
Perchè questo concerto non mi è piaciuto? Forse stavolta hanno fatto molte canzoni lente, forse il posto era troppo piccolo, o forse non eravamo in vena noi tre (io e le mie amiche).
Questo per quanto riguarda il resoconto del concerto.
Finisce la musica, loro salutano dal palco e si rialzano le luci…